Bussola

Pubblicità dei provvedimenti del giudice

Sommario

Considerazioni iniziali sui provvedimenti del giudice e regime generale di pubblicità | La pubblicità dei singoli provvedimenti | Riferimenti |

 

Il giudice, nel procedimento ordinario di cognizione, può adottare tre tipi di provvedimenti: la sentenza, l'ordinanza e il decreto. La sentenza è il provvedimento con cui il giudice, in maniera totale o parziale, esercita la sua funzione decisoria. L'ordinanza è l'atto con cui, normalmente, il giudice dirime una questione attinente al processo, nel contraddittorio tra le parti. Il decreto è, invece, quell'atto processuale con cui il giudice dirime una particolare questione inauduta altera parte, ovvero senza la partecipazione in contraddittorio delle parti. Per i provvedimenti del giudice è previsto un sistema che ne permetta la conoscibilità in capo alle parti. Questa esigenza è garantita da una fattispecie complessa e che, quindi, prevede vari atti che la integrino. Preliminarmente può dirsi, comunque, che la fattispecie pubblicitaria dei provvedimenti del giudice inizia con il deposito degli stessi. Quest'attività, nel caso della sentenza, è poi seguita dalla pubblicazione del provvedimento. Al deposito dei provvedimenti succede l'attività materiale che dà conoscenza o dell'avvenuto deposito dell'atto, la comunicazione, o del contenuto del provvedimento stesso, la notificazione. Il deposito è quell'attività che si risolve nella consegna, compiuta dal giudice, in cancelleri...

Leggi dopo