Bussola

Curatore speciale

05 Ottobre 2016 |

Sommario

Inquadramento | Nomina del curatore speciale | Mancanza di rappresentante o di assistente | Conflitto di interessi | I minori e le procedure che li riguardano | Segue: sintesi | Riferimenti |

 

La figura del curatore speciale, prevista dall'art. 78 c.p.c., viene in rilievo in due ipotesi: quando manchi la persona cui spetta la rappresentanza o l'assistenza dell'incapace o della persona giuridica o dell'associazione non riconosciuta e vi siano ragioni d'urgenza; quando rappresentato e rappresentante si trovino in conflitto di interessi. La nomina del curatore è finalizzata a garantire rappresentanza o assistenza in sede processuale al soggetto che ne necessiti, in presenza delle suddette condizioni. Pur assolvendo alle sue funzioni in via soltanto temporanea (sino al compiersi della vicenda da cui ha tratto fondamento la sua nomina), il curatore è abilitato a compiere atti di qualsiasi tipo, non esclusivamente quelli urgenti. La figura del curatore speciale deve essere tenuta distinta da quella del curatore ordinario prevista in varie disposizioni del codice civile.

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Focus

Focus

Su Curatore speciale

21 Luglio 2021
Riforma del processo civile: i procedimenti in materia di famiglia e minori
di Sergio Matteini Chiari

17 Settembre 2019
Curatore speciale ex art. 78 c.p.c.
di Sergio Matteini Chiari

Vedi tutti »