Giurisprudenza sovranazionale

Giurisprudenza sovranazionale

Alimenti: l’avente diritto può ottenere l’esecuzione in qualsiasi Stato membro presentando direttamente la domanda all’autorità competente

17 Febbraio 2017 | di Elena D'Alessandro

Cgue

Criteri di collegamento della giurisdizione nelle controversie europee in materia civile e commerciale

Le disposizioni del capo IV del regolamento (CE) n. 4/2009 del Consiglio, del 18 dicembre 2008, relativo alla competenza, alla legge applicabile, al riconoscimento e all’esecuzione delle decisioni e alla cooperazione in materia di obbligazioni alimentari devono essere interpretate nel senso che un creditore di alimenti, il quale ha ottenuto una decisione in suo favore in uno Stato membro e che desidera ottenerne l’esecuzione in un altro Stato membro, può presentare la sua domanda direttamente all’autorità competente.

Leggi dopo

Violazione di modelli industriali in Spagna da parte della società con sede in Italia, di chi è la giurisdizione?

10 Febbraio 2017 | di Elena D'Alessandro

Tribunal Supremo

Criteri di collegamento della giurisdizione nelle controversie europee in materia civile e commerciale

Stante il rinvio contenuto all’art. 79, par. 1, Reg. n. 6/2002 alla Convenzione di Bruxelles del 1968 - da intendersi mutatis mutandis come riferito anche al successivo Reg. n. 44/2001 nonché al Reg. n. 1215/2012 - sarebbe stato possibile fare applicazione dell’art. 6, n. 1, Reg. n. 44/2001 per attrarre la convenuta italiana alla giurisdizione spagnola.

Leggi dopo

Vendita online e azione risarcitoria: qual è il luogo in cui il danno si è prodotto?

02 Gennaio 2017 | di Elena D'Alessandro

Cgue

Criteri di collegamento della giurisdizione nelle controversie europee in materia civile e commerciale

L’art. 5, punto 3, del regolamento (CE) n. 44/2001 del Consiglio, del 22 dicembre 2000, deve essere interpretato nel senso che si deve considerare come luogo in cui il danno si è prodotto il territorio dello Stato membro che protegge detto divieto di vendita mediante l’azione in questione, territorio nel quale l’attore asserisce di aver sofferto una riduzione delle proprie vendite.

Leggi dopo

La deroga alla regola della priorità si applica anche per le clausole asimmetriche

16 Dicembre 2016 | di Elena D'Alessandro

High Court of Justice

Criteri di collegamento della giurisdizione nelle controversie europee in materia civile e commerciale

L’articolo 31, par. 1, del regolamento (CE) n. 1215/2012 laddove prevede una deroga alla regola della priorità prevista per la litispendenza solo in presenza di una clausola attributiva della giurisdizione esclusiva, trova applicazione anche...

Leggi dopo

Procedura di insolvenza e disposizioni di diritto interno dello Stato di apertura

02 Dicembre 2016 | di Elena D'Alessandro

Esecuzione delle decisioni in materia civile e commerciale (reg. ce n. 1215/2012)

L’articolo 4 del regolamento (CE) n. 1346/2000, relativo alle procedure di insolvenza, deve essere interpretato nel senso che rientrano nel suo ambito d’applicazione le disposizioni del diritto interno dello Stato membro sul territorio del quale una procedura di insolvenza è aperta.

Leggi dopo

La competenza speciale in caso di annullamento di donazione per incapacità d’agire del donante

22 Novembre 2016 | di Elena D'Alessandro

CGUE

Esecuzione delle decisioni in materia civile e commerciale (reg. ce n. 1215/2012)

L’azione di annullamento di un atto di donazione di un immobile per incapacità di agire del donante rientra nella competenza speciale di cui all’articolo 7, punto 1, lett. a), del regolamento UE n. 1215/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 12 dicembre 2012.

Leggi dopo

Il debitore di imposte fondiarie deve tollerare l’esecuzione forzata del titolo del credito fiscale

08 Novembre 2016 | di Elena D'Alessandro

C. Giust. Ue

Esecuzione forzata (in generale)

L’art. 5 del reg. (CE) n. 1346/2000 del Consiglio, del 29 maggio 2000, relativo alle procedure di insolvenza, deve essere interpretato nel senso che costituisce un «diritto reale»...

Leggi dopo

Norme di applicazione necessaria diverse da quelle dello Stato del foro

28 Ottobre 2016 | di Elena D'Alessandro

C. Giust. UE

Criteri di collegamento della giurisdizione nelle controversie europee in materia civile e commerciale

Il giudice del foro può prendere in considerazione altre norme di applicazione necessaria in quanto elementi di fatto nei limiti in cui ciò è previsto dal diritto nazionale applicabile al contratto in forza delle disposizioni del Reg. 593/2008

Leggi dopo

Decesso di uno dei coniugi: possibile azione di annullamento proposta da un terzo?

24 Ottobre 2016 | di Elena D'Alessandro

C. Giust. UE

Criteri di collegamento della giurisdizione nelle controversie europee in materia di scioglimento del matrimonio (reg. ce n. 2201/2003)

L’azione per l’annullamento del matrimonio proposta da un terzo successivamente al decesso di uno dei coniugi rientra nell’ambito di applicazione del regolamento n. 2201/2003.

Leggi dopo

Accordo stragiudiziale, arricchimento indebito e art. 6 Reg. CE 44/2001

17 Ottobre 2016 | di Elena D'Alessandro

Corte Giust. UE

Riconoscimento delle decisioni in materia civile e commerciale (reg. ce n. 1215/2012)

Interpretazione dell’art. 6, punto 3, del regolamento (CE) n. 44/2001 del Consiglio, del 22 dicembre 2000, concernente la competenza giurisdizionale, il riconoscimento e l’esecuzione delle decisioni in materia civile e commerciale. Arricchimento indebito e art. 6 Reg. CE 44/2001

Leggi dopo

Pagine