Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Il contratto di patrocinio è valido anche senza la procura ad litem

02 Agosto 2017 | di Vito Amendolagine

Cass. civ.

Procura alle liti in generale

La questione affrontata dalla Cassazione in esame riguarda se la costituzione in favore dell'avvocato di un fondo spese da parte di un terzo dopo che era già stata conferita la procura alle liti da parte del cliente sia un fatto idoneo a superare la presunzione di conferimento del mandato da parte dello stesso cliente che aveva conferito la procura alle liti.

Leggi dopo

I limiti dell'overruling

01 Agosto 2017 | di Francesco Bartolini

Cass. civ.

Termini processuali in generale

Le Sezioni Unite, componendo il contrasto sull'interpretazione di una norma processuale, hanno deciso di confermare l’orientamento prevalente, in applicazione del quale derivi, in danno di una parte, una decadenza o una preclusione che sarebbe invece esclusa alla stregua dell’orientamento minoritario, non configura un'ipotesi di “overruling” avente il carattere di imprevedibilità e non costituisce presupposto per la rimessione in termini della parte che sia incorsa nella preclusione o nella decadenza.

Leggi dopo

Il regime dell'inibitoria della sentenza pronunciata in grado d'appello

31 Luglio 2017 | di Rosaria Giordano

Cass. civ.

Inibitoria

La questione principale, sotto il profilo processuale, affrontata dalla pronuncia in esame riguarda il regime del provvedimento di inibitoria della sentenza resa in grado d'appello ex art. 373 c.p.c..

Leggi dopo

Il regime di ripartizione delle spese legali dei successori di una parte deceduta

28 Luglio 2017 | di Paolo Fraulini

Cass. civ.

Spese del giudizio

La questione affrontata nel caso in esame riguarda la liquidazione delle spese del giudizio di appello in favore degli eredi e la possibile duplicazione derivante dalla scelta degli eredi di nominare difensori diversi.

Leggi dopo

Il sindacato di legittimità sulla motivazione: quando la Cassazione “scivola” nel merito

27 Luglio 2017 | di Francesco Terrusi

Cass. civ.

Ricorso per cassazione

La questione affrontata dalla Suprema Corte è una delle più classiche del giudizio di legittimità, e attiene ai limiti del sindacato sulla motivazione della sentenza di merito.

Leggi dopo

Difesa personale del condomino per la revoca dell'amministratore e rimborso delle spese processuali

26 Luglio 2017 | di Franco Petrolati

Cass. civ.

Cause condominiali

Nel giudizio di revoca dell'amministratore di condominio non è necessario il patrocinio di un difensore legalmente esercente, ex art. 82, comma 3, c.p.c., in quanto il procedimento camerale si conclude con un provvedimento privo di efficacia decisoria, siccome non incidente su situazioni sostanziali di diritti o status.

Leggi dopo

Impugnazione della convalida di sfratto: la Corte d’appello non deve rimettere le parti innanzi al giudice di primo grado ma deve decidere la causa nel merito

26 Luglio 2017 | di Caterina Costabile

Cass. civ.

Procedimento di convalida di licenza e sfratto

La questione sottoposta all'attenzione della Cassazione è se la Corte d'appello, una volta accertato che l'ordinanza di convalida dello sfratto appellata è stata emessa in difetto dei presupposti di cui all'art. 663 c.p.c., debba rimettere le parti innanzi al giudice di primo grado oppure decidere la causa nel merito.

Leggi dopo

Il protocollo 15 dicembre 2016 e la facoltà per l'intimato inerte di presentare memoria scritta prima dell'adunanza camerale

25 Luglio 2017 | di Antonio Scarpa

Cass. civ.

Procedimento camerale dinanzi alla corte di cassazione

La Suprema Corte continua, con i due provvedimenti in commento, la sua proficua opera di conformazione degli istituti processuali introdotti o modificati dall'art. 1-bis, comma 1, lett. e) e f), del d.l. 31 agosto 2016, n. 168, conv. con modifiche in legge 25 ottobre 2016, n. 197, alle esigenze costituzionali del diritto di difesa, tenuto conto dell'infelice regime transitorio dettato dal comma 2 dell'art. 1-bis citato.

Leggi dopo

Il legittimario può esperire l’azione di divisione solo se accolta prima quella di riduzione

24 Luglio 2017 | di Livia Di Cola

Cass. civ.

Giudizio di divisione

Il legittimario, che sostenga di essere stato leso nei suoi diritti, deve domandare, anzitutto, la riduzione delle disposizioni testamentarie o delle donazioni lesive della legittima e, in subordine, la divisione.

Leggi dopo

Ammissibile la memoria depositata in vista dell'adunanza camerale anche se il controricorso è inammissibile per tardività

21 Luglio 2017 | di Cesare Trapuzzano

Cass. civ.

Procedimento camerale dinanzi alla corte di cassazione

In tema di giudizio di cassazione, dopo la riforma recata dal d.l. n. 168/2016 (conv., con modif., dalla l. n. 197/2016), in caso di inammissibilità del controricorso, perché tardivo, deve comunque ritenersi consentito il deposito della memoria ex art. 380-bis, secondo comma, c.p.c.

Leggi dopo

Pagine