Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Incostituzionale la limitazione alle ore 21,00 della notificazione telematica

11 Aprile 2019 | di Michele Nardelli

Corte cost.

Notifiche telematiche

È costituzionalmente illegittimo l’art. 16-septies del d.l. 18 ottobre 2012, n. 179, nella parte in cui prevede che la notifica eseguita con modalità telematiche la cui ricevuta di accettazione sia generata dopo le ore 21 ed entro le ore 24, si perfeziona per il notificante alle ore 7 del giorno successivo, anziché al momento di generazione della predetta ricevuta.

Leggi dopo

I rapporti tra procedura espropriativa immobiliare e sequestro o confisca disposti dal giudice penale

10 Aprile 2019 | di Valentina Baroncini

Cass. civ.

Espropriazione immobiliare

La Suprema Corte è chiamata a valutare se l'ipotesi della concorrenza tra la confisca penale e il processo esecutivo sia regolata solamente dall'art. 1, commi 194 ss. della l. n. 228/2012, oppure – come sostenuto dall'Avvocatura dello Stato – se questa debba essere considerata una disciplina di per sé non esaustiva, che non esclude che la prevalenza della confisca (e, dunque, delle ragioni dell'Erario) sull'azione esecutiva possa ricavarsi anche da altre disposizioni dell'ordinamento.

Leggi dopo

L'esibizione della cartolina di ritorno degli avvisi di avvenuto deposito ai fini della prova della ritualità della notifica

09 Aprile 2019 | di Mariantonietta Salerno

Cass. civ.

Notificazione a mezzo del servizio postale

La questione in esame nella pronuncia in commento è la seguente: ritenere o meno necessaria l'esibizione in giudizio anche dell'avviso di ricevimento relativo alla raccomandata contenente la cd. c.a.d., in assenza di un dato normativo testuale.

Leggi dopo

Le Sezioni Unite intervengono sulle modalità per la riproposizione in appello delle domande e delle eccezioni non accolte

08 Aprile 2019 | di Roberta Metafora

Cass. civ.

Appello in generale

Con la decisione in commento, le Sezioni Unite hanno affermato che in appello la riproposizione delle domande e delle eccezioni non accolte deve avvenire entro e non oltre la prima udienza di trattazione.

Leggi dopo

Notificazione telematica all'Avvocatura dello Stato all'indirizzo PEC deputato alle comunicazioni istituzionali

03 Aprile 2019 | di Sergio Matteini Chiari

Cass. civ.

Termini per l’impugnazione

La Suprema Corte si è occupata di stabilire se l'impugnazione proposta dall'Avvocatura dello Stato, in rappresentanza di amministrazioni statali, dovesse ritenersi tempestiva e, a tal fine, e preliminarmente, se la notificazione della sentenza impugnata dovesse ritenersi idonea a far decorrere il termine «breve» di impugnazione.

Leggi dopo

Società tra professionisti: la maggioranza dei 2/3 dei soci deve ricorrere congiuntamente sia per teste che per quote

02 Aprile 2019 | di Vincenza Di Cristofano

Trib. Treviso

Avvocato

La questione giuridica esaminata dalla pronuncia in commento riguarda la corretta interpretazione del tenore letterale della norma di cui all'art. 10, comma 4, lett. b, l. n. 183/2011.

Leggi dopo

Le spese di custodia dei beni sequestrati sono sempre dovute

01 Aprile 2019 | di Matteo Policastri

Corte cost.

Sequestro di beni

Anche in caso di condanna a seguito di decreto penale: nessuna disparità di trattamento.

Leggi dopo

L'impossibilità per le parti di pretendere l'immediata fissazione dell'udienza di precisazione delle conclusioni

28 Marzo 2019 | di Luca Conte

Cass. civ.

Conclusioni

La questione esaminata dalla Suprema Corte nella pronuncia in esame è la seguente: possono le parti pretendere l'immediata fissazione dell'udienza di precisazione delle conclusioni e quali sono i presupposti tali per cui la causa possa essere ritenuta matura per la decisione, di talché il giudice debba trattenerla in decisione?

Leggi dopo

Termine decadenziale per la proposizione del reclamo di cui all'art. 1 comma 58 l. n. 92/2012

27 Marzo 2019 | di Antonio Lombardi

Cass. civ.

Rito del lavoro c.d. semplificato (semplificazione dei riti)

La Suprema Corte si è occupata di esaminare la questione concernente la sussistenza di un potere in capo alla Cancelleria di comunicazione dei provvedimenti resi nel giudizio di reclamo ai sensi dell'art. 1 comma 58 l. 92/2012, utile alla decorrenza del termine perentorio previsto a pena di decadenza dalla stessa disposizione, nella misura di trenta giorni dalla “comunicazione, o dalla notificazione se anteriore”.

Leggi dopo

Rappresentanza processuale e difesa in giudizio dell’Agenzia delle entrate - riscossione

26 Marzo 2019 | di Brunella Borgoni

Cass. civ.

Difesa tecnica

La Suprema Corte si è pronunciata sulla portata delle disposizioni relative alla rappresentanza processuale e alla difesa in giudizio dell'ADER, rispondendo, in particolare, al seguente quesito: il patrocinio attribuito all'Avvocatura dello Stato ha carattere obbligatorio e generale, cosicchè il ricorso ad avvocati privati, in quanto eccezionale, presuppone condizioni di ammissibilità tassative e inderogabili, oppure la scelta di conferire il mandato difensivo all'una o agli altri si pone in termini di mera alterità e non di regola - eccezione?

Leggi dopo

Pagine