Contrasti giurisprudenziali

Contrasti giurisprudenziali

Le Sezioni Unite individuano il criterio per definire la natura definitiva o non definitiva di una sentenza

24 Giugno 2021 | di Sara Caprio

Cass. civ., Sez. Un.

Sentenze non definitive e parziali

La giurisprudenza conferma la prevalenza del criterio formale (omessa separazione delle cause, omessa statuizione sulle spese) per l’identificazione delle sentenze non definitive, a presidio della garanzia di certezza e della tutela dell’affidamento che la presenza di indici di carattere formale ingenera nelle parti...

Leggi dopo

Mutamento del rito e salvezza degli effetti sostanziali e processuali della domanda

24 Maggio 2021 | di Roberta Metafora

Cass. civ.

Mutamento del rito

Rimessa alle Sezioni Unite la questione inerente alla portata dell'art. 4, comma 5, del d.lgs. 150/20121. Si deve accertare se il riferimento alle norme del rito «seguito prima del mutamento» debba intendersi come indicazione del parametro normativo mediante cui valutare la tempestività della domanda, o come dipendenza della salvezza degli effetti dal fatto che il mutamento sia stato disposto.

Leggi dopo

Il termine per la riassunzione del processo interrotto per la sopravvenuta dichiarazione di fallimento

12 Maggio 2021 | di Pasqualina Farina

Cass. civ.

Termini processuali in generale

Le Sezioni Unite, a composizione del contrasto interpretativo, hanno enunciato il seguente principio: «in caso di apertura del fallimento, ferma l'automatica interruzione del processo che ne deriva ai sensi dell'art. 43, comma 3, l.f., il termine per la relativa riassunzione o prosecuzione...decorre da quando la dichiarazione giudiziale dell'interruzione stessa sia portata a conoscenza di ciascuna parte...».

Leggi dopo

Copia notificata del ricorso per Cassazione e verifica dell’anteriorità della procura

26 Aprile 2021 | di Francesco Bartolini

Cass. civ.

Procura nel giudizio di cassazione

La giurisprudenza ha pronunciato decisioni contrastanti in ordine alle conseguenze della mancata trascrizione della procura sulla copia quando essa è rilasciata con annotazione a margine o in calce all’originale oppure con atto separato. Alle Sezioni unite è stata rimessa la composizione del contrasto interpretativo con particolare riguardo alle questioni relative al requisito dell’anteriorità del mandato.

Leggi dopo

I poteri istruttori del consulente e le nullità (assolute o relative?) della perizia

19 Aprile 2021 | di Pasqualina Farina

Cass. civ.

Consulente tecnico d’ufficio

La prima sezione ha trasmesso gli atti al Primo Presidente affinchè valuti l'opportunità di rimettere la causa alle Sezioni Unite, con riferimento alla questione di massima particolare importanza riguardante la natura giuridica della nullità della CTU, e sul conseguente rilievo officioso, o su istanza di parte, della stessa.

Leggi dopo

Sentenza pronunciata senza attendere la scadenza del termine per il deposito delle memorie di replica: nullità automatica?

29 Marzo 2021 | di Roberta Metafora

Cass. civ.

Nullità della sentenza

La seconda sezione civile ha rimesso al Primo Presidente, per l'eventuale assegnazione alle Sezioni Unite, la questione di massima particolare importanza inerente alla «sussistenza o meno della nullità della sentenza che sia stata emessa prima della scadenza dei termini concessi ex art. 190 c.p.c. (o di anche uno solo di essi) ».

Leggi dopo

Protezione internazionale: le questioni relative alla certificazione della data della procura nel ricorso per Cassazione alle Sezioni Unite

25 Febbraio 2021 | di Salvatore Ziino

Cass. civ.

Procura nel giudizio di cassazione

In tema di protezione internazionale, il difensore, oltre alla sottoscrizione del ricorrente, deve certificare anche la data di rilascio della procura? L'autenticazione del difensore riferita alla sola sottoscrizione del richiedente, con espressioni del tipo «è vera la firma» o «per autentica della sottoscrizione» o altre equipollenti, può estendersi alla data?

Leggi dopo

Effetto purgativo della vendita forzata e immediata attuazione dell'ordine di cancellazione

04 Gennaio 2021 | di Pasqualina Farina

Cass. civ.

Vendita forzata

A composizione del contrasto giurisprudenziale insorto tra le corti di merito, le Sezioni Unite hanno chiarito che il decreto ex art. 586 c.p.c. determina il trasferimento del diritto oggetto della procedura espropriativa libero dai pesi gravanti sul bene, dei quali il conservatore è tenuto ad eseguire la cancellazione immediatamente.

Leggi dopo

Notifica della sentenza alla parte personalmente: non è idonea a far decorrere il termine breve per impugnare

07 Dicembre 2020 | di Sara Caprio

Cass. civ.

Notificazione in generale

Alla luce del contrasto presente tra le sezioni della Corte di cassazione circa l'idoneità o l'inidoneità della notifica della sentenza effettuata alla parte personalmente per far decorrere il termine breve per impugnare, le Sezioni Unite affermano che affinché si produca l'effetto acceleratorio è necessario che la notifica del provvedimento sia effettuata al procuratore, poiché unico soggetto munito delle necessarie competenze tecniche per valutare l'interesse del cliente ad un'impugnazione entro il termine breve. Ne discende che è indispensabile che il procuratore sia menzionato nella notifica, o che sia univocamente percepibile come destinatario di tale attività, mentre resta neutra, nel senso di ambigua rispetto al fine indicato, la notifica eseguita alla parte personalmente, senza alcuna menzione del difensore, dunque, inidonea a far decorrere il termine di cui all'art. 325 c.p.c.

Leggi dopo

Alle Sezioni Unite il contrasto in tema di regime di rilevabilità dell'inosservanza dei divieti inerenti all'ammissibilità della prova testimoniale

12 Ottobre 2020 | di Elisa Annamaria Daniele

Cass. civ.

Prova testimoniale

La Seconda sezione della Cassazione, ravvisando un evidente contrasto giurisprudenziale in ordine al diverso regime processuale di rilievo della violazione dei limiti di ammissibilità della prova per testi a seconda che per l'atto sia richiesta la forma scritta ad substantiam vel ad probationem, ha disposto la trasmissione degli atti al Primo Presidente per l'eventuale assegnazione alle Sezioni Unite.

Leggi dopo

Pagine