News

News

Conseguenze della caducazione del titolo esecutivo nel corso del giudizio di opposizione

14 Aprile 2020 | di Paola Di Michele

Cass. civ.

Opposizione all’esecuzione

In tema di opposizione alla esecuzione, pur muovendo dalla condivisa affermazione della necessità di prendere in considerazione le vicende estintive del titolo esecutivo, anche se sopravvenute in corso di causa, ed anche se derivanti da motivi diversi da quelli dedotti in sede di opposizione, le diverse sezioni della Corte hanno poi tratto conseguenze diverse dal venir meno del titolo esecutivo in corso di causa, con significative ricadute sul tema della liquidazione delle spese di lite, dando vita recentemente ad un contrasto che ha determinato la trasmissione degli atti al Primo Presidente della Corte di cassazione.

Leggi dopo

Investitori e danni da omessa vigilanza di Consob e Banca d'Italia: la giurisdizione è del giudice ordinario

10 Aprile 2020 | di Giueseppina Satta

Cass. civ.

Giurisdizione

Le Sezioni Unite della Suprema Corte di cassazione hanno chiarito che sulle domande proposte dagli investitori ed azionisti nei confronti di Banca d'Italia e Consob per i danni conseguenti alla mancata, inadeguata o ritardata vigilanza nei confronti delle banche, sussiste la giurisdizione del giudice ordinario.

Leggi dopo

Decesso del legale costituito, riassunzione del processo e principio della libertà delle forme

09 Aprile 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Interruzione del processo

L’istanza di anticipazione di udienza (proposta prima dell’evento interruttivo) può valere quale ricorso per riassunzione.

Leggi dopo

Il rapporto fra il credito pignorato e gli atti interruttivi o sospensivi della prescrizione

08 Aprile 2020 | di Giuseppe Davide Giagnotti

Cass. civ.

Pignoramento (forma ed effetti del)

I principi che regolano gli effetti interruttivi della prescrizione, istantanei o permanenti, a seguito di esercizio dell’azione giudiziale, possono essere applicati solo con riguardo al diritto fatto valere dal creditore procedente verso il debitore e non con riguardo al credito del debitore nei confronti del terzo, che è piuttosto l’oggetto del pignoramento stesso.

Leggi dopo

COVID-19, dal Governo nuove misure per la giustizia

07 Aprile 2020 | di Redazione scientifica

Termini processuali in generale

Nell’ultimo Consiglio dei Ministri, il n. 39 del 6 aprile 2020, sono state adottate misure urgenti in materia di giustizia.

Leggi dopo

La Corte costituzionale sulle ipotesi di rimessione della causa al giudice di primo grado

06 Aprile 2020 | di Redazione scientifica

Corte cost.

Appello in generale

Con sentenza n. 58/20, la Consulta ha dichiarato infondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 354 c.p.c. nella parte in cui non prevede che il giudice d’appello debba rimettere la causa al giudice di primo grado in caso di mancato contraddittorio o di lesione del diritto di difesa di una delle parti.

Leggi dopo

Cassa Forense adotta nuove misure straordinarie, differiti anche i termini degli adempimenti previdenziali

06 Aprile 2020 | di Redazione scientifica

Avvocato

Cassa Forense ha adottato nuove misure straordinarie a favore di tutti gli iscritti, sia sotto il profilo degli adempimenti previdenziali, sia per quanto riguarda ulteriori interventi di natura assistenziale e di sostegno alla professione. Inoltre, la Cassa ha attivato un apposito indirizzo email al quale è possibile inviare richieste di modifica delle domande per il bonus 600 euro contenenti errori formali.

Leggi dopo

Coronavirus, dalla Cassazione il nuovo decreto che disciplina il procedimento civile e penale

02 Aprile 2020 | di Redazione scientifica

Corte di cassazione, decreto 31 marzo 2020, n. 47.pdf

Ricorso per cassazione

Il Primo Presidente della Corte di cassazione, con il decreto n. 47 dello scorso 31 marzo, ha apportato delle integrazioni e modificazioni al decreto n. 36 del 13 marzo 2020 impattanti sia sul processo civile che su quello penale.

Leggi dopo

Il difensore che rivendichi il pagamento dei compensi professionali deve provare tutti i fatti idonei a fondare la propria pretesa

01 Aprile 2020 | di Rosa Villani

Cass. civ.

Compensi degli avvocati

Il difensore che rivendichi in giudizio i compensi professionali per l'attività svolta in favore del proprio cliente deve, oltre ad allegare, anche provare nel corso dell'istruttoria, l'esistenza di tutte le circostanze e fatti costituivi idonei a dimostrare e fondare la pretesa derivante dai diritti dallo stesso azionati.

Leggi dopo

Condanna alle spese e principio della domanda: il Giudice può liquidare un importo superiore rispetto a quello indicato nella nota spese?

31 Marzo 2020 | di Eleonora M. P. Ruggieri

Cass. civ.

Spese del giudizio

La nota spese ex art. 75 disp. att. c.p.c. funge da limite al potere del giudice di liquidazione dei compensi alla parte vittoriosa in quanto, quando la parte presenta la nota spese specificando la somma domandata, il giudice non può attribuire alla parte, a titolo di rimborso delle spese, una somma di entità superiore. Tale valenza vincolante della nota spese permane anche nel caso in cui medio tempore siano stati modificati per legge i parametri cui il giudice è tenuto a fare riferimento, in difetto di una specifica attività della parte interessata.

Leggi dopo

Pagine