Bussola

Cause condominiali

Sommario

Inquadramento | Forum condominii | Casistica | Scioglimento del condominio: competenza | Riferimenti |

 

L'art. 23 c.p.c. individua la competenza territoriale rispetto a due ipotesi diverse: le cause tra soci e le cause condominiali. Ai sensi della norma, rispetto alle cause tra soci la competenza è assegnata al giudice del luogo ove la società ha la sede, sino ad un biennio dal suo scioglimento, mentre per le cause condominiali la competenza spetta al giudice del luogo ove sono i beni comuni o la loro maggior parte, sempre con lo stesso limite temporale. La disposizione detta un criterio di competenza esclusivo ma derogabile che, tuttavia, non concerne le cause tra la società o i soci e i terzi, né le controversie tra condomini e terzi. La competenza di cui all’articolo citato si estende anche alle società di fatto, alle associazioni non riconosciute e ai comitati, ma non alle associazioni in partecipazione.  

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

Su Cause condominiali

08 Agosto 2019
Modalità di scelta alternativa nella nomina del legale: criteri
di Luca Crotti

23 Luglio 2018
Dissociazione dalla lite
di Massimo Ginesi

Vedi tutti »