Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

La confessione resa nella fase delle indagini preliminari può essere utilizzata ai fini della decisione in sede civile

30 Marzo 2021 | di Cesare Taraschi

Cass. civ.

Prove atipiche

...atteso che la mancanza, nel nostro ordinamento processuale, di una norma di chiusura sulla tassatività tipologica dei mezzi di prova consente al giudice di porre, alla base del proprio convincimento, anche prove c.d. atipiche, quali, per l'appunto, le risultanze derivanti dagli atti delle indagini preliminari.

Leggi dopo

Ai fini della proponibilità del regolamento facoltativo di competenza cosa si intende per «decisione di merito»?

26 Marzo 2021 | di Cristina Asprella

Regolamento di competenza

Per «decisione di merito» si intende non solo una pronuncia sul rapporto sostanziale dedotto in giudizio, in contrapposizione ad una pronuncia sul rapporto processuale, ma anche la risoluzione di questioni diverse da quelle sulla competenza, di carattere sostanziale o processuale, pregiudiziali di rito o di merito, salvo che dal contenuto della pronuncia risulti che esse siano state esaminate solo incidentalmente.

Leggi dopo

Sulle modalità di deduzione della tardività dell'intervento dei creditori nell'espropriazione immobiliare

25 Marzo 2021 | di Valentina Baroncini

Cass. civ.

Intervento tardivo nell'esecuzione forzata

La doglianza con la quale un creditore eccepisce la tardività dell'intervento di un altro creditore va qualificata come controversia attinente alla distribuzione della somma ricavata - da risolversi ai sensi dell'art. 512 c.p.c. - e non come opposizione agli atti esecutivi; la medesima, pertanto, può essere dispiegata anche nella fase finale della distribuzione.

Leggi dopo

L'interpretazione del contratto collettivo provinciale di lavoro è censurabile come errore di diritto?

23 Marzo 2021 | di Ida Ponticelli

Cass. civ.

Ricorso per cassazione

E' manifestamente infondato il dubbio di legittimità costituzionale dell'art. 360, n. 3, c.p.c. nella parte in cui non prevede la deduzione in sede di legittimità del vizio di violazione o falsa applicazione del contratto collettivo provinciale delle Province Autonome di Trento e Bolzano, mancando in tal caso il rilievo nazionale della disciplina della contrattazione collettiva.

Leggi dopo

La vexata quaestio del rito (e del rimedio dell'appello) per le controversie in materia di protezione umanitaria

22 Marzo 2021 | di Ilaria Capossela

Cass. civ.

Riconoscimento della protezione internazionale (semplificazione dei riti)

Nelle controversie aventi ad oggetto esclusivamente la domanda di permesso di soggiorno per motivi umanitari, nel periodo di tempo tra il d.l. 13/2017 ed il d.l. 113/2018, si applica il rito ordinario di cui agli artt. 281-bis e ss. c.p.c. o, sussistendone i presupposti, il procedimento sommario di cognizione di cui agli artt. 702-bis e ss. c.p.c.

Leggi dopo

Sul regime della sentenza resa avverso l'ordinanza emessa in sede distributiva

19 Marzo 2021 | di Barbara Tabasco

Cass. civ.

Impugnazioni in generale

La sentenza emessa a seguito dell'opposizione agli atti esecutivi avverso l'ordinanza con la quale il giudice dell'esecuzione provvede sulle controversie sorte in sede di distribuzione non è appellabile, ma ricorribile in Cassazione ex art. 111 Cost., a prescindere che le contestazioni sollevate dai creditori siano formali o sostanziali.

Leggi dopo

Ricorso per Cassazione c.d. assemblato e principio di autosufficienza

18 Marzo 2021 | di Sergio Matteini Chiari

Cass. civ.

Autosufficienza (del ricorso per cassazione)

È inammissibile, per violazione del criterio dell'autosufficienza (art. 366, comma 1, n. 3, c.p.c.), il ricorso per Cassazione confezionato mediante l'inserimento (in qualsiasi forma) di documenti eterogenei, senza che gli stessi siano stati correttamente giustapposti alle affermazioni di principio mediante proposizioni di collegamento o con indicazioni orientative.

Leggi dopo

Accertamento della qualità di «consumatore» del fideiussore e competenza per territorio

16 Marzo 2021 | di Mattia Caputo

Competenza per territorio

La sentenza in esame riguarda la questione dell’applicabilità del foro esclusivo del consumatore previsto dall'art. 33, comma 2, lett. u), del d.lgs. 206/2005, alla persona fisica che rilasci fideiussione per i debiti di un soggetto qualificabile alla stregua di «professionista» e, di conseguenza, di come vada individuata la competenza per territorio in questi casi.

Leggi dopo

Il ricorso notificato per primo, purché validamente proposto, prevale rispetto al successivo inammissibile

15 Marzo 2021 | di Sara Caprio

Cass. civ.

Ricorso

La proposizione di due ricorsi del tutto autonomi ed indipendenti l'uno dall'altro avverso la medesima decisione da parte di due difensori diversi entrambi muniti di procura speciale, rende inammissibile il ricorso notificato successivamente in virtù del principio di consumazione del potere di impugnazione validamente esercitato con la notificazione del primo...

Leggi dopo

Travisamento della prova e ricorso per Cassazione: quali effetti sulla c.d. «doppia conforme»?

12 Marzo 2021 | di Francesco Bartolini

Cass. civ.

Ricorso per cassazione

Se è chiara l'inammissibilità del ricorso proposto avverso la sentenza d'appello che conferma la decisione di primo grado, ex art. 348-ter, u.c., c.p.c., un problema sorge quando il ricorrente deduce che quella conformità è soltanto apparente perché l'una decisione è fondata su un presupposto erroneo in fatto e che manca, dunque, la vera e propria situazione che costituisce la ragione di divieto dell'ulteriore ritorno sul decisum.

Leggi dopo

Pagine