Focus

Focus su Arbitrato

Sfratto e clausola compromissoria

04 Gennaio 2021 | di Roberta Nardone

Arbitrato

Sono deferibili agli arbitri le controversie in materia di locazione? In presenza di una clausola compromissoria la controversia locatizia è suscettibile di essere definita mediante procedimento per convalida?

Leggi dopo

L'istruttoria nell'arbitrato

07 Aprile 2020 | di Fabio Valerini

Arbitrato

Lo svolgimento dell'attività istruttoria nell'arbitrato e l'individuazione delle regole che ne delimitano il quadro normativo rappresenta uno degli aspetti dove l'autonomia delle parti ha ampio margine di intervento pur nei limiti fisiologici della mancanza di imperium da parte degli arbitri. Si analizzeranno, quindi, quali sono i mezzi di prova utilizzabili nell'arbitrato e quali i messi di ausilio giudiziario previsti dalla normativa dando per superata l'individuazione del thema probandum (e, quindi, non analizzando, per ragioni di spazio, il tema dell'applicabilità del principio di non contestazione). Sarà dato spazio, infine, ad un tema discusso rappresentato dal c.d. arbitrato documentale e veloce dove, per espressa previsione delle parti (il più delle volte tramite il richiamo ad un regolamento arbitrale) si limitano i mezzi di prova utilizzabili ai fini della decisione.

Leggi dopo

Arbitrato e tutela cautelare

06 Novembre 2018 | di Mauro Di Marzio

Arbitrato

L'art. 818 c.p.c. conferma la tradizionale estraneità della tutela cautelare rispetto ai poteri spettanti agli arbitri: soltanto i giudici ordinari sono competenti ad emettere provvedimenti cautelari. L'inciso concernente disposizioni di legge di segno diverso va riferito al potere cautelare degli arbitri nel rito societario, ove, all'art. 35, comma 5, d.lgs. n. 5/2003, è previsto che gli arbitri, se autorizzati dalla clausola compromissoria, possono sospendere l'efficacia delle delibere assembleari oggetto di impugnazione.

Leggi dopo

La tipologia di controversie oggetto di arbitrato societario

17 Ottobre 2018 | di Paolo Fraulini

Arbitrato

La specialità dell'arbitrato societario nasce dalla necessità che questo procedimento sia in grado di condurre ad una definizione soddisfacente e non diversa da quella che si può ottenere dai giudici ordinari, delle controversie che, a prescindere da chi ne sia parte, hanno comunque rilievo per tutti i soggetti interessati all'organizzazione e all'attività di una società.

Leggi dopo

Banche in crisi: ecco l'arbitrato per l'accesso al fondo di solidarietà

21 Agosto 2017 | di Mauro Di Marzio

D.M. 9 maggio 2017, n. 83

Arbitrato

È entrato in vigore lo scorso 28 giugno, e si appresta a divenire concretamente operativo, presumibilmente dopo la pausa estiva, il Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze 9 maggio 2017, n. 83 (pubblicato in G.U. il 13 giugno 2017), che detta il «Regolamento disciplinante la procedura di natura arbitrale di accesso al Fondo di solidarietà, di cui all'art. 1, comma 857, lett. d), della legge 28 dicembre 2015, n. 208»: procedura creata al fine di offrire un ancora di salvezza, a determinate condizioni, agli investitori colpiti dalle note vicende che hanno coinvolto Banca Marche, Banca Popolare dell'Etruria, CariFerrara e Carichieti. Di seguito è riassunto ed esplicato il funzionamento della procedura arbitrale.

Leggi dopo

Regolamento sulle modalità di costituzione delle camere arbitrali, di conciliazione e degli organismi di risoluzione alternativa delle controversie

22 Giugno 2017 | di Annachiara Massafra

D.m. Giustizia, 14 febbraio 2017, n. 34

Arbitrato

Dall'8 aprile 2017 è in vigore il regolamento recante le modalità di costituzione, presso i Consigli degli ordini circondariali degli avvocati, delle camere arbitrali e di conciliazione e degli organismi di risoluzione alternativa delle controversie. Dall'8 ottobre 2017 le relative disposizioni si applicheranno alle camere arbitrali e di conciliazione già costituite.

Leggi dopo

Giudici e arbitri: sempre meno lontani

13 Giugno 2017 | di Mauro Di Marzio

Arbitrato

La definizione dei rapporti tra giudice e arbitro si intreccia con importanti implicazioni «politiche», giacché rimanda alla concezione stessa della giurisdizione, la quale, se intesa come riservata in esclusiva allo Stato, impone di negare che gli arbitri svolgano una funzione in qualche modo giurisdizionale, con tutta quanto ne consegue sul piano della regolazione di quei rapporti. Dopo la riforma del 2006, e dopo alcuni decisivi interventi della Corte costituzionale, è però ormai chiaro che gli arbitri sono parte della giurisdizione.

Leggi dopo