Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Impugnazione incidentale tardiva di sentenza non definitiva: occorre la riserva di gravame differito?

11 Novembre 2021 | di Francesco Bartolini

Cass. civ.

Impugnazione incidentale

In presenza di impugnazione principale avverso la sentenza definitiva, l'impugnazione incidentale tardiva di controparte avverso la sentenza non definitiva richiede, quale condizione necessaria per la sua ammissibilità, che la parte interessata abbia tempestivamente effettuato la dichiarazione di riserva di gravame?

Leggi dopo

Perenzione del giudizio amministrativo ed effetti sulla prescrizione del diritto soggettivo

09 Novembre 2021 | di Gaia Iappelli

Cass. civ.

Estinzione del processo

La Terza Sezione Civile della Suprema Corte ha rimesso al Primo Presidente, per l'eventuale assegnazione alle Sezioni Unite, un ricorso avverso una sentenza della Corte d'appello di Roma che aveva dichiarato prescritte le pretese risarcitorie fatte valere dai ricorrenti di fronte al giudice ordinario, ritenendo non invocabile l'effetto sospensivo derivante dall'introduzione di giudizi amministrativi a tutela degli interessi legittimi strumentali, in quanto dichiarati perenti.

Leggi dopo

Produzione documentale nella fase cautelare delle opposizioni esecutive e sua acquisizione nel giudizio di merito

08 Novembre 2021 | di Laura Messina

Cass. civ.

Opposizione all’esecuzione

Nei giudizi di opposizione all'esecuzione e di opposizione di terzo all'esecuzione, i documenti prodotti dalle parti nel corso della fase sommaria che si svolge davanti al giudice dell'esecuzione, stante l'unitarietà dei predetti giudizi nonostante la loro struttura bifasica, devono senz'altro ritenersi già acquisiti al processo e vanno inseriti nel fascicolo del giudizio contenzioso.

Leggi dopo

L'ordine di integrazione della domanda è inefficace se emesso in difetto dei suoi presupposti

04 Novembre 2021 | di Cesare Taraschi

Cass. civ.

Domanda

L'interessante questione esaminata dalla Suprema Corte, nella pronuncia in commento, attiene alle sorti della declaratoria di estinzione del giudizio qualora l'ordine di integrazione della domanda ex art. 164 c.p.c., pur rimasto inadempiuto, sia stato erroneamente emesso in mancanza dei relativi presupposti.

Leggi dopo

La cooperazione istruttoria nella richiesta di protezione internazionale: la non credibilità del richiedente e il "notorio"

02 Novembre 2021 | di Ilaria Capossela

Cass. civ.

Riconoscimento della protezione internazionale (semplificazione dei riti)

L'ordinanza in commento si occupa dell'onere del giudice del merito di effettuare un aggiornamento informativo sulla situazione di esposizione a pericolo per l'incolumità fisica indicata dal ricorrente e della correlata questione se la non credibilità delle dichiarazioni del richiedente possa minare l'esercizio di tale potere di indagine.

Leggi dopo

Mancato rispetto delle preclusioni istruttorie non rilevato in primo grado: è possibile il rilievo officioso in appello?

28 Ottobre 2021 | di Giusi Ianni

Cass. civ.

Preclusioni

La violazione del regime delle preclusioni istruttorie stabilite dal codice di rito per il giudizio di primo grado può e deve essere rilevata d'ufficio dal giudice. Ove, tuttavia, il giudice di primo grado non rilevi tale inosservanza e le parti non deducano tale omissione come motivo di gravame, la violazione non può essere oggetto di rilievo officioso da parte del giudice dell'appello.

Leggi dopo

Ammissibilità del frazionamento del credito unitario

26 Ottobre 2021 | di Cristina Asprella

Cass. civ.

Abuso del processo

In difetto di allegazione di uno specifico motivo che possa legittimare il ricorso parcellizzato alla giurisdizione, il frazionamento del credito va ritenuto contrario ai principi del giusto processo, da un lato, e della correttezza e buona fede processuale, dall'altro lato.

Leggi dopo

Procedimento sommario di cognizione: il deposito del ricorso vale ad interrompere la prescrizione

25 Ottobre 2021 | di Francesco Agnino

Cass. civ.

Procedimento sommario di cognizione

In caso di proposizione di azione revocatoria ordinaria, il termine di prescrizione è validamente interrotto dal deposito del ricorso nella cancelleria del giudice adito, atteso che nell'instaurazione del rapporto processuale (rilevante ai fini dell'individuazione del giudice previamente adito in caso di litispendenza) deve individuarsi l'espressione della volontà dell'attore di interrompere la condizione di inerzia che conduce all'estinzione del diritto per prescrizione.

Leggi dopo

La voltura catastale quale acquisto mortis causa del bene immobile pignorato

21 Ottobre 2021 | di Pasqualina Farina

Cass. civ.

Espropriazione immobiliare

L'accettazione tacita di eredità può desumersi dalla condotta del chiamato che compie la voltura catastale, rilevante non solo in relazione al pagamento dell'imposta, ma anche dal punto di vista civile, per l'accertamento, legale o semplicemente materiale, della titolarità del diritto reale pignorato.

Leggi dopo

Opposizione avverso il decreto ingiuntivo dell'avvocato per il pagamento degli onorari proposta con citazione anziché con ricorso

19 Ottobre 2021 | di Roberta Metafora

Cass. civ.

Opposizione a decreto ingiuntivo

L'opposizione avverso l'ingiunzione ottenuta dall'avvocato nei confronti del proprio cliente ai fini del pagamento degli onorari e delle spese dovute, proposta con atto di citazione, anziché con ricorso, è da reputare utilmente esperita qualora la citazione sia stata comunque notificata entro il termine di quaranta giorni - di cui all'art. 641 c.p.c. - dal dì della notificazione dell'ingiunzione di pagamento.

Leggi dopo

Pagine