Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Dichiarazione di adottabilità del minore: i termini per proporre ricorso per cassazione

29 Novembre 2018 | di Andrea Conti

Cass. civ.

Termini per l’impugnazione

La questione in esame nella pronuncia della Suprema Corte riguarda la corretta individuazione del termine per impugnare la sentenza in tema di adottabilità pronunciata della Corte d'appello.

Leggi dopo

Ricorso ex art. 696-bis c.p.c. davvero inammissibile senza il periculum?

28 Novembre 2018 | di Vito Amendolagine

Trib. Padova

Consulenza tecnica preventiva ai fini della composizione della lite

La questione affrontata dal tribunale di Padova attiene alle conseguenze derivanti dalla riscontrata mancanza di elementi di urgenza addotti dal ricorrente ex art. 696-bis c.p.c. che giustifichino l'impugnabilità dell'ordinanza di rigetto dell'accertamento tecnico preventivo ai fini della composizione della lite.

Leggi dopo

Inosservanza del termine per il deposito delle comparse conclusionali e lesione in concreto del diritto di difesa

27 Novembre 2018 | di Francesco Agnino

Cass. civ.

Comparsa conclusionale e memoria di replica

Nella pronuncia in commento, la Suprema Corte ha affrontato la seguente questione: quali sono le conseguenze processuali nel caso in cui la sentenza sia depositata prima della scadenza del termine previsto per il deposito delle comparse conclusionali?

Leggi dopo

Sono irripetibili le spese dell'esecuzione liquidate e non soddisfatte all'interno della procedura esecutiva

26 Novembre 2018 | di Valentina Baroncini

Cass. civ.

Spese (nell’esecuzione forzata)

La questione sottoposta all'attenzione della Suprema Corte nella pronuncia in esame è se, in caso d'incapienza – nel caso di specie parziale – delle somme ricavate dall'espropriazione forzata, la liquidazione delle spese processuali effettuata dal giudice dell'esecuzione, pur non costituendo titolo esecutivo spendibile come tale al di fuori del relativo processo, integri ciò nondimeno una ragione di credito azionabile separatamente.

Leggi dopo

La prova nel giudizio di accertamento dell’obbligo del terzo

22 Novembre 2018 | di Laura Messina

Cass. civ.

Accertamento dell’obbligo del terzo

La Suprema Corte, nella pronuncia in commento, si è occupata dei limiti di opponibilità al creditore della scrittura privata intercorsa fra il debitore ed il terzo pignorato nel giudizio di accertamento ex art 549 c.p.c..

Leggi dopo

Inefficacia della delibera d'impignorabilità in sede di opposizione agli atti esecutivi e onere della prova

21 Novembre 2018 | di Sabrina Passafiume

Trib. Napoli Nord

Esecuzione forzata nei confronti degli enti locali

Il tribunale di Napoli Nord si è pronunciato sull'onere della prova in tema di mancato rispetto dell'ordine cronologico dei pagamenti nel giudizio di opposizione agli atti esecutivi volto a far valere l'inefficacia del vincolo di destinazione delle somme ex art. 159 TUEL.

Leggi dopo

Incompetenza territoriale derogabile ed eccezione territoriale inderogabile

20 Novembre 2018 | di Cristina Asprella

Cass. civ.

Regolamento di competenza

Tra l'incompetenza territoriale derogabile, riferita ai criteri di collegamento di cui agli artt. 18, 19, 20 e 31 c.p.c., rimessa alla eccezione in senso stretto della parte, e l'eccezione territoriale inderogabile ex art. 33, comma 2, lett. u) del d.lgs. n. 206/2005 (relativa alla qualità di consumatore e alla natura vessatoria della clausola) rilevabile anche d'ufficio, non può darsi alcuna fungibilità, né sul piano della disciplina strutturale né in relazione alla disciplina processuale.

Leggi dopo

Il giudizio di divisione endoesecutiva: inquadramento e modalità di instaurazione

19 Novembre 2018 | di Gabriella Tota

Cass. civ.

Espropriazione di beni indivisi

La pronuncia esamina le seguenti questioni: 1) quali sono le modalità di introduzione del giudizio di divisione endoesecutiva? Più precisamente, ai fini della valida instaurazione di detta parentesi cognitiva è necessaria la notificazione di un distinto atto di citazione oppure è sufficiente che sia portata a conoscenza degli interessati l'ordinanza con la quale il g.e. dispone la divisione? 2) A chi va notificato l'atto introduttivo del giudizio divisorio? Alla parte personalmente o al suo procuratore costituito nel processo esecutivo?

Leggi dopo

Il discrimen tra domanda nuova e specificazione di domanda già proposta in appello

15 Novembre 2018 | di Clementina Pietraroia

Cass. civ.

Domande nuove in appello

La questione analizzata nell'ordinanza in commento concerne l'individuazione dell'esatta portata del divieto di introdurre in appello nuove domande sancito dall'art. 345 c.p.c.. In particolare, la Corte è chiamata a individuare il discrimen tra domanda nuova – inammissibile in appello – e specificazione di domanda già proposta.

Leggi dopo

La successione a titolo particolare nel processo esecutivo ed i rischi di un abuso «di posizione»

14 Novembre 2018 | di Mattia Polizzi

Cass. civ.

Successione nel diritto controverso

La decisione in commento, dopo aver ritenuto applicabile al processo esecutivo l'art. 111 c.p.c. in tema di successione a titolo particolare nel diritto controverso, afferma che l'estromissione del cedente avviene in via automatica; al fine di evitare abusi di tale strumento, tramite la creazione di una posizione “mista” in capo al cessionario, ritiene che quest'ultimo non può avvalersi – al fine di ovviare a proprie mancanze – della precedente posizione del creditore cedente, oramai estromesso.

Leggi dopo

Pagine