Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Ammissione al gratuito patrocinio: il reddito dei coniugi non si cumula nella separazione consensuale

19 Settembre 2019 | di Antonio Scalera

Cass. civ.

Patrocinio a spese dello stato

La Suprema Corte si è occupata della questione se, ai fini della concessione del patrocinio a spese dello Stato in relazione ad una causa di separazione c.d. consensuale dei coniugi, il reddito dei coniugi debba essere cumulato oppure no.

Leggi dopo

La legittimazione passiva dell'autore materiale della falsità nel giudizio di falso

18 Settembre 2019 | di Caterina Costabile

Cass. civ.

Querela di falso

Nella pronuncia in commento, la Suprema Corte ha affrontato la tematica relativa all'individuazione del legittimato passivo rispetto alla querela di falso.

Leggi dopo

Divieto per l’avvocato di assumere l’incarico contro l’ex cliente

17 Settembre 2019 | di Vincenza Di Cristofano

CNF

Deontologia dell’avvocato

La questione giuridica di rilievo nella pronuncia in esame si incentra sulla configurabilità o meno nella condotta tenuta dall’avvocato della violazione del precetto di cui all’art. 51 cod. deont. for. (ora art. 68 cod. deont. for.).

Leggi dopo

La rimessione in termini nel procedimento per ingiunzione

16 Settembre 2019 | di Giusi Ianni

Trib. Asti

Rimessione in termini

Il tribunale di Asti si è occupato di stabilire se è ammessa l'applicazione dell'istituto della rimessione in termini al procedimento monitorio.

Leggi dopo

Tentativo di conciliazione in tema di telecomunicazioni e procedimento monitorio: obbligatorietà e conseguenze processuali

12 Settembre 2019 | di Lunella Caradonna

Cass. civ.

Tentativo di conciliazione

La Suprema Corte, nella pronuncia in commento, ha affrontato le seguenti problematiche: l'obbligatorietà o meno del tentativo di conciliazione nella materia delle telecomunicazioni avuto specifico riguardo al procedimento monitorio; le conseguenze in termini di improcedibilità o improponibilità, del mancato assolvimento del tentativo di conciliazione, ove ritenuto obbligatorio; nel caso in cui il tentativo di conciliazione non sia ritenuto obbligatorio, su quale parte grava l'onere di attivazione del tentativo in sede di opposizione a decreto ingiuntivo e quali siano le conseguenze in caso di mancato esperimento del tentativo di conciliazione sulla sorte del decreto ingiuntivo opposto.

Leggi dopo

Opposizione all'esecuzione su titoli giudiziali e giudicato rebus sic stantibus, ovvero sulla moltiplicazione dei procedimenti in materia familiare

11 Settembre 2019 | di Rosaria Giordano

Cass. civ.

Opposizione a precetto

La questione principale posta all'attenzione della Suprema Corte attiene alla necessità di attivare il procedimento di revoca e/o modifica delle condizioni di separazione o divorzio per dedurre in sede di opposizioni esecutive i fatti successivi costituiti dalla pronuncia di siffatti provvedimenti.

Leggi dopo

Efficacia riflessa del giudicato nei confronti dei terzi

10 Settembre 2019 | di Cesare Taraschi

Cass. civ.

Giudicato

La pronuncia in commento si sofferma sulla controversa problematica della cd. “efficacia riflessa” del giudicato, esaminando i presupposti e l'ambito applicativo di tale fattispecie.

Leggi dopo

Il potere di riesame del «fatto processuale» ed il principio di autosufficienza: la linea di demarcazione è sottile, ma netta

09 Settembre 2019 | di Mauro Di Marzio

Cass. civ.

Ricorso per cassazione

La Corte di cassazione, a fronte della deduzione di un error in procedendo, è «giudice del fatto processuale», e per tale ragione ha accesso diretto alle carte, che senso ha dire che il motivo non è autosufficiente? Visto che la Corte di cassazione prende in mano il fascicolo e lo sfoglia così come farebbe il giudice di merito, perché non può essa stessa individuare quegli atti o quei documenti attinti dal motivo di ricorso?

Leggi dopo

Omessa integrazione del contraddittorio nei confronti di soggetti intervenuti in primo grado: sentenza nulla

05 Settembre 2019 | di Sergio Matteini Chiari

Nullità della sentenza

Nella pronuncia in commento la Suprema Corte si è occupata di stabilire se i condomini intervenuti in primo grado fossero da qualificare come litisconsorti necessari e quali conseguenze dovessero prodursi nel caso, concretamente verificatosi, di mancata notificazione ad alcuni di essi dell'atto di appello e della mancata integrazione del contraddittorio ai sensi dell'art. 331 c.p.c.

Leggi dopo

Sospensione dell'efficacia esecutiva dell'ordinanza di assegnazione e mancata riassunzione del giudizio di merito

04 Settembre 2019 | di Lunella Caradonna

Trib. Roma

Sospensione dell’esecuzione

La questione sottoposta alla cognizione del tribunale di Roma è se una volta disposta in fase cautelare la sospensione dell'efficacia esecutiva del provvedimento che ha chiuso e definito il processo esecutivo, la parte che intende eliminare definitivamente detto provvedimento è tenuta a coltivare o meno il giudizio di merito volto ad accertarne l'illegittimità.

Leggi dopo

Pagine