News

News

La Cassazione sull’ordinanza ex art. 423 c.p.c.: provvedimento non decisorio che non sopravviene all’eventuale estinzione del giudizio

22 Giugno 2017 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Ordinanza di pagamento di somme non contestate

L’eventuale estinzione del giudizio travolge l’ordinanza emessa ai sensi dell’art. 423 c.p.c. essendo questa un provvedimento a cognizione sommaria, privo di decisorietà e quindi non assimilabile alla sentenza di condanna generica.

Leggi dopo

Possibile depositare una seconda memoria istruttoria integrativa? Secondo il Tribunale di Mantova «No»

21 Giugno 2017 | di Redazione scientifica

Trib. Mantova

Memorie ex 183 cpc

Il giudice mantovano ritiene di non poter ammettere una seconda memoria istruttoria integrativa, poiché con il deposito della prima memoria, ai sensi dell’art. 183, comma 6, n. 2, si determina la consumazione del potere riconosciuto alla parte.

Leggi dopo

Appello privo di firma digitale: inammissibile per invalidità dell’atto introduttivo (e non per inesistenza della notifica)

20 Giugno 2017 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Processo civile telematico in corte d’appello

L’atto introduttivo del giudizio redatto in formato elettronico e privo di firma digitale è nullo, poiché detta firma è equiparata dal d.lgs. n. 82/2005 alla sottoscrizione autografa, che costituisce, ai sensi dell’art. 125 c.p.c., requisito di validità dell’atto introduttivo (anche del processo di impugnazione) in formato analogico.

Leggi dopo

La mediazione torna misura strutturale: eliminata l’obbligatorietà a tempo

16 Giugno 2017 | di Fabio Valerini

Conv. in legge, con modif., del d.l. 24 aprile 2017.pdf

Mediazione (in generale)

Con il voto di fiducia di oggi, il Senato ha approvato in via definitiva la legge di conversione del decreto-legge in materia finanziaria recante anche interventi in materia di sviluppo che contiene una norma molto attesa e, cioè, la decisione sulle sorti della mediazione civile e commerciale di cui al d.lgs. n. 28/2010.

Leggi dopo

Pubblicato in G.U. il Jobs Act autonomi: in vigore le modifiche al c.p.c.

15 Giugno 2017 | di Redazione scientifica

Legge 22 maggio 2017, n. 81

Controversie di lavoro

E’ stata pubblicata in G.U. la legge 22 maggio 2017, n. 81, cd. Jobs Act autonomi, che ha apportato modifiche agli artt. 409 e 634 c.p.c..

Leggi dopo

L’avvocato dopo la revoca non restituisce atti e documenti: da sanzionare con l’avvertimento

13 Giugno 2017 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Deontologia dell’avvocato

Ove l’avvocato venga sostituito dalla Cassa e lo stesso non restituisca gli atti e i documenti ricevuti dal cliente per l’espletamento dell’incarico e non consegni quindi di tutti gli atti e documenti, anche provenienti da terzi, concernenti l’oggetto del mandato al nuovo difensore nominato, deve essere sanzionato con l’avvertimento e non con la censura.

Leggi dopo

Ricorso in riassunzione inammissibile se non viene depositato in forma telematica

09 Giugno 2017 | di Redazione scientifica

Trib. Potenza

Deposito di atti e documenti nel processo telematico

Il Tribunale di Potenza ha dichiarato l’inammissibilità di un ricorso in riassunzione depositato in forma cartacea anziché telematica.

Leggi dopo

Al Giudice tributario la giurisdizione su pignoramento e notifica della cartella

08 Giugno 2017 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Opposizione a cartella di pagamento

Giurisdizione tributaria per opporsi al pignoramento per mancata notifica della cartella di pagamento. Questo quanto deciso dalle Sezioni Unite della Corte di Cassazione con la sentenza n. 13913/2017.

Leggi dopo

La data del deposito del ricorso per ingiunzione coincide con quella di citazione dell’accertamento negativo del credito, chi decide?

07 Giugno 2017 | di Redazione scientifica

Trib. Mantova

Iscrizione a ruolo

Nel caso in cui nello stesso giorno venga depositato il ricorso per ingiunzione e notificato l’atto di citazione per l’accertamento negativo del credito posto a fondamento del decreto ingiuntivo stesso, per determinare quale sia il Tribunale competente a decidere bisogna far riferimento alla data dell’iscrizione a ruolo.

Leggi dopo

Riforma della magistratura onoraria: per il Consiglio di Stato nessuna possibilità di stabilizzazione per i magistrati già in servizio

05 Giugno 2017 | di Redazione scientifica


Cons. Stato, commissione speciale, parere, 23 marzo 2017.pdf

Giudice di pace

Con la delega n. 57/2016, il Legislatore ha delegato al Governo l’attuazione della riforma organica della magistratura onoraria. Tale Legge prevede una disciplina transitoria per i magistrati onorari in servizio al momento di entrata in vigore del decreto legislativo o ovvero dell’ultimo dei decreti legislativi emanati in attuazione della delega. I potenziali destinatari di tale regime transitorio sono complessivamente 5200 magistrati (di cui: 1400 GdP, 2000 Got e infine 1800 Vpc). Come si concilia questo regime con l’aspettativa di stabilizzazione maturata negli anni dalla magistratura onoraria? In sede di attuazione della delega è possibile prevedere misure di stabilizzazione?

Leggi dopo

Pagine