Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

La fotocopia non autenticata dell'avviso di ricevimento può provare il perfezionamento della notifica

13 Novembre 2017 | di Sergio Matteini Chiari

Cass. civ.

Notificazione a mezzo del servizio postale

La Cassazione affronta due questioni giuridiche: la prima consiste nello stabilire se è rituale la notificazione dei verbali di accertamento delle infrazioni al codice della strada sottesi alla cartella di pagamento impugnata, a fronte della produzione in giudizio di copia fotografica degli avvisi di ricevimento; la seconda nello stabilire se è rituale la stessa notificazione, eseguita a mani del portiere, senza attestazione dell'avvenuta ricerca delle altre persone abilitate.

Leggi dopo

Il ricorso straordinario per cassazione non è proponibile contro il provvedimento cautelare

09 Novembre 2017 | di Livia Di Cola

Cass. civ.

Ricorso c.d. straordinario per cassazione

Nella sentenza in commento viene proposta all'attenzione della Suprema Corte di Cassazione l’annosa questione dei provvedimenti impugnabili mediante ricorso in Cassazione secondo l’art. 111, comma 7, Cost..

Leggi dopo

La revoca del decreto ingiuntivo che costituisce titolo esecutivo, fra impossibile reviviscenza e principio del contraddittorio

08 Novembre 2017 | di Alessandro Farolfi

Cass. civ.

Opposizione all’esecuzione

Con la decisione in commento la Suprema Corte affronta due “snodi” processuali particolarmente rilevanti dal punto di vista pratico ed operativo: quello dell’ambito di applicazione del cd. divieto di sentenze della cd. “terza via” e quello del potere ufficioso di verifica del titolo esecutivo da parte del giudice dell’opposizione all’esecuzione, unitamente agli effetti che determina la revoca del decreto ingiuntivo.

Leggi dopo

L'interruzione del processo è automatica in caso di morte del difensore?

07 Novembre 2017 | di Selene Bologna

Cass. civ.

Interruzione del processo

La Corte di Cassazione è tornata sulla questione dell'interruzione del processo: si verifica automaticamente oppure è necessaria la prova del concreto pregiudizio arrecato al diritto di difesa?

Leggi dopo

Revoca giudiziale dell'amministratore di condominio: è proprio necessaria la mediazione?

06 Novembre 2017 | di Roberta Nardone

Trib. Vasto, ord., 4 maggio 2017.pdf

Mediazione (in generale)

Il Tribunale di Vasto si è pronunciato nel senso dell'obbligatorietà della procedura di mediazione anche per i procedimenti finalizzati alla revoca giudiziale dell'amministratore di condominio, sebbene questi ultimi seguano le forme del rito camerale, sulla considerazione che l'art. 71-quater disp. att. c.c. costituisce norma speciale e, in quanto tale, prevalente rispetto alla norma generale di cui all'art. 5 d.lgs. n. 28/2010.

Leggi dopo

Domanda modificata in sede di precisazione conclusioni: il giudice si pronuncia solo sulla domanda originaria?

03 Novembre 2017 | di Vincenzo Carnì

Cass. civ.

Domanda

La Suprema Corte è stata chiamata a decidere se il giudice del merito, una volta che abbia ritenuto inammissibile la domanda risarcitoria fondata su ragioni prospettate solo in comparsa conclusionale, e dunque dopo il maturare delle preclusioni assertive, possa limitarsi a tale rilievo o debba invece pronunciarsi sulla originaria domanda di risarcimento fondata su un diverso titolo di responsabilità.

Leggi dopo

Ricusazione degli arbitri e non ricorribilità per cassazione: vaglio di compatibilità costituzionale e convenzionale

31 Ottobre 2017 | di Fabio Antezza

Cass. civ.

Arbitri

Plurime, ancorché strettamente connesse tra loro, le questioni giuridiche, anche di legittimità costituzionale, sottoposte all'attenzione della Suprema Corte nella sentenza in commento.

Leggi dopo

Precetto notificato contestualmente all'ordinanza di assegnazione del credito: il terzo pignorato non paga le spese di esecuzione

27 Ottobre 2017 | di Valentina Baroncini

Cass. civ.

Spese (nell’esecuzione forzata)

Con la pronuncia in commento, la Suprema Corte ha affrontato la questione della possibilità di addebitare al terzo pignorato le spese di precetto, laddove questo venga notificato contestualmente all'ordinanza di assegnazione del credito ex art. 553 c.p.c., quale titolo esecutivo.

Leggi dopo

Continenza di cause: il caso della contemporanea pendenza dell'azione monitoria con quella di accertamento del credito

25 Ottobre 2017 | di Giusi Ianni

Cass. civ.

Continenza

La Suprema Corte si occupa della contemporanea pendenza, dinanzi a diversi Tribunali, di due cause aventi ad oggetto, rispettivamente, l'accertamento della titolarità di un credito e la stessa esistenza di quel credito, affermata da un decreto ingiuntivo opposto dal soggetto ingiunto.

Leggi dopo

La modifica della domanda deve essere connessa al fatto costitutivo sul quale si fonda il giudizio

24 Ottobre 2017 | di Caterina Costabile

Cass. civ.

Domanda

La Suprema Corte si è pronunciata in merito all'ammissibilità della modifica della domanda mediante mutamento del fatto costitutivo con riferimento ai diritti di credito e del conseguente onere del giudice di collegarvi il corrispondente effetto giuridico in virtù del proprio potere di qualificazione.

Leggi dopo

Pagine