News

News

La liquidazione delle spese di lite per il doppio grado del giudizio di merito

26 Maggio 2022 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Spese del giudizio

I giudici di legittimità hanno affermato il principio secondo cui in tema di spese giudiziali, il giudice deve liquidare in modo distinto spese ed onorari in relazione a ciascun grado di giudizio, poiché solo tale specificazione consente alle parti di controllare i criteri di calcolo adottati.

Leggi dopo

La scusabilità dell’errore incidente sulla notificazione degli atti processuali

25 Maggio 2022 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Notificazione in generale

La Corte di cassazione, nell’ordinanza in esame, ha ritenuto non validamente eseguita la notificazione dell’atto di appello al procuratore di parte appellata presso uno studio risultato non più attuale, pur se ancora indicato nell’albo professionale, atteso che il nuovo indirizzo di parte appellata risultava già indicato nella sentenza conclusiva del giudizio di prime cure e, pertanto, l’errore commesso dall’appellante non era scusabile.

Leggi dopo

Compensi professionali: quale forma devono avere gli accordi tra avvocati e clienti?

24 Maggio 2022 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Compensi degli avvocati

La Corte di cassazione, con l'ordinanza in esame, ha chiarito che i patti conclusi tra gli avvocati ed i clienti relativi alla determinazione dei compensi professionali devono essere stipulati in forma scritta a pena di nullità.

Leggi dopo

Espropriazione immobiliare: modalità di intervento dei creditori con diritto di prelazione risultante dai pubblici registri

23 Maggio 2022 | di Redazione scientifica

Intervento (nell’esecuzione forzata)

Il creditore che, al momento del pignoramento, ha un diritto di prelazione risultante da pubblici registri, può intervenire nel processo di espropriazione forzata anche se non munito di titolo esecutivo, senza che siano necessari il deposito e la notifica dell’estratto autentico notarile delle scritture contabili.

Leggi dopo

Coming soon: il programma della settimana

23 Maggio 2022 | di Rosaria Giordano

Avvocato

E’ nata da sé, come spesso avviene, l’idea di guidare i lettori del nostro portale con una discovery ragionata delle decisioni e dei contributi che pubblichiamo ciascuna settimana, facendo una scelta che si rivela sempre difficile nella selezione dell’amplissimo materiale che riguarda il processo civile e che vogliamo offrire ai pratici per «navigare» nel mistero del giudizio.

Leggi dopo

Clausole abusive nei contratti dei consumatori: i principi processuali nazionali non possono pregiudicare il principio di effettività

20 Maggio 2022 | di Redazione scientifica

Giudicato

Con una rivoluzionaria pronuncia, la Corte di Giustizia ha affermato che il diritto dell'Unione osta ad una normativa nazionale che limiti, a causa degli effetti dell'autorità di cosa giudicata, il potere dei giudici nazionali, in particolare dell’esecuzione, di valutare l’eventuale carattere abusivo di clausole contrattuali nei contratti dei consumatori.

Leggi dopo

La pronuncia interna passata in giudicato resiste al diritto europeo sopravvenuto?

19 Maggio 2022 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Giudicato

Il diritto dell’Unione non impone ad un giudice nazionale di disapplicare le norme processuali interne che attribuiscono autorità di cosa giudicata ad una decisione, anche quando ciò permetta di porre rimedio alla violazione di una disposizione del diritto dell’Unione.

Leggi dopo

Il regime degli accordi patrimoniali conclusi in sede di divorzio

18 Maggio 2022 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Procedimenti di separazione e divorzio

La sentenza di divorzio su domanda congiunta ha effetto dichiarativo con riferimento agli accordi patrimoniali stipulati tra i coniugi. Pertanto, tali accordi conservano la natura di atto contrattuale privato frutto della libera determinazione delle parti anche dopo la sentenza, rimanendo, quindi, soggetti, anche agli ordinari rimedi impugnatori.

Leggi dopo

Quando ricorre il vizio di ultrapetizione?

17 Maggio 2022 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Errores in procedendo

Sussiste il vizio di ultrapetizione (o extrapetizione) quando il giudice di merito, intromettendosi nel potere dispositivo delle parti, emetta un provvedimento diverso da quello richiesto, ovvero riconosca o rifiuti un bene della vita diverso da quello in contestazione, pronunziando così oltre i limiti delle pretese o delle eccezioni delle parti.

Leggi dopo

Con il processo telematico è ancora necessario produrre il fascicolo di parte in appello? La parola alle Sezioni Unite

16 Maggio 2022 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Processo civile telematico

La Corte di cassazione ha esaminato la questione delle conseguenze della mancanza nel giudizio d'appello dei documenti posti dal giudice di primo grado alla base della sua decisione, mancanza determinata dall'omesso deposito in appello del fascicolo di primo grado della parte appellata.

Leggi dopo

Pagine