News

News

ATP sfavorevole al ricorrente: la condanna alle spese è abnorme e suscettibile di opposizione all’esecuzione

13 Novembre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Accertamento tecnico preventivo

Qualora il giudice dia corso alla consulenza preventiva, non ha il potere di statuire sulle spese e l'eventuale provvedimento in tal senso risulta abnorme, ma non è impugnabile ai sensi dell'art. 111, comma 7, Cost., giacché privo dei caratteri della definitività e della decisorietà.

Leggi dopo

Avvocato non comparso per guasto all’autovettura: esclusa la non imputabilità

12 Novembre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Cass. civ., sez. VI, ord., 19 ottobre 2018, n. 26535.pdf

Avvocato

Occorre provare che l'impedimento sia stato improvviso, imprevedibile ed indipendente dalla volontà dell'opponente o del procuratore, con la precisazione che per imprevedibile si intenda una imprevedibilità oggettiva ovvero un evento che non è considerabile nell'arco delle evenienze più o meno ricorrentemente occorrenti in relazione ad una determinata fattispecie.

Leggi dopo

Collegi arbitrali “misti”: sì alla liquidazione equitativa del compenso

09 Novembre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Arbitri

Con riguardo ai collegi arbitrali a composizione mista, nei quali gli avvocati non rappresentino la totalità del collegio, è applicabile il disposto dell'art. 814, comma 2, c.p.c. in base al quale il Presidente del tribunale è libero di scegliere, secondo il suo prudente apprezzamento, i criteri equitativi di valutazione che ritenga più adeguati all'oggetto ed al valore della controversia, nonché alla natura ed all'importanza dei compiti attribuiti agli arbitri, anche attraverso il ricorso, ma solo come utile parametro di riferimento, alle tariffe di alcune categorie professionali.

Leggi dopo

Compensi di avvocato: l’ordinanza è inappellabile e ricorribile per cassazione

08 Novembre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.,

Compensi degli avvocati

La controversia per la liquidazione degli onorari di avvocato, introdotta con il procedimento sommario di cognizione ex art. 702-bis c.p.c. o in via monitoria, è soggetta al rito di cui all’art. 14 d.lgs. n. 150/2011 anche laddove il cliente convenuto contesti l’esistenza del rapporto o, in generale, l’an debeatur. Ne consegue l’inappellabilità dell’ordinanza che definisce il giudizio e la sua diretta ricorribilità per cassazione ex art. 111 Cost..

Leggi dopo

Notifica non andata a buon fine e colpa del notificante

07 Novembre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.,

Notificazione in generale

È in colpa il notificante che non ha fatto preventive ricerche sull’indirizzo del destinatario.

Leggi dopo

Equa riparazione: nessun indennizzo al debitore sottoposto ad espropriazione forzata

06 Novembre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.,

Misura dell’indennizzo per irragionevole durata del processo

Il debitore esecutato, rimasto inattivo, non ha diritto ad alcun indennizzo per l’irragionevole durata del processo esecutivo che è preordinato all’esclusivo interesse del creditore.

Leggi dopo

Compenso per prestazioni professionali dinanzi alle commissioni tributarie: la giurisdizione è del giudice ordinario

05 Novembre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.,

Giurisdizione

È dichiarata la giurisdizione del giudice ordinario nel caso di controversie instauratesi per il recupero del compenso professionale, vantato dall’avvocato nei confronti del proprio cliente per prestazioni svolte in materia tributaria, senza riscontrare alcuna connessione tra il contenzioso volto al recupero del compenso professionale e la controversia di base, di natura tributaria.

Leggi dopo

L’avvocato può chiedere al cliente un compenso superiore a quello liquidato in sentenza

05 Novembre 2018 | di Rosa Villani

Cass. civ.

Compensi degli avvocati

Il cliente è sempre obbligato a corrispondere gli onorari e i diritti all’avvocato ed al procuratore da lui nominati ed il relativo ammontare deve essere determinato dal giudice nei suoi specifici confronti a seguito di procedimento monitorio o dal procedimento previsto dagli artt. 28 e 29 l. n. 794/1942, senza essere vincolato alla pronuncia sulle spese da pare del giudice che ha definito la causa cui le stesse si riferiscono.

Leggi dopo

Tardivo rilascio dell’immobile locato: la Cassazione fa il punto in tema di “domande nuove”

02 Novembre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Domande nuove

La Cassazione si pronuncia sulla produzione in giudizio di documenti formatisi successivamente alla domanda e al maturare delle preclusioni istruttorie, chiarendo in quali casi, nei giudizi di risarcimento del danno, sia da inadempimento contrattuale che da fatto illecito, non possano rinvenirsi domande nuove.

Leggi dopo

Nullità della procura alle liti per incertezza sul luogo di rilascio (Italia o Albania?)

31 Ottobre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Procura alle liti in generale

Quando non è possibile sapere con certezza qual è il luogo effettivo di rilascio della procura, questa potrebbe essere stata conferita all’estero. In tal caso, la procura sarebbe nulla, dato che i poteri di autentica conferiti dalla legge agli avvocati sono circoscritti ai confini nazionali.

Leggi dopo

Pagine