Focus

Focus

La copia esecutiva del titolo firmata digitalmente

11 Gennaio 2021 | di Giuseppe Lauropoli

Formula esecutiva

Il rilascio della formula esecutiva digitale ai sensi del comma 9-bis dell’art. 23 d.l. n. 137/2020, inserito in sede di conversione in legge del decreto: una novità importante, la cui vigenza resta per adesso legata al momento di emergenza sanitaria ancora in atto, ma che non può escludersi venga ad assumere connotati permanenti…

Leggi dopo

La sospensione dell'esecuzione dei provvedimenti di rilascio di immobili nel decreto «Milleproroghe 2021»

05 Gennaio 2021 | di Roberta Nardone

Sospensione dell’esecuzione

Il d.l. n. 183/2020, all'art. 13 comma 13, ha disposto la proroga, sino al 30 giugno 2021, della sospensione della esecuzione dei provvedimenti di rilascio degli immobili. Il presente contributo analizza i rapporti con l'originaria previsione del decreto Cura Italia (art. 103 comma 6 del d.l. n. 18/2020, convertito, con modificazioni, dalla l. n. 27/2020).

Leggi dopo

Sfratto e clausola compromissoria

04 Gennaio 2021 | di Roberta Nardone

Arbitrato

Sono deferibili agli arbitri le controversie in materia di locazione? In presenza di una clausola compromissoria la controversia locatizia è suscettibile di essere definita mediante procedimento per convalida?

Leggi dopo

Il pignoramento diretto esattoriale: motivi di opposizione e soluzioni giurisprudenziali (II parte)

23 Dicembre 2020 | di Giulia Messina

Opposizioni esecutive in materia esattoriale

Il presente contributo analizza il pignoramento presso terzi «esattoriale», con particolare riferimento agli strumenti a disposizione del debitore per opporsi all'atto di pignoramento diretto.

Leggi dopo

La domanda riconvenzionale nell’ambito del procedimento cautelare

16 Dicembre 2020 | di Andrea Penta

Domanda riconvenzionale

Il presente contributo analizza il tema della proponibilità della domanda riconvenzionale nella fase c.d. cautelare con particolare riferimento alla denuncia di nuova opera e di danno temuto e ai procedimenti di urgenza.

Leggi dopo

Gli effetti della mancata dichiarazione del terzo nel procedimento esecutivo di pignoramento presso terzi

10 Dicembre 2020 | di Giuseppe Lauropoli

Pignoramento presso terzi

La nuova formulazione dell'art. 548 c.p.c., riformato dalla l. n. 228/2012, ha avuto il vantaggio di rendere più snella la procedura esecutiva di pignoramento presso terzi. Il nuovo procedimento, tuttavia, a distanza di alcuni anni dalla sua entrata in vigore, rivela anche alcuni limiti e taluni rischi...

Leggi dopo

L'efficacia probatoria dei messaggi WhatsApp nei processi familiari

07 Dicembre 2020 | di Giovanni Iorio

Argomenti di prova

Nei processi familiari non sono pochi i casi in cui i messaggi scritti su WhatsApp risultino decisivi per la dimostrazione delle tesi sostenute da una delle parti in causa. L'articolo intende fare il punto sullo stato dell'arte della giurisprudenza in materia, precisando quali siano gli oneri probatori in capo a colui che intenda “disconoscere” un WhatsApp. Nella parte finale del contributo l'Autore evidenzia alcuni elementi di criticità nell'orientamento dominante dei giudici di legittimità e di merito.

Leggi dopo

Le insidie degli errori nella scelta del rito (opposizione a d.i. e impugnazioni)

01 Dicembre 2020 | di Mauro Di Marzio

Impugnazioni in generale

La previsione di riti che si introducono con ricorso e riti che si introducono con citazione comporta l'eventualità che la parte possa incorrere in errore nella scelta dell'uno o dell'altra, errore che, di regola, non comporta alcuna ricaduta pregiudizievole sullo svolgimento del processo, attraverso il meccanismo del mutamento del rito. Se, però, si versa in ipotesi di opposizione a decreto ingiuntivo, oppure di impugnazione, l'errore nella scelta del rito può determinare la tardività dell'atto e, dunque, l'inammissibilità dell'opposizione o dell'impugnazione. L'articolo che segue esamina gli aspetti del problema, prestando attenzione alla giurisprudenza più recente, con particolare riguardo al rilievo dell'art. 4 del decreto semplificazione riti, secondo il quale, in caso di errore nella scelta del rito, gli effetti processuali della domanda si producono secondo le norme del rito pur erroneamente prescelto.

Leggi dopo

Il punto sulla mancata risposta all'interrogatorio formale

24 Novembre 2020 | di Rosaria Giordano

Interrogatorio formale

Nella prassi è ricorrente l'applicazione dell'art. 232 c.p.c. il quale consente al giudice, ove la parte non fornisca risposta o non si presenti all'udienza, senza giustificato motivo, per rendere il dedotto interrogatorio, di ritenere ammessi i fatti oggetto dell'interrogatorio.

Leggi dopo

La competenza in merito all'accertamento dei crediti prededucibili a fronte di confisca di prevenzione ai sensi del cd. codice antimafia

17 Novembre 2020 | di Carmelo Curcio

Competenza in generale

Il presente contributo, dopo un inquadramento generale del tema dell'accertamento dei diritti dei terzi rispetto alla confisca di prevenzione ex art. 24 d.lgs. 159/2011, intende fornire una disamina della questione inerente alla competenza in merito all'accertamento dei crediti prededucibili sorti nel corso del procedimento di prevenzione.

Leggi dopo

Pagine