Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Notifica di atti a mezzo posta e raccomandata informativa

19 Settembre 2018 | di Sergio Matteini Chiari

Cass. civ.

Notificazione a mezzo del servizio postale

La questione giuridica sottoposta alla Suprema Corte è stata quella di stabilire se, ai fini della dimostrazione dell'avvenuta spedizione della comunicazione di avvenuta notifica, prescritta dall'art. 7, comma 6, della l. n. 890/1982 (nel testo vigente ratione temporis) per il caso di consegna del plico contenente l'atto da notificare a persona diversa dal destinatario, debba considerarsi sufficiente l'attestazione dell'avvenuta spedizione della raccomandata informativa, con l'indicazione dei relativi estremi, inserita dall'agente postale nell'avviso di ricevimento del plico.

Leggi dopo

Omologa del piano del consumatore e prosecuzione dell'espropriazione forzata su istanza del liquidatore

18 Settembre 2018 | di Pasqualina Farina

Trib. Monza

Espropriazione forzata

Il tribunale di Monza si è occupato di stabilire se, qualora il liquidatore sia subentrato al creditore procedente, in ottemperanza a quanto previsto dal piano del consumatore, il provvedimento di omologa del piano del consumatore determini o meno l'estinzione della procedura esecutiva.

Leggi dopo

Il ruolo della confessione stragiudiziale nel processo

17 Settembre 2018 | di Vito Amendolagine

Cass. civ.

Confessione stragiudiziale

La questione affrontata dalla Suprema Corte attiene al mancato esame da parte del giudice di merito di un fatto secondario costituito dalle dichiarazioni confessorie stragiudiziali allegato nello stesso giudizio di merito in funzione di prova del fatto principale.

Leggi dopo

L'efficacia di titolo esecutivo dell'ordinanza di assegnazione del credito

13 Settembre 2018 | di Mattia Polizzi

Cass. civ.

Assegnazione (ordinanza di)

I chiarimenti della Cassazione per evitare un abuso del processo esecutivo.

Leggi dopo

Aggiudicazione dell’immobile al migliore offerente o assegnazione al creditore?

12 Settembre 2018 | di Pasqualina Farina

Trib. Udine

Espropriazione immobiliare

Brevi considerazioni sulla discrezionalità del giudice dell’esecuzione.

Leggi dopo

Gli effetti della riforma del titolo esecutivo giudiziale straniero sul giudizio di opposizione contro la decisione di exequatur

11 Settembre 2018 | di Giuseppe Fiengo

Cass. civ.

Concessione e circolazione dei provvedimenti cautelari in europa (reg. ce n. 1215/2012)

Quali sono le conseguenze della riforma della decisione emessa nello Stato d’origine e già oggetto dell’attestazione prevista all’art. 54 del regolamento (CE) n. 44/2001, sul giudizio (radicato nello Stato dell’esecuzione) di opposizione all’exequatur sospeso ai sensi dell’art. 46 del medesimo regolamento?

Leggi dopo

Il controllo di legittimità dei provvedimenti di giurisdizione volontaria assunti nell'interesse dei minori

10 Settembre 2018 | di Rosaria Giordano

Cass. civ.

Giurisdizione volontaria

La questione esaminata dalla decisione in commento riguarda la possibilità di proporre ricorso cd. straordinario per cassazione contro la pronuncia della Corte d'appello resa nell'ambito di un procedimento ex art. 333 c.c., ossia finalizzato all'assunzione dei “provvedimenti convenienti” nei confronti dei minori.

Leggi dopo

Accertamento giudiziale di insussistenza della paternità come questione incidentale proposta dal terzo

06 Settembre 2018 | di Francesco Bartolini

Cass. civ.

Dichiarazione giudiziale di paternità

Il nodo che la Corte di cassazione ha dovuto sciogliere ha riguardato la possibilità che si ammetta una legittimazione all’azione per dichiarazione giudiziale di paternità proposta non in via diretta, ad opera del figlio, ma da un terzo nella diversa forma di un incidente da risolversi negativamente al fine di poter decidere la domanda principale.

Leggi dopo

La notificazione dell'intimazione di sfratto a mezzo PEC

05 Settembre 2018 | di Giuseppe Nappo, Sarah Caputo

Trib. Roma

Notificazione a mezzo posta elettronica

L'ordinanza in commento affronta una delle questioni non ancora risolte in tema di notificazioni a mezzo posta elettronica certificata: se quest'ultima possa essere quoad effectum equiparata a quella a mani proprie.

Leggi dopo

La memoria integrativa contenente domande nuove deve essere notificata al coniuge separato rimasto contumace

03 Settembre 2018 | di Rosaria Giordano

Cass. civ.

Contumacia

La questione esaminata dalla pronuncia in commento è se, nel giudizio di separazione coniugale, la memoria integrativa ex art. 709 c.p.c., depositata dal ricorrente nel termine indicato nell’ordinanza presidenziale, debba essere notificata, ove contenga domande nuove, al convenuto rimasto contumace.

Leggi dopo

Pagine