Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Perpetuatio dell'ufficio di difensore revocato fino a sostituzione

17 Novembre 2020 | di Roberto Masoni

Cass. civ.

Difensore

La Corte ribadisce che il difensore revocato dal mandato professionale continua ad esercitare lo ius postulandi fino a sostituzione con altro difensore, in forza della perpetuatio dell'ufficio difensivo.

Leggi dopo

La translatio iudicii nel secondo grado di giudizio

16 Novembre 2020 | di Livia Di Cola

Cass. civ.

Impugnazioni in generale

Due le questioni affrontate dalla pronuncia in commento: la sorte dell'impugnazione nel momento in cui vi sia l'errore nella scelta del giudice competente; l'applicabilità del meccanismo della translatio iudicii anche ai procedimenti di volontaria giurisdizione.

Leggi dopo

La Corte costituzionale si pronuncia sulla costituzionalità della norma sulle esecuzioni nei confronti degli enti locali

11 Novembre 2020 | di Giuseppe Lauropoli

Corte cost.

Esecuzione forzata nei confronti degli enti locali

Deve ritenersi inammissibile la questione di legittimità costituzionale dell'art. 159 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, sollevata in riferimento agli artt. 24 e 117, comma 1, Cost. – quest'ultimo in relazione all'art. 6 della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali (CEDU) – dal Giudice dell'esecuzione del Tribunale ordinario di Napoli Nord; deve, inoltre, ritenersi non fondata la questione di legittimità costituzionale dell'art. 159 d.lgs. n. 267/2000, sollevata, dal medesimo Giudice dell'esecuzione, in riferimento all'art. 3 Cost.

Leggi dopo

Impugnazione del lodo arbitrale e termine lungo: rimessa alle Sezioni Unite l'individuazione del dies a quo

10 Novembre 2020 | di Francesco Agnino

Cass. civ.

Impugnazione per nullità del lodo rituale

La questione esaminata dalla pronuncia in commento è la seguente: il termine lungo per impugnare il lodo arbitrale decorre dall'ultima sottoscrizione dell'atto o dalla comunicazione alle parti della sottoscrizione?

Leggi dopo

Sentenza non definitiva e impugnazione incidentale tardiva

09 Novembre 2020 | di Francesco Bartolini

Cass. civ.

Impugnazione incidentale tardiva

Le doglianze aventi interesse sul piano processuale riguardano la dichiarata inammissibilità dell'appello in quanto riferito alle statuizioni di cui alla sentenza non definitiva del tribunale; il rigetto della richiesta di considerare l'appello quale impugnazione incidentale tardiva; infine, l'istanza di ravvisare nel medesimo appello una domanda di revocazione straordinaria fondata sulla tardiva scoperta della falsità di prove rilevanti.

Leggi dopo

La chiamata del terzo da parte dell'opponente a decreto ingiuntivo può essere implicitamente autorizzata dal giudice

04 Novembre 2020 | di Cesare Taraschi

Cass. civ.

Chiamata in causa

La questione sulla quale verte la pronuncia in commento attiene alle modalità con cui l'opponente a decreto ingiuntivo può procedere alla chiamata in giudizio di un terzo ed alle forme che può assumere la relativa autorizzazione del giudice.

Leggi dopo

La carenza di interesse dell'impugnazione per la mancanza dei requisiti di liquidità ed esigibilità del credito

03 Novembre 2020 | di Sara Caprio

Cass. civ.

Decreto ingiuntivo (procedimento per l’emanazione del)

La mancanza, all'epoca della proposizione della domanda monitoria, dei requisiti di liquidità ed esigibilità del credito vantato, richiesti dall'art. 633 c.p.c. e ss. per l'emanazione del decreto ingiuntivo, che risulti essere stata colmata durante il giudizio di opposizione non è idonea a costituire un solido e perdurante interesse ad impugnare.

Leggi dopo

Onere della mediazione nei giudizi di opposizione a decreto ingiuntivo

02 Novembre 2020 | di Mattia Caputo

Cass. civ.

Mediazione e opposizione a decreto ingiuntivo

La pronuncia in commento affronta una questione di rilevante importanza applicativa nell'ambito dei giudizi di opposizione a decreto ingiuntivo, cioè quella dell'individuazione della parte – opponente oppure opposta – sulla quale grava l'onere di instaurare il tentativo di mediazione nei casi in cui questa, ai sensi dell'articolo 5, comma 1-bis, del d.lgs. n. 28/2010, nonché delle conseguenze derivanti dal mancato adempimento di tale onere.

Leggi dopo

I confini tra la giurisdizione del Tribunale superiore delle acque e del giudice amministrativo

28 Ottobre 2020 | di Pasqualina Farina

Cass. civ.

Tribunali delle acque pubbliche

Le Sezioni unite, preso atto dell'ammissibilità del regolamento di giurisdizione, si sono pronunciate per la sussistenza della giurisdizione amministrativa; ciò in quanto i provvedimenti impugnati (come confermato dal fatto che non impegnano alcuna competenza di carattere tecnico in materia di acque pubbliche), non attengono, in via diretta ed immediata, al regime delle acque pubbliche, incidendo invece sulle concrete modalità dell'esercizio dell'impresa cui è servente la concessione di derivazione delle suddette acque.

Leggi dopo

Le impugnazioni incidentali tardive sono ammissibili nei confronti di qualsiasi capo, anche autonomo, della sentenza

27 Ottobre 2020 | di Sergio Matteini Chiari

Cass. civ.

Impugnazione incidentale tardiva

La questione affrontata dalla Suprema Corte nella pronuncia in esame è consistita nello stabilire se fosse da ritenere ammissibile l'impugnazione incidentale proposta tardivamente (scaduto il termine per l'impugnazione principale) dall'appellato avverso capo autonomo della sentenza.

Leggi dopo

Pagine