Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

La rilevabilità d'ufficio della nullità del patto di quota lite per “incongruità” del compenso

03 Febbraio 2020 | di Mariantonietta Salerno

Cass. civ.

Compensi degli avvocati

La questione in esame nella pronuncia in commento è la seguente: il giudice può sempre rilevare la nullità per carenza di congruità del patto di quota lite, con riferimento alla modifica dell'art. 45 del codice deontologico forense, che consente all'avvocato di pattuire «con il cliente compensi parametrati al raggiungimento degli obiettivi perseguiti», alla condizione, tuttavia, «che i compensi siano proporzionati all'attività svolta».

Leggi dopo

Inammissibilità del ricorso per invalidità della procura speciale: gli oneri del giudizio gravano sul difensore

30 Gennaio 2020 | di Rosaria Giordano

Cass. civ.

Procura nel giudizio di cassazione

La questione principale esaminata dalla Suprema Corte attiene alle conseguenze della mancanza di una valida procura speciale per proporre il ricorso per cassazione in ordine all'individuazione del soggetto sul quale devono gravare gli oneri del giudizio, compreso il pagamento del raddoppio del contributo unificato dovuto in caso di inammissibilità dell'impugnazione proposta ex art. 13 del d.P.R. n. 115/2002.

Leggi dopo

Dovere del conservatore dei registri immobiliari di cancellare i vincoli ex art. 586 c.p.c.

29 Gennaio 2020 | di Pasqualina Farina

Trib. Milano

Espropriazione forzata

Il conservatore dei registri immobiliari deve procedere alla cancellazione di un'iscrizione ipotecaria o della trascrizione del pignoramento ordinata con decreto di trasferimento?

Leggi dopo

Il principio di immanenza della prova secondo la (non condivisibile) giurisprudenza della Corte di cassazione

28 Gennaio 2020 | di Roberta Metafora

Cass. civ.

Prove in generale

Con la sentenza in commento, la Corte di cassazione torna sul principio di acquisizione processuale, limitandosi a ribadire in maniera acritica e tralaticia i precetti già affermati in precedenza dalle Sezioni Unite.

Leggi dopo

Modificabilità in appello della domanda di condanna solidale in domanda di condanna pro quota

27 Gennaio 2020 | di Sergio Matteini Chiari

Cass. civ.

Domanda

La questione giuridica affrontata dalla Suprema Corte nella pronuncia in esame è stata quella di stabilire se in sede di gravame sia consentito al creditore modificare la domanda originaria di condanna solidale dei convenuti in una domanda che, sulla base del medesimo titolo, sia diretta a conseguire la condanna di ciascuno degli stessi pro quota.

Leggi dopo

Le preclusioni nel rito del lavoro: condizioni e limiti di ammissibilità della produzione tardiva di documenti

23 Gennaio 2020 | di Ida Ponticelli

Cass. civ.

Rito del lavoro c.d. semplificato (semplificazione dei riti)

Nella pronuncia in esame la Suprema Corte affronta il problema dell'ammissibilità delle produzioni documentali tardive, delineando le condizioni e i limiti entro cui è possibile, per le parti e per il giudice, derogare alle preclusioni probatorie che scandiscono i tempi e le fasi del processo del lavoro.

Leggi dopo

Validità della notifica in proprio a mezzo PEC ad uno solo dei codifensori ai fini della decorrenza del termine breve

22 Gennaio 2020 | di Matteo Schiavone, Francesco Pedroni

Cass. civ.

Notificazione a mezzo posta elettronica

In caso di mandato ad litem a più difensori (che si presume disgiunto) la notifica della sentenza di primo grado ai fini della decorrenza del termine breve di impugnazione, effettuata via PEC ad uno solo dei difensori costituiti in primo grado è sufficiente per il raggiungimento dello scopo.

Leggi dopo

La decorrenza del termine per la notifica del decreto cautelare corretto per errore materiale

21 Gennaio 2020 | di Rosaria Giordano

Trib. Napoli

Decreto cautelare

Due le questioni processuali affrontate dal tribunale di Napoli nell'ordinanza in esame, ovvero se sia possibile che il termine perentorio di otto giorni per la notifica del decreto cautelare possa decorrere dalla correzione di tale provvedimento sotto altro profilo e se legittimi una notifica “tardiva” l'erronea indicazione di un termine superiore da parte del giudice.

Leggi dopo

Intervento chiarificatore della Cassazione in tema di difesa in giudizio di Agenzia delle Entrate – Riscossione

20 Gennaio 2020 | di Giuseppe Lauropoli

Cass. civ.

Difesa tecnica

Le Sezioni Unite sono state chiamate a pronunciarsi sulla corretta interpretazione da attribuire all'art. 1, comma 8, d.l. n. 193/2016 (provvedimento istitutivo di Agenzia delle Entrate – Riscossione) e alla successiva norma di interpretazione autentica di tale disposizione, introdotta con l'art. 4-novies del d.l. n. 34/2019: in particolare, la questione controversa concerne la assunzione della difesa in giudizio di Agenzia della Entrate – Riscossione da parte di avvocati del libero foro, essendo emersa la necessità di chiarire se, sulla base delle menzionate disposizioni, tale agente della riscossione disponga sempre della facoltà, alternativa alla possibilità di avvalersi della difesa dell'Avvocatura dello Stato, di avvalersi di avvocati del libero foro, ovvero se una tale facoltà possa essere esercitata solo in presenza di ben precise condizioni.

Leggi dopo

Principio di non contestazione e sindacato di legittimità

16 Gennaio 2020 | di Francesco Bartolini

Cass. civ.

Disponibilità delle prove

Nella pronuncia in commento la Suprema Corte si è occupata della questione avente ad oggetto l'ambito applicativo del principio di non contestazione e la sindacabilità, sotto il profilo del vizio di motivazione, dell'apprezzamento di rilevanza e sufficienza delle prove compiuto dal giudice del merito.

Leggi dopo

Pagine