Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Consulenza tecnica percipiente: quando la violazione del contraddittorio non rende nulla la relazione

23 Marzo 2017 | di Alessandro Farolfi

Cass. civ.

Consulente tecnico d’ufficio

Sulla validità della relazione del consulente tecnico d'ufficio non incide l'eventuale nullità di alcune rilevazioni od accertamenti compiuti dal consulente medesimo, per violazione del principio del contraddittorio e conseguente pregiudizio del diritto di difesa delle parti, ove tali rilevazioni od accertamenti non abbiano spiegato alcun effetto sul contenuto della consulenza e sulle relative conclusioni finali.

Leggi dopo

I limiti alla correzione del capo di sentenza sulle spese processuali

21 Marzo 2017 | di Massimo Vaccari

Cass. civ.

Spese del giudizio

La procedura di correzione di errore materiale è esperibile anche qualora sia stata omessa nel dispositivo della sentenza la liquidazione delle spese di due delle fasi in cui si è articolato il complessivo giudizio.

Leggi dopo

Condominio parziale: limitata opponibilità ai terzi a tutela della buona fede

17 Marzo 2017 | di Franco Petrolati

Cass. civ.

Cause condominiali

Ove il Condominio, in persona dell'amministratore, sia stato unitariamente condannato al risarcimento del danno causato dalla inidonea manutenzione di un impianto comune, i singoli condomini non sono legittimati ad esperire l'opposizione ordinaria di terzo per far valere la loro estraneità alla situazione di condominio parziale afferente a tale impianto.

Leggi dopo

La misura del compenso dell'avvocato per l’attività svolta in giudizi in cui sono proposte domande di valore determinato ed indeterminabile

16 Marzo 2017 | di Luca Caputo

Cass. civ.

Compensi degli avvocati

Nel caso in cui siano proposte una pluralità di domande, alcune di valore determinato ed altre di valore indeterminabile, si applica lo scaglione tariffario previsto per queste ultime quando ciò comporti il riconoscimento di un compenso maggiore.

Leggi dopo

Liquidazione del ctu e poteri istruttori del giudice dell'opposizione

13 Marzo 2017 | di Vito Amendolagine

Cass. civ.

Consulente tecnico d’ufficio

Il giudice investito dell'opposizione al decreto di liquidazione del ctu ha il potere-dovere di richiedere a chi ha provveduto alla liquidazione od a chi detiene gli atti, i documenti e le informazioni necessarie ai fini della decisione causa cognita.

Leggi dopo

La comunicazione via pec della cancelleria e la decorrenza del termine breve per l’impugnazione ex art. 18, comma 14, l.fall.

10 Marzo 2017 | di Alessio Luca Bonafine

Cass. civ.

Comunicazioni telematiche

La comunicazione via pec da parte della cancelleria della sentenza che rigetta il reclamo previsto dall’art. 18, comma 13, l. fall. è idonea a far decorrere il termine breve di impugnazione indicato dall’art. 18, comma 14, l. fall..

Leggi dopo

I rimedi contro l’ordinanza d’esecutività del progetto di divisione ereditaria

09 Marzo 2017 | di Livia Di Cola

Cass. civ.

Giudizio di divisione

L'ordinanza con cui il giudice istruttore, ai sensi dell'art. 789 c.p.c., comma 3, dichiara esecutivo il progetto di divisione, pur in presenza di contestazioni, ha natura di sentenza ed è quindi impugnabile con l'appello, perciò è improponibile il ricorso straordinario ai sensi dell'art. 111 Cost., comma 7.

Leggi dopo

L'efficacia probatoria del certificato straniero munito di "apostille"

07 Marzo 2017 | di Isabella Piracci

App. Bari

Produzione di documenti

La contraffazione di apostille presente sulla documentazione prodotta a riprova della sua autenticità non può essere desunta da un mero ed apodittico riferimento alla presunta diversità di inchiostro su uno dei certificati allegati.

Leggi dopo

Inammissibilità dell'azione di classe e ricorso per cassazione

06 Marzo 2017 | di Antonio Scarpa

Cass. civ.

Class actions

È inammissibile il ricorso per cassazione avverso l'ordinanza che dichiari l'inammissibilità dell'azione di classe ex art. 140-bis, d.lgs. 6 settembre 2005, n. 206.

Leggi dopo

L'inammissibilità del ricorso incidentale condizionato proposto dalla parte totalmente vittoriosa

02 Marzo 2017 | di Caterina Costabile

Cass. civ.

Ricorso incidentale condizionato

Il ricorso incidentale per cassazione, anche se qualificato come condizionato, presuppone la soccombenza e non può, quindi, essere proposto dalla parte che sia risultata completamente vittoriosa nel giudizio di appello.

Leggi dopo

Pagine