Giurisprudenza sovranazionale

Abuso di informazioni privilegiate e «diritto al silenzio» ai sensi CEDU

12 Febbraio 2021 |

Corte di Giustizia, Grande Sezione

Pregiudiziale comunitaria
 

La normativa relativa all’abuso di informazioni privilegiate, letta alla luce degli artt. 47 e 48 CEDU, dev’essere interpretata nel senso di consentire agli Stati Membri di non sanzionare una persona fisica, la quale, nell’ambito di un’indagine svolta nei suoi confronti dall’autorità competente, si rifiuti di fornire a tale autorità risposte che possano far emergere la sua responsabilità per un illecito.

Leggi dopo