Bussola

Procedimento camerale dinanzi alla corte di cassazione

Sommario

Inquadramento | Il procedimento camerale dinanzi alla sezione filtro | Il procedimento camerale dinanzi alla sezione ordinaria | Questioni di diritto intertemporale | Il procedimento camerale nel regolamento di giurisdizione e di competenza | Il procedimento camerale per errore materiale o revocazione | Conclusioni | Riferimenti |

 

All'esito della riforma del processo civile in cassazione di cui all'art. 1-bis del d.l. 168/2016, convertito, con modificazioni, in l. 197/2016, recante misure urgenti per la definizione del contenzioso presso la corte di cassazione, per l'efficienza degli uffici giudiziari, nonché per la giustizia amministrativa, le modalità di svolgimento del procedimento di legittimità, secondo il modello dell'udienza pubblica piuttosto che secondo il modello camerale, sono connotate da una netta inversione di tendenza: il modello dell'udienza pubblica, da modello base, si tramuta in modello eccezionale mentre lo strumento «normale» di svolgimento del processo di legittimità diventa quello camerale, che appunto si conclude con una pronuncia avente la forma di ordinanza, emessa in camera di consiglio senza la partecipazione del pubblico ministero e dei difensori delle parti. Il doppio binario nello smaltimento dei ricorsi di legittimità si sviluppa, dunque, in base a un modello ordinario di tipo camerale e a un modello statisticamente ridotto, imperniato sullo svolgimento dell'udienza pubblica. Infatti, secondo la locuzione adoperata dall'art. 375, secondo comma, del codice di rito, la Corte a sezione semplice pronuncia con ordinanza in camera di consiglio in ogni altro caso in cui non rico...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

News

News

Su Procedimento camerale dinanzi alla corte di cassazione

Vedi tutti »

Focus

Focus

Su Procedimento camerale dinanzi alla corte di cassazione

Vedi tutti »