Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

L'importo pignorato delimita l'oggetto (del giudizio di accertamento) dell'obbligo del terzo

09 Maggio 2022 | di Sara Caprio

Cass. civ.

Accertamento dell’obbligo del terzo

L'oggetto del processo esecutivo è limitato all'importo pignorato, ovvero nel pignoramento presso terzi all'importo precettato aumentato della metà (ex art. 546 c.p.c.). L'intervento nel processo esecutivo fondato su nuovi titoli, anche da parte dello stesso creditore procedente, non permette di superare tale limite, se non si provvede all'estensione del pignoramento secondo le norme del codice di rito.

Leggi dopo

Il pignoramento mobiliare infruttuoso quale atto interruttivo della prescrizione

05 Maggio 2022 | di Giulio Cicalese

Cass. civ.

Pignoramento (forma ed effetti del)

La Suprema Corte ha esaminato i rapporti tra il pignora-mento mobiliare infruttuoso e gli effetti interruttivi della prescrizione che da esso possono derivare, ricomprendendo infine la richiesta rivolta all'ufficiale giudiziario di procedere ex art. 513 c.p.c. tra gli atti di impulso del creditore idonei a costituire in mora il debitore a norma dell'art. 2943, comma 4, c.c.

Leggi dopo

La competenza della sezione specializzata per le imprese per i diritti derivanti dal trasferimento di partecipazioni sociali

03 Maggio 2022 | di Pasqualina Farina

Cass. civ.

Sezioni specializzate in materia di impresa

In tema di competenza delle sezioni specializzate in materia di impresa, l'uso della disgiuntiva «o» che precede il riferimento alle controversie relative «ai diritti inerenti» di cui all'art. 3, comma 2, lett. b), del d.lgs. 168/2003, include sia i diritti derivanti dai negozi di trasferimento delle partecipazioni sociali, sia quelli nascenti da ogni altro negozio che le abbia ad oggetto.

Leggi dopo

Non si applica il c.d. «raddoppio» del contributo unificato nel caso di mancato deposito del ricorso principale per cassazione

02 Maggio 2022 | di Roberto Succio

Cass. civ.

Contributo unificato

Nel caso di mancato deposito del ricorso principale per cassazione, non sussistono i presupposti per l'applicabilità alla parte ricorrente dell'art. 13, comma 1-quater, del d.P.R. 115/2002; l'obbligo di versare un importo «ulteriore» del contributo unificato (c.d. «doppio contributo») presuppone normativamente l'obbligo di versare il «primo» contributo unificato.

Leggi dopo

La sospensione dell'efficacia esecutiva del decreto ingiuntivo in sede di appello

28 Aprile 2022 | di Giuseppe Lauropoli

Sospensione dell’esecuzione

La questione sottoposta alla Corte d'appello di Potenza può sintetizzarsi nei seguenti termini: può il giudice del gravame sospendere, ai sensi degli artt. 283 e 351 c.p.c., unitamente all'efficacia esecutiva della sentenza che ha respinto l'opposizione a decreto ingiuntivo, anche l'esecutività del decreto ingiuntivo stesso?

Leggi dopo

I limiti alla sanatoria della nullità della notificazione del verbale di accertamento di infrazione del codice della strada

26 Aprile 2022 | di Vito Amendolagine

Cass. civ., Sez. Un.

Notificazione in generale

La nullità della notificazione del verbale di accertamento di infrazione del codice della strada può dirsi sanata per il raggiungimento del relativo scopo - che è quello della conoscenza legale dell’atto volta all’utile predisposizione delle proprie difese da parte del destinatario della contestazione - soltanto ove sia proposta una tempestiva e rituale opposizione.

Leggi dopo

Autosufficienza del ricorso per cassazione e Corte europea dei diritti dell'uomo

21 Aprile 2022 | di Francesco Bartolini

Cass. civ.

Autosufficienza (del ricorso per cassazione)

In osservanza del principio di autosufficienza, il ricorso per cassazione deve essere articolato in specifici motivi, a pena di inammissibilità. Il detto principio non contrasta con le regole che garantiscono il diritto di accesso alla giustizia, previste dall'art. 6 CEDU, semprechè l'autosufficienza non sia intesa in modo eccessivamente formale, tale da impedire l'accesso alla tutela giudiziaria.

Leggi dopo

Opponibilità ex art. 617 c.p.c. dell'ordine di liberazione dell'immobile pignorato locato a canone vile

19 Aprile 2022 | di Roberta Metafora

Cass. civ.

Opposizione agli atti esecutivi

Con la sentenza in commento, la Cassazione si occupa della questione concernente la legittimazione del terzo locatario del bene immobile pignorato a proporre opposizione agli atti esecutivi avverso l'ordine di liberazione del bene emanato ai sensi dell'art. 560 c.p.c.

Leggi dopo

Il disconoscimento dell'autenticità della sottoscrizione di una scrittura privata prodotta in copia fotostatica

14 Aprile 2022 | di Caterina Costabile

Cass. civ.,

Disconoscimento di scrittura privata

La parte che ha disconosciuto la sottoscrizione di una scrittura privata prodotta in copia fotostatica, ha l'onere di reiterare il disconoscimento con riferimento all'originale della scrittura medesima, successivamente acquisito in giudizio, per impedire che la predetta scrittura si abbia per riconosciuta in causa.

Leggi dopo

L'oggetto dell'accertamento dell'obbligo del terzo non può superare il limite della somma pignorata, salva l'ipotesi di estensione del pignoramento

12 Aprile 2022 | di Laura Messina

Cass. civ.

Accertamento dell’obbligo del terzo

La questione esaminata è quella dei limiti del pignoramento e di conseguenza dell'oggetto dell'accertamento dell'obbligo del terzo, tenuto conto dell'odierna formulazione dell'art. 549 c.p.c., che prevede espressamente che l'ordinanza conclusiva «produce effetti ai fini del procedimento in corso e dell'esecuzione fondata sul provvedimento di assegnazione ed è impugnabile nelle forme e nei termini di cui all'art. 617».

Leggi dopo

Pagine