News

News

Il ricorso per cassazione è inammissibile se non vengono rispettati i requisiti di contenuto-forma

19 Ottobre 2017 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Ricorso per cassazione

Il ricorso per cassazione che non contiene, ex art. 366 c.p.c., l’indicazione specifica degli atti e dei documenti su cui si fonda è inammissibile.

Leggi dopo

Il CSM approva le linee guida sulle esecuzioni immobiliari

18 Ottobre 2017 | di Redazione scientifica

Espropriazione immobiliare

Il CSM ha approvato all’unanimità le linee guida da adottare nel campo delle esecuzioni immobiliari al fine di velocizzare i procedimenti giudiziari ed assicurare la tutela sia dei creditori che dei debitori.

Leggi dopo

Notifica a mezzo PEC: l’avvocato destinatario deve dotarsi degli strumenti per leggerla

17 Ottobre 2017 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Notificazione a mezzo posta elettronica

È onere del professionista destinatario della notifica munirsi dei minimali strumenti informatici richiesti dal sistema normativo per leggere o decodificare le notifiche delle controparti eseguite con il sistema della posta elettronica certificata.

Leggi dopo

Se uno dei litisconsorti necessari notifica telematicamente la sentenza il termine breve decorre per tutti

16 Ottobre 2017 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Termini per l’impugnazione

Nel caso di proposizione di domanda giudiziale nei confronti di due distinti convenuti, sulla base di un unico fatto generatore dell’illecito, sorge litisconsorzio «unitario o quasi necessario»; pertanto, la notifica della sentenza eseguita da una delle parti segna, nei suoi confronti e nei confronti della destinataria della notificazione, l’inizio del termine breve per impugnare contro tutte le altri parti.

Leggi dopo

Gratuito patrocinio: lo Stato non ci può guadagnare

13 Ottobre 2017 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Patrocinio a spese dello stato

Quanto liquidato in favore dello Stato nell’ambito del giudizio nel corso del quale è stata prestata l’attività difensiva in favore del soggetto ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato deve coincidere con quanto attribuito allo stesso difensore in sede di successiva liquidazione.

Leggi dopo

Responsabilità professionale avvocati: arriva la proroga del termine e la convenzione del CNF

12 Ottobre 2017 | di Fabio Valerini

Deontologia dell’avvocato

Siamo arrivati alla fatidica data dell’11 ottobre 2017: sulla Gazzetta Ufficiale n. 238, il Ministero della Giustizia ha disposto la “ventilata” proroga di un mese per l’entrata in vigore dell’obbligo di assicurarsi o di adeguare la polizza professionale e a copertura degli infortuni.

Leggi dopo

Se la proroga della giurisdizione è contenuta in condizioni generali reperibili via web

11 Ottobre 2017 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Regolamento di giurisdizione

La Cassazione si pronuncia sulla validità della clausola di proroga della giurisdizione contenuta nelle condizioni generali del contratto reperibili mediante l’accesso ad un sito internet.

Leggi dopo

Comunicazione dell’evento interruttivo del giudizio a mezzo PEC: da quando decorre il termine per la riassunzione?

10 Ottobre 2017 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Riassunzione della causa

Il termine trimestrale per la riassunzione del giudizio decorre dalla data della conoscenza “legale” della dichiarazione di fallimento ovvero per il tramite di una dichiarazione, notificazione o certificazione rappresentativa dell’evento che determina l’interruzione del processo.

Leggi dopo

Irragionevole durata del processo: la domanda di indennizzo non può essere proposta in via surrogatoria

06 Ottobre 2017 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Misura dell’indennizzo per irragionevole durata del processo

La domanda di indennizzo per il danno non patrimoniale subìto in conseguenza dell'irragionevole durata del processo presupposto, ex l. n. 89/2001, non può essere proposta in via surrogatoria trattandosi di azione che per sua natura deve essere esercitata dal titolare.

Leggi dopo

Controversie di lavoro con la Pontificia Università Lateranense: decide il giudice italiano anche sulla reintegrazione nel posto di lavoro

06 Ottobre 2017 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Regolamento di giurisdizione

L'immunità giurisdizionale garantita dall'art. 11 del Trattato lateranense non è invocabile dalla Pontificia Università Lateranense, non annoverabile tra gli «enti centrali della Chiesa Cattolica» esentati da «ogni ingerenza da parte dello Stato italiano», sicché la cognizione della controversia inerente al rapporto di lavoro di un dipendente di detta Università, anche in ordine alla reintegra nel posto di lavoro, spetta alla giurisdizione del giudice italiano.

Leggi dopo

Pagine