News

News

Patrocinio a spese dello Stato: dovuto il compenso anche in caso di cancellazione della causa

18 Aprile 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Patrocinio a spese dello stato

L’ammissione al patrocinio a spese dello Stato, fino a quando non sia revocata, continua, pur in caso di composizione della lite, a produrre i suoi effetti, vale a dire l’obbligo dello Stato di procedere all’anticipazione degli onorari e delle spese dovuti al difensore, il quale, pertanto, ha il diritto alla relativa liquidazione: all’Erario, piuttosto, spetta il diritto al relativo recupero, ove ne sussistano le condizioni.

Leggi dopo

Presupposti per il raddoppio del contributo unificato in caso di ammissione al gratuito patrocinio

15 Aprile 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Contributo unificato

L’ammissione del ricorrente al patrocinio a spese dello Stato non preclude la dichiarazione di sussistenza dei presupposti per il versamento dell’ulteriore importo a titolo di contributo unificato ai sensi dell’art. 13, comma 1-quater, d.P.R. n. 115/2002.

Leggi dopo

Termini per l’impugnazione per revocazione: la parola alle Sezioni Unite

11 Aprile 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Revocazione, impugnazione per

Viene rimessa al Primo Presidente, perché valuti l’opportunità di demandare all’esame delle Sezioni Unite, la questione di massima di particolare importanza attinente l’interpretazione della disciplina transitoria dei termini per la richiesta di revocazione della sentenza.

Leggi dopo

Procedimento di mediazione: la Cassazione si esprime per la prima volta sugli aspetti essenziali

10 Aprile 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Mediazione obbligatoria e processo

La Suprema Corte affronta per la prima volta alcune questioni in tema di mediazione obbligatoria, introdotta come condizione di procedibilità di una vasta serie di controversie dal d.lgs. n. 28/2010 e successive modifiche.

Leggi dopo

La Corte costituzionale si pronuncia sul perfezionamento della notifica oltre le ore 21

09 Aprile 2019 | di Redazione scientifica

Corte cost.

Corte cost., sent., 9 aprile 2019, n. 75.pdf

Notifiche telematiche

Nell’ambito del giudizio di legittimità costituzionale promosso dalla Corte d’appello di Milano, la Consulta ha affermato l’illegittimità dell’art. 16-septies d.l. n. 179/2012 nella parte in cui prevede che se la ricevuta di accettazione della notifica telematica è generata dopo le ore 21 ed entro le ore 24, la notificazione si perfeziona per il notificante alle ore 7 del giorno successivo, anziché al momento in cui è generata la predetta ricevuta.

Leggi dopo

Omesso pagamento del contributo unificato: la notifica nel domicilio eletto è incostituzionale?

08 Aprile 2019 | di Giuseppe Marino

Corte cost.

Contributo unificato

La notifica nel domicilio eletto dell’invito al pagamento del contributo unificato non versato non viola il fondamentale diritto del destinatario ad essere posto in condizione di conoscere, con l’ordinaria diligenza e senza necessità di effettuare ricerche di particolare complessità, il contenuto dell’atto e l’oggetto della procedura instaurata nei suoi confronti.

Leggi dopo

Prescrizione dell’azione disciplinare nei confronti degli avvocati

05 Aprile 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Avvocato

Agli effetti della prescrizione dell'azione disciplinare regolata dall'art. 51 del r.d.l. 27 novembre 1933, n. 1578 occorre distinguere il caso, previsto dall'art. 38, in cui il procedimento disciplinare tragga origine da fatti punibili solo in tale sede, in quanto violino esclusivamente i doveri di probità, correttezza e dirittura professionale, dal caso, previsto dall'art. 44, che ricorre nella fattispecie, in cui il procedimento disciplinare abbia luogo per fatti costituenti anche reato e per i quali sia stata iniziata l'azione penale.

Leggi dopo

Il Senato ha approvato la riforma della class action

04 Aprile 2019 | di Redazione scientifica

Testo definitivo approvato dal Senato.pdf

Class actions

I voti a favore sono stati 206, 1 contrario, mentre 44 Senatori si sono astenuti. Passa dunque all’esame definitivo del Senato la riforma della class action che transita dal codice del consumo al codice di procedura civile.

Leggi dopo

Notificazione dell’ordinanza ingiunzione: si può impiegare la posta privata

03 Aprile 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Notificazione in generale

Atteso che il riferimento alle modalità di cui alla l. n. 890/1982 va inteso quale mera previsione di un ulteriore strumento di notificazione di cui i soggetti al riguardo abilitati (e pertanto anche quello gestore del servizio privato) possono avvalersi, decisivo rilievo assume la circostanza che il provvedimento di ordinanza-ingiunzione emanato dall’autorità amministrativa competente secondo le previsioni della l. n. 689/1981 ha natura di atto amministrativo e non già giudiziario, e non concerne violazioni al codice della strada, risultando pertanto legittima la relativa notificazione a mezzo servizio di posta privata.

Leggi dopo

Le regole deontologiche per l’avvocato nel trattamento dei dati entrano nel codice della privacy

28 Marzo 2019 | di Redazione scientifica

Deontologia dell’avvocato

Con il decreto del Ministero della Giustizia 15 marzo 2019, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 26 marzo 2019, n. 72, le «Regole deontologiche relative al trattamento di dati personali effettuati per svolgere investigazioni difensive o per fare valere o difendere un diritto in sede giudiziaria», di cui alla delibera del Garante Privacy n. 512 del 19 dicembre 2018, sono state inserite nell'allegato A) al d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196.

Leggi dopo

Pagine