News

News

Inderogabilità della fase preliminare sommaria delle opposizioni esecutive successive all’inizio dell’esecuzione

26 Ottobre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Opposizione all’esecuzione

Lo svolgimento della preliminare fase sommaria del giudizio di opposizione davanti al giudice dell'esecuzione, espressamente prevista dalla attuale formulazione dagli artt. 615, comma 2, e dagli artt. 617, comma 2, e 618, nonché dall'art. 619 c.p.c., non può essere ritenuta meramente facoltativa.

Leggi dopo

Deposito telematico della sentenza: per la decorrenza del termine «lungo» di impugnazione occorre la pubblicazione

25 Ottobre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Termini per l’impugnazione

Ai fini della verifica della tempestività dell’impugnazione, il giudice deve accertare quando la sentenza sia divenuta conoscibile attraverso il deposito ufficiale in cancelleria ed il suo inserimento nell’elenco cronologico con attribuzione del relativo numero identificativo.

Leggi dopo

Ricorso per cassazione: la copia notificata della sentenza impugnata non può essere prodotta dopo la scadenza del termine di legge

24 Ottobre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Ricorso per cassazione

Unitamente al deposito del ricorso nella cancelleria della Corte nel termine di venti giorni dall’ultima notificazione alle parti contro le quali è proposto, il ricorrente deve depositare, nello stesso termine, anche la copia della sentenza impugnata con la relazione di notificazione se questa è avvenuta.

Leggi dopo

La ricevuta online della raccomandata postale non dimostra l’avvenuta notifica del ricorso per cassazione

23 Ottobre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Notificazione a mezzo del servizio postale

Il deposito della stampa della pagina del servizio online delle Poste che attesta la consegna della raccomandata è inidonea a dimostrare l’avvenuta notificazione. Un avvocato vede così svanire la possibilità di ricorrere avverso l’ordinanza con cui il tribunale aveva rigettato la sua opposizione al decreto di pagamento della somma liquidata a titolo di compenso.

Leggi dopo

Sospensione del processo civile nella corretta interpretazione dell’art. 75, comma 3, c.p.p.: rimessione alle Sezioni Unite

22 Ottobre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Sospensione del processo

Le Sezioni Unite sono chiamate dall’ordinanza interlocutoria n. 25918/2018 (causa di risarcimento iniziata anche nei confronti dei responsabili civili dopo la sentenza penale di primo grado nei confronti del conducente-imputato) a fornire una finale interpretazione dell'art. 75, comma 3, c.p.p..

Leggi dopo

Aggiudicazione a prezzo ribassato: l’art. 572 c.p.c. novellato non si applica alle vendite anteriori alla novella

19 Ottobre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Espropriazione immobiliare

L’art. 572 c.p.c., come novellato dall’art. 13, comma 1, lett. r) del d.l. n. 83/2015, conv. dalla l. n. 132/2015, che permette l’aggiudicazione del bene ad un prezzo ribassato, non è applicabile se la vendita è stata disposta prima dell’entrata in vigore della novella legislativa.

Leggi dopo

Aziende ospedaliere universitarie: nulla, in mancanza di apposita deliberazione, la procura ad un avvocato del libero foro

18 Ottobre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Procura alle liti in generale

La facoltà per le Aziende ospedaliere universitarie di derogare in casi speciali al patrocinio autorizzato spettante per legge all'Avvocatura dello Stato, per avvalersi dell'opera di liberi professionisti, è subordinata, così come previsto dalla legge per le università statali a cui sono equiparate, all'adozione di una specifica e motivata deliberazione dell'ente da sottoporre agli organi di vigilanza per un controllo di legittimità.

Leggi dopo

“Rottamazione” cartelle: effetti sul giudizio di cassazione

17 Ottobre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Estinzione del processo

In presenza della dichiarazione del debitore di avvalersi della definizione agevolata con impegno a rinunciare al giudizio ai sensi dell'art. 6 del d.l. n. 193/2016, conv. con modif., nella l. n. 225/2016, cui sia seguita la comunicazione dell'esattore, il giudizio di cassazione deve essere dichiarato estinto ai sensi dell'art. 391 c.p.c..

Leggi dopo

Nulla e non inesistente la notificazione all’avvocatura dello Stato presso PEC desunta dall’IPA e non dal Reginde

16 Ottobre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Notificazione a mezzo posta elettronica

Pur rilevando il vizio della notifica del decreto ingiuntivo ottenuto nei confronti del Ministero della giustizia in quanto effettuata presso l’indirizzo PEC dell’Avvocatura dello Stato risultante dell’IPA, la Suprema Corte precisa che si tratta di un’ipotesi di nullità sanabile per raggiungimento dello scopo.

Leggi dopo

Non si sana la preclusione con la proposizione di un secondo giudizio riunito al primo

15 Ottobre 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.,

Preclusioni

Le decadenze processuali verificatesi nel giudizio di primo grado non possono essere aggirate dalla parte che vi sia incorsa mediante l’introduzione di un secondo giudizio che sia volto a superare le stesse decadenze. Perciò, operata la riunione delle due cause, ai sensi degli artt. 273 e 274 c.p.c., il giudice deve trattare soltanto la causa iniziata per prima, decidendo in base alle domande ed eccezioni ivi tempestivamente formulate e al materiale istruttorio in essa raccolto.

Leggi dopo

Pagine