News

News

La valutazione di credibilità del richiedente la protezione internazionale non è censurabile in sede di legittimità

29 Maggio 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Riconoscimento della protezione internazionale (semplificazione dei riti)

La valutazione in ordine alla credibilità del racconto del cittadino straniero costituisce un apprezzamento di fatto rimesso al giudice del merito non censurabile in sede di legittimità se non ai sensi dell’art. 360, comma 1, n. 5 c.p.c.

Leggi dopo

Emergenza COVID-19, Fase-2: ecco le Linee Guida per lo svolgimento dell'attività giudiziaria

28 Maggio 2020 | di Redazione scientifica

Linee Guida App. Bari.pdf

Avvocato

Linee guida per lo svolgimento dell'attività giudiziaria adottate presso alcuni dei più importanti Tribunali italiani nella fase 2 dell'emergenza epidemiologica.

Leggi dopo

No alla protezione umanitaria se il richiedente non è credibile

27 Maggio 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Riconoscimento della protezione internazionale (semplificazione dei riti)

Il riconoscimento della protezione umanitaria deve essere frutto di una valutazione autonoma in relazione a una condizione di vulnerabilità personale; e, rispetto a tale condizione, è rilevante la credibilità soggettiva, in assenza di prove del racconto dell'interessato e in difetto di sollecitazioni ad acquisizioni documentali.

Leggi dopo

Sull'efficacia dell'ordinanza di assegnazione posta alla base del precetto opposto

26 Maggio 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Assegnazione (ordinanza di)

L'art. 141, comma 1-bis, d.l. n. 669/1996, come modificato dall'art. 44, comma 3, lett. b) d.l. n. 20 settembre 2003, convertito in l. n. 326/2003, introduce un termine di decadenza annuale per mettere in esecuzione l'ordinanza di assegnazione nei confronti delle PP.AA. ed enti equiparati, applicabile dall'entrata in vigore della norma, ossia il 25 novembre 2003.

Leggi dopo

Risarcimento danni per diffamazione: sussiste rapporto di pregiudizialità tra procedimento penale e civile?

26 Maggio 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Impugnazioni in generale

Non sussiste rapporto di pregiudizialità tra il processo penale avente ad oggetto i reati di falso e truffa ed il processo civile volto ad ottenere una pronuncia ex art. 2932 c.c.. Infatti, per rendere dipendente la decisione civile dalla definizione del giudizio penale, non basta che nei due processi rilevino gli stessi fatti, ma…

Leggi dopo

Udienza civile da remoto, ma con il giudice in tribunale: la questione alla Consulta

25 Maggio 2020 | di Fabio Valerini

Trib. Mantova

Trib. Mantova, ord., 19 maggio 2020.pdf

Udienza di trattazione

Il Tribunale di Mantova con l'ordinanza del 19 maggio 2020 ha sollevato la questione di legittimità costituzionale della norma del decreto-legge n. 18/2020 che impone al giudice civile (e solo a lui) di tenere l'udienza da remoto dall'ufficio giudiziario.

Leggi dopo

L'importo precettato limita l'oggetto del processo esecutivo

22 Maggio 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Pignoramento presso terzi

Il limite di cui all'art. 546, comma 1, c.p.c. e riferito all'importo del credito precettato, aumentato della metà, individua anche l'oggetto del processo esecutivo.

Leggi dopo

La relazione dell'ufficiale giudiziario non è soggetta a querela di falso

21 Maggio 2020 | di Ilaria Pietroletti

Cass. civ.

Relazione di notificazione

Nel caso di notifica ai sensi dell'art. 140 c.p.c., la relazione dell'ufficiale circa l'effettiva residenza (o dimora o domicilio) del destinatario dell'atto, presso l'indirizzo indicato dal notificante, costituisce mera presunzione, superabile con qualsiasi mezzo di prova, senza necessità di ricorrere alla querela di falso.

Leggi dopo

Mancato adeguamento delle tariffe degli ausiliari del giudice: disciplina incostituzionale?

19 Maggio 2020 | di Giuseppe Marino

Corte cost.

Corte cost., sent., 15 maggio 2020, n. 89.pdf

Compensi dei consulenti tecnici e degli altri ausiliari

In tema di onorari degli ausiliari del magistrato, spettando all’amministrazione la competenza per la determinazione degli adeguamenti, non è certo irragionevole che questa possa valutare, preliminarmente, se procedere ad un adeguamento che consenta il mero recupero dell’inflazione o, invece, a più consistenti modifiche tariffarie, secondo criteri di apprezzamento di natura politica.

GRATIS PER 1 SETTIMANA

Impugnativa del preavviso di fermo amministrativo, la competenza è del Giudice di Pace

18 Maggio 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Fermo amministrativo di beni mobili registrati

In tema di sanzioni amministrative per violazione del c.d.s., la competenza del GdP è per materia in ordine sia alle controversie aventi ad oggetto opposizione a verbale di accertamento sia a quelle aventi ad oggetto opposizione ad ordinanza-ingiunzione; e lo stesso vale con riferimento all’impugnativa del preavviso di fermo.

Leggi dopo

Pagine