Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

A chi compete la legittimazione ad impugnare il decreto di nomina dell'amministratore di sostegno?

06 Aprile 2020 | di Roberto Masoni

Cass. civ.

Procedimento di amministrazione di sostegno

La pronuncia in commento sottopone all'attenzione dell'interprete e del pratico la questione concernente l'individuazione dei soggetti legittimati ad impugnare il decreto di natura decisoria pronunziato dal g.t. in materia di amministrazione di sostegno, a fronte di dati normativi nè perspicui, nè trasparenti.

Leggi dopo

Il ricorso per vizi di motivazione

02 Aprile 2020 | di Francesco Bartolini

Cass. civ.

Ricorso per cassazione

Le questioni sottoposte all'attenzione della Corte di cassazione hanno imposto ai Supremi Giudici di tornare a chiarire l'ambito entro il quale è consentito alla parte soccombente di dedurre nel giudizio di legittimità i vizi di motivazione della pronuncia di merito.

Leggi dopo

La denuncia di successione non vale come primo atto di acquisto anteriore al ventennio antecedente la trascrizione del pignoramento

01 Aprile 2020 | di Sara Caprio

Trib. Santa Maria Capua Vetere

Espropriazione immobiliare

La mancata indicazione da parte del creditore procedente del primo atto di acquisto anteriore al ventennio antecedente la data di trascrizione del pignoramento idoneo a provare l'appartenenza del bene pignorato al debitore esecutato rende incompleta la documentazione ipocatastale. Il giudice dell'esecuzione deve verificare la regolarità della documentazione allegata e se la ritiene incompleta ordina al creditore di integrarla con documenti ulteriori a pena di inefficacia del pignoramento.

Leggi dopo

È consentito sanare in tempi successivi l’atto di citazione con più vizi inerenti alla vocatio in ius, ove rilevati in momenti diversi

31 Marzo 2020 | di Sergio Matteini Chiari

Cass. civ.

Citazione

La questione giuridica sottoposta alla Corte Suprema di cassazione è stata quella di stabilire se, nel caso in cui un atto di citazione sia affetto da un duplice vizio e la relativa rilevazione avvenga per l’uno nell’immediato e per l’altro in tempo protratto, sia consentito disporre, in tempi diversi, la rinnovazione della citazione oppure, anche se all’ordine di rinnovazione venga dato puntuale seguito in entrambi i casi, debba essere dichiarata l’estinzione del giudizio per esaurimento della possibilità di sanatoria.

Leggi dopo

Espropriazione presso terzi e regime delle spese del processo esecutivo

30 Marzo 2020 | di Giacinto Parisi

Cass. civ.

Spese (nell’esecuzione forzata)

La Corte di cassazione è tornata ad occuparsi del regime delle spese del processo esecutivo, con particolare riferimento a quelle relative al pagamento dell'imposta versata per la registrazione dell'ordinanza di assegnazione del credito pignorato.

Leggi dopo

Improcedibilità del ricorso per cassazione per violazione dell'art. 369 c.p.c.

26 Marzo 2020 | di Mattia Brozzi

Cass. civ.

Improcedibilità

Con la pronuncia in commento è stata affrontata dai Giudici di legittimità la controversa questione relativa alla improcedibilità del ricorso per cassazione in caso di mancato rispetto dei requisiti formali previsti dall'art. 369 c.p.c. e, in particolare, del mancato deposito – nei termini stabiliti dal codice di procedura civile – della relazione di notifica della sentenza impugnata nei confronti delle controparti.

Leggi dopo

Consulenza tecnica resa nel giudizio penale: quale efficacia probatoria in sede civile?

25 Marzo 2020 | di Pasqualina Farina

Trib. Reggio Emilia

Prove atipiche

È quella della presunzione semplice ex art. 2729 c.c. (o dell'argomento di prova).

Leggi dopo

Opposizione agli atti esecutivi ed opposizione all'esecuzione: l'impugnazione della sentenza che si pronuncia su entrambe

24 Marzo 2020 | di Giuseppe Lauropoli

Cass. civ.

Impugnazioni in generale

Laddove l'opposizione abbia ad oggetto tanto motivi di opposizione all'esecuzione, quanto motivi di opposizione agli atti esecutivi, la pronuncia resa dal giudice del primo grado su entrambi i motivi di opposizione dovrà essere impugnata con diversa forma a seconda del motivo che si intenda dedurre in sede di impugnazione.

Leggi dopo

Consulenza tecnica preventiva, an debeatur ed assenza del periculum

23 Marzo 2020 | di Vito Amendolagine

Trib. Roma

Consulenza tecnica preventiva ai fini della composizione della lite

La quaestio juris scrutinata dal Tribunale di Roma con l'ordinanza in commento verte sull'ammissibilità del procedimento di istruzione preventiva azionato ai sensi dell'art. 696-bis c.p.c. per quanto concerne l'eccepita inesistenza del periculum, e la contestazione sollevata dalle parti resistenti involgente l'esistenza dell'an debeatur riferito alla controversia insorta tra le stesse parti interessate.

Leggi dopo

Il giudice dell'opposizione in tema di spese di giustizia “deve” richiedere d'ufficio gli atti e documenti necessari per la decisione

19 Marzo 2020 | di Cesare Taraschi

Cass. civ.

Opposizione a decreto di pagamento delle spese di giustizia

La questione affrontata dalla Suprema Corte è la seguente: come va interpretata la previsione del comma 5 dell'art. 15 d.lgs. n. 150/11, secondo cui, nell'opposizione a decreto di pagamento delle spese di giustizia, il giudice “può” chiedere a chi ha provveduto alla liquidazione o a chi li detiene, gli atti, i documenti e le informazioni necessari ai fini della decisione? Si tratta, cioè, di una facoltà discrezionale del giudice oppure di un potere-dovere che egli è tenuto ad esercitare in attenuazione degli ordinari criteri di riparto dell'onere probatorio?

Leggi dopo

Pagine