News

News

Sanzione disciplinare per l’avvocato che produce in giudizio la corrispondenza con il difensore di controparte

22 Settembre 2017 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Deontologia dell’avvocato

Ai sensi dell’art. 28 cod. deont. (vecchio testo) sussiste il divieto assoluto di esibizione in giudizio di corrispondenza con colleghi contenente proposte transattive, anche quando sia intervenuto l’invito del giudice a transigere. Ove l’avvocato violi tale divieto, sarà soggetto a sanzione disciplinare.

Leggi dopo

Il giudice del rinvio non può rilevare, per la prima volta, la non integrità del contraddittorio

22 Settembre 2017 | di Redazione scientifica

Cass. civ., sez. VI, ord., 11 settembre 2017, n. 21096

Giudizio di rinvio

Nel giudizio di rinvio dalla Corte di cassazione non può essere eccepita o rilevata d’ufficio la non integrità del contraddittorio a causa di un’esigenza originaria di litisconsorzio (art. 102 c.p.c.) quando tale questione non sia stata dedotta con il ricorso per cassazione e rilevata dal giudice di legittimità.

Leggi dopo

Fuori dai suoi poteri, l’amministratore di condominio può agire in giudizio solo con l’autorizzazione dell’assemblea o successiva ratifica

21 Settembre 2017 | di Redazione scientifica

App. Milano, sez. II, sent., 22 marzo 2017.pdf

Cause condominiali

Nelle controversie non rientranti tra quelle che può autonomamente proporre, l’amministratore di condominio deve munirsi di autorizzazione assembleare. L'operato dell'amministratore che abbia agito senza tale autorizzazione deve essere ratificato dall’assemblea, cioè sanato ex tunc, per evitare la pronuncia di inammissibilità dell'atto di impugnazione.

Leggi dopo

Diniego protezione internazionale: l’appello va proposto con atto di citazione

19 Settembre 2017 | di Redazione scientifica

Cass. civ., sez. VI, ord., 11 settembre 2017, n. 21030

Riconoscimento della protezione internazionale (semplificazione dei riti)

In materia di immigrazione, l’appello contro il diniego di protezione internazionale va proposto con atto di citazione ex art. 702-quater c.p.c., da notificarsi, ai fini della verifica della tempestività dell’impugnazione, entro trenta giorni.

Leggi dopo

Contro l’ordinanza di ricusazione dell’arbitro non è ammesso ricorso per cassazione

18 Settembre 2017 | di Redazione scientifica

Cass. civ., sez. I, sent., 31 agosto 2017, n. 20615

Arbitrato

L’ordinanza che si pronuncia sull’istanza di ricusazione dell’arbitro non è impugnabile in Cassazione innanzitutto per espressa previsione del comma 3, art. 815, c.p.c.. Non è neppure ammesso ricorso straordinario ex art. 111 Cost. poiché è un provvedimento meramente ordinatorio e strumentale.

Leggi dopo

La diversa causa petendi nei giudizi pendenti contemporaneamente fra le stesse parti esclude la continenza delle cause

15 Settembre 2017 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Continenza

La netta distinzione nei giudizi, pendenti contemporaneamente davanti a giudici diversi, della causa petendi e del petitum sostanziale esclude la continenza tra le cause.

Leggi dopo

Quando una prova può dirsi nuova e indispensabile

13 Settembre 2017 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Prove (nuove) in appello

La Corte di legittimità ribadisce ed applica il principio di diritto affermato dalle Sezioni Unite Civili nella sentenza n. 10790/2017.

Leggi dopo

Atti e provvedimenti chiari e sintetici: le nuove linee guida dell’Osservatorio sulla Giustizia Civile

11 Settembre 2017 | di Redazione scientifica

Processo civile telematico

L’Assemblea Nazionale degli Osservatori sulla Giustizia Civile ha approvato un documento nel quale vengono proposte delle Linee Guida per la redazione degli atti processuali civili, di parte e del giudice all’insegna della chiarezza e della sinteticità.

Leggi dopo

Rinuncia al ricorso dopo la comunicazione della fissazione della pubblica udienza: la Corte deve pronunciarsi con ordinanza

07 Settembre 2017 | di Redazione scientifica

Cass. civ., Sez. Unite, ord., 2 agosto 2017, n. 19169

Estinzione del processo

La decisione della Corte di Cassazione sull’estinzione per rinuncia intervenuta dopo la comunicazione della fissazione della trattazione in pubblica udienza, deve essere assunta con ordinanza, ove la Corte non debba decidere su altri ricorsi.

Leggi dopo

La nomina di un secondo ctu non comporta automaticamente la costituzione di un collegio né una maggiorazione dei compensi

31 Agosto 2017 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Compensi dei consulenti tecnici e degli altri ausiliari

Se la nomina di un secondo consulente, con le medesime competenze del primo, dipende da una sola questione quantitativa e non qualitativa di lavoro, non si ha la costituzione automatica di un collegio peritale e, pertanto, non può farsi valere la prevista maggiorazione dei compensi.

Leggi dopo

Pagine