Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Difetto di ius postulandi dell’avvocato stabilito: nullità insanabile?

31 Luglio 2018 | di Vincenza Di Cristofano

Trib. Milano

Procura alle liti in generale

La questione giuridica esaminata dalla pronuncia in commento riguarda la validità della procura alle liti rilasciata a favore di un avvocato stabilito in assenza di un'intesa con l'avvocato italiano affiancante. Il difetto dello ius postulandi da parte dell'avvocato stabilito produce una nullità sanabile ai sensi dell'art. 182, comma 2, c.p.c.?

Leggi dopo

Omessa riproposizione della domanda in sede di precisazione delle conclusioni

30 Luglio 2018 | di Francesco Bartolini

Cass. civ.

Conclusioni

La questione in esame nella pronuncia in commento è la seguente: l'omessa riproposizione di una domanda in sede di precisazione delle conclusioni è ragione sufficiente per desumerne la rinuncia o l'abbandono?

Leggi dopo

Obblighi e limiti dell'assicuratore RC chiamato in causa di tenere indenne dalle spese di lite il garantito

26 Luglio 2018 | di Sergio Matteini Chiari

Cass. civ.

Spese del giudizio

La Suprema Corte, nella pronuncia in commento, si è occupata di stabilire se e in quali limiti l'assicurato contro i rischi della responsabilità civile abbia diritto di essere tenuto indenne dal proprio assicuratore delle spese processuali che sia stato costretto a rifondere al terzo danneggiato, nonché delle spese sostenute per resistere alla pretesa di quest'ultimo.

Leggi dopo

L'omessa sottoscrizione dell'indice del fascicolo da parte del cancelliere è mera irregolarità formale

25 Luglio 2018 | di Francesco Agnino

Cass. civ.

Fascicolo di parte

La questione in esame nella pronuncia in commento è la seguente: in caso di omessa sottoscrizione da parte del cancelliere dell’indice del fascicolo sono utilizzabili i documenti inseriti nell’indice?

Leggi dopo

Termine “breve” per l'appello nel procedimento sommario di cognizione ex art. 702-bis c.p.c.

24 Luglio 2018 | di Lorenzo Balestra

Cass. civ.

Rito sommario c.d. semplificato (semplificazione dei riti)

Nella sentenza in commento, la Corte di legittimità analizza la struttura del procedimento sommario di cognizione regolato dagli artt. 702-bis e ss. c.p.c. con riferimento alla decorrenza del termine per proporre appello avverso l'ordinanza resa in primo grado nell'ambito di quel procedimento.

Leggi dopo

Il termine “lungo” di revocazione delle sentenze di Cassazione

23 Luglio 2018 | di Francesco Bartolini

Cass. civ.

Revocazione delle sentenze della corte di cassazione

La questione oggetto della decisione in commento attiene al termine di proposizione dell’impugnazione per revocazione delle sentenze della Corte di cassazione.

Leggi dopo

Gli effetti dell'accordo transattivo avente ad oggetto il compenso all'avvocato distrattario

19 Luglio 2018 | di Vito Amendolagine

Cass. civ.

Distrazione delle spese

L'accordo transattivo stipulato tra l'avvocato della parte e la controparte, avente ad oggetto il pagamento del compenso spettante al medesimo difensore ex art. 93 c.p.c., può ritenersi implicitamente esteso anche alla disposizione della lite, al fine di integrare un atto stragiudiziale dimostrativo della volontà di rinunciare a proseguire il giudizio pendente in grado di appello?

Leggi dopo

La successione dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione ad Equitalia non comporta l’interruzione dei processi pendenti

18 Luglio 2018 | di Rosaria Giordano

Cass. civ.

Successione nel diritto controverso

La successione dell’Agenzia delle Entrate-riscossione nei rapporti, anche processuali, delle società del Gruppo Equitalia costituisce una successione ex art. 111 c.p.c., e non ai sensi dell’art. 110 c.p.c., poiché, in ragione del “venir meno” della parte, è stato normativamente individuato un soggetto giuridico destinatario del trasferimento delle funzioni precedentemente attribuito alla stessa, sicché i giudizi pendenti proseguono regolarmente, con il subentro del successore, senza necessità di interruzione.

Leggi dopo

Riforma parziale della sentenza: quando il beneficiario della condanna alle spese può agire per l'intero?

17 Luglio 2018 | di Francesco Agnino

Cass. civ.

Spese del giudizio

La Suprema Corte, nella pronuncia in commento, si è occupata di rispondere al seguente quesito: la parte processuale nei confronti della quale sono state liquidate in solido, le spese di lite, può agire per l'interno nei confronti della parte soccombente, quando la sentenza di appello pur accogliendo parzialmente il gravame, conferma la statuizione sulle spese?

Leggi dopo

La domanda di rinvio per la precisazione delle conclusioni e la rinuncia implicita alla prova testimoniale

16 Luglio 2018 | di Clementina Pietraroia

Cass. civ.

Ammissione delle prove

La Corte di cassazione con l’ordinanza in commento si interroga sulla seguente questione: è possibile intendere come rinunciate la istanze istruttorie che, ancorché richieste nelle fase introduttiva del giudizio e reiterate nell’udienza di precisazione delle conclusioni, non siano riproposte nell’udienza di ammissione dei mezzi istruttori, in cui il procuratore costituitosi si è invece limitato a chiedere il rinvio per precisazione delle conclusioni?

Leggi dopo

Pagine