Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

L'inammissibilità della querela di falso incidentale proposta in comparsa conclusionale

25 Gennaio 2022 | di Pasqualina Farina

Cass. civ.

Querela di falso

La decisione in commento costituisce l'occasione per chiarire almeno in parte l'annosa questione dei limiti temporali cui è soggetta la proposizione della querela di falso e della compatibilità di detti limiti con il regime di cui all'art. 221 c.p.c. in forza del quale «la querela di falso può essere proposta in qualsiasi stato e grado del giudizio».

Leggi dopo

La natura del termine per presentare l'istanza di mediazione secondo la Cassazione

24 Gennaio 2022 | di Massimo Vaccari

Cass. civ.

Mediazione delegata

La Suprema Corte affronta per la prima volta la questione, invero assai controversa nella giurisprudenza di merito, della natura del termine quindicinale che il giudice assegna, ai sensi dell'art. 5, comma 2, ultimo periodo, del d.lgs. 28/2010, per la presentazione dell'istanza di mediazione quando dispone l'esperimento di tale tipo di procedura stragiudiziale.

Leggi dopo

L'onere della prova a carico dell'appellante e il rischio della contumacia

20 Gennaio 2022 | di Franco Petrolati

Cass. civ.

Onere della prova

La questione affrontata dalla Cassazione concerne la ripartizione dell'onere della prova, in grado di appello, in relazione a documenti già prodotti in primo grado - e posti a fondamento della decisione impugnata - che tuttavia non sono ridepositati in sede di gravame in ragione della contumacia della parte nel cui fascicolo erano presenti.

Leggi dopo

Fase decisoria del processo di cognizione e sua compatibilità con la trattazione scritta delle udienze

18 Gennaio 2022 | di Roberta Metafora

Cass. civ.

Decisione della causa

Con la sentenza in commento, la Cassazione afferma il principio secondo cui nei giudizi di separazione personale dei coniugi e più in generale nei procedimenti in camera di consiglio ben può il giudice disporre la trattazione scritta di cui all'art. 83, comma 7, lett. h), d.l. 18/2020 anche nella fase decisoria, non essendovi l'obbligo di fissare i termini di cui all'art. 190 c.p.c. prima di decidere la causa.

Leggi dopo

La natura giuridica del conflitto negativo di competenza tra sezioni penali e civili dello stesso ufficio giudiziario

17 Gennaio 2022 | di Roberta Vasta

Cass. civ., Sez. Un.

Regolamento di competenza

Le Sezioni Unite hanno esaminato la questione dell’esperibilità del rimedio del regolamento di competenza di cui all’art. 42 c.p.c. laddove le sezioni penali e civili dello stesso ufficio giudiziario abbiano declinato la propria competenza a decidere dando luogo ad una stasi processuale.

Leggi dopo

Tempo delle notificazioni eseguite con modalità telematiche

13 Gennaio 2022 | di Sergio Matteini Chiari

Cass. civ.

Notificazione a mezzo posta elettronica

In applicazione della generale regola della scissione soggettiva degli effetti della notificazione, la notifica telematica si perfeziona nei confronti del mittente il giorno stesso in cui è eseguita se la ricevuta di accettazione viene rilasciata entro le ore 24.00.

Leggi dopo

Obbligatorietà del patrocinio ed inammissibilità dell'autodifesa personale

11 Gennaio 2022 | di Roberto Masoni

Cass. civ.

Difesa personale

Il ricorso per cassazione avanzato in difetto di ius postulandi, avendo la parte agito in proprio, senza ministero di avvocato iscritto nell'apposito albo e in difetto dei requisiti di cui all'art. 86 c.p.c., è inammissibile.

Leggi dopo

La possibilità di presentare la domanda di assegno divorzile nel caso in cui i presupposti maturino nel corso del giudizio

10 Gennaio 2022 | di Giusi Ianni

Cass. civ.

Procedimenti di separazione e divorzio

Nel giudizio di divorzio, la domanda di assegno deve essere proposta nell'atto introduttivo del giudizio ovvero nella comparsa di risposta, tuttavia resta esclusa la relativa preclusione nel caso in cui i presupposti del diritto all'assegno siano maturati nel corso del giudizio anche in grado di appello.

Leggi dopo

Interrogatorio formale e processo con pluralità di parti: escluso il valore di prova legale nei confronti di persone diverse dal confitente

06 Gennaio 2022 | di Francesco Agnino

Cass. civ.

Interrogatorio formale

La questione in esame è la seguente: in un processo con pluralità di parti, le dichiarazioni rese in sede di interrogatorio formale da una parte hanno valore di prova legale nei confronti di persone diverse dal confitente?

Leggi dopo

I confini dell’eccesso di potere giudiziario

03 Gennaio 2022 | di Cristina Asprella

Cass. civ., Sez. Un.

Ricorso per cassazione

La questione alla base della pronuncia è quella relativa all'interpretazione dei confini dell’eccesso di potere giurisdizionale denunciabile con ricorso per cassazione per motivi attinenti alla giurisdizione.

Leggi dopo

Pagine