Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Nullità del decreto ingiuntivo chiesto successivamente alla domanda di accertamento negativo del credito

17 Luglio 2019 | di Sara Caprio

Trib. Torino

Continenza

Il tribunale di Torino si è occupato di stabilire se in presenza di una causa in relazione alla quale è stato emesso un decreto ingiuntivo che si trovi in rapporto di continenza con un'altra causa pendente davanti ad altro giudice preventivamente adito in sede di cognizione ordinaria, il giudice dell'opposizione a decreto ingiuntivo, nell'esercizio della propria competenza funzionale ed inderogabile sull'opposizione, debba dichiarare l'incompetenza del giudice che ha emesso il decreto e, conseguentemente, la nullità del medesimo.

Leggi dopo

La cognizione degli arbitri si estende all'accertamento del carattere simulato del contratto?

16 Luglio 2019 | di Vito Amendolagine

Cass. civ.

Compromesso e clausola compromissoria

La Suprema Corte, nella pronuncia in esame, si è occupata della seguente questione: la controversia nella quale si discute dell'esistenza o della simulazione, assoluta o relativa, del contratto in cui la clausola compromissoria è stata inserita appartiene alla competenza degli arbitri od al giudice statale?

Leggi dopo

Le conoscenze specialistiche medico-legali non rientrano nella nozione di fatto notorio

15 Luglio 2019 | di Ida Ponticelli

Cass. civ.

Fatto notorio

La pronuncia in esame interviene sul concetto di fatto notorio, escludendo che possa ravvisarsi una nozione di comune esperienza rilevante ai sensi dell'art. 115, comma 2, c.p.c. allorquando si discuta di questioni che, non appartenendo al patrimonio di conoscenza della collettività, e non essendo dunque immediatamente e scientemente percepibili da chiunque, richiedono accertamenti circostanziati di natura tecnico-scientifica, in mancanza dei quali esse si riducono a mere e pericolose affermazioni sommarie.

Leggi dopo

Le misure reali cd. ordinarie disposte dal gip sui beni pignorati non determinano la sospensione esterna dell'esecuzione

11 Luglio 2019 | di Pasqualina Farina

Trib. Matera

Espropriazione forzata

Con il reclamo al tribunale di Matera viene dedotto l'erroneità dell'ordinanza gravata che non garantirebbe lo svolgimento dell'esecuzione forzata “secondo criteri di efficienza e rapidità”, criteri che rimarrebbero frustrati dalla prosecuzione dell'azione esecutiva nonostante l'avvenuta trascrizione del sequestro preventivo.

Leggi dopo

L'ordine ex art. 700 c.p.c. al terzo di prestare assenso alla cancellazione dell'ipoteca con astreinte

10 Luglio 2019 | di Vito Amendolagine

Trib. Lecce

Provvedimenti d’urgenza

La pronuncia in commento risposte a seguenti quesiti: esiste la legittimazione del comproprietario del bene immobile, quando non è quest'ultimo, ma il di lei fratello, titolare della quota-parte di bene gravato da iscrizione ipotecaria ad ottenerne la cancellazione? É ammissibile la domanda cautelare avente ad oggetto un facere infungibile costituito dall'ordine giudiziale impartito al terzo di prestare il consenso alla cancellazione dell'ipoteca, coattivamente eseguibile a mezzo del rimedio di cui all'art. 614-bis c.p.c.?

Leggi dopo

L'eccesso di potere del Consiglio di Stato e il ricorso per cassazione per motivi di giurisdizione

09 Luglio 2019 | di Mariantonietta Salerno

Cass. civ.

Ricorso per cassazione

La questione affrontata dalla Suprema Corte nella pronuncia in esame è se si configura eccesso di potere giurisdizionale per travalicamento dei limiti esterni della giurisdizione nel caso in cui il Consiglio di Stato riconosce un potere non previsto legislativamente.

Leggi dopo

Ricostruzione rapporti di conto corrente: la mancanza di estratti non implica necessariamente l'accertamento negativo del credito

08 Luglio 2019 | di Cesare Trapuzzano

Cass. civ.

Onere della prova

La questione affrontata dall'ordinanza in commento concerne la possibilità che la prova del credito derivante da rapporti bancari sia desumibile da elementi non offerti dal creditore o, comunque, da argomenti di prova.

Leggi dopo

Errori nella redazione del ricorso in Cassazione e conseguenze in tema di responsabilità aggravata

04 Luglio 2019 | di Francesco Agnino

Cass. civ.

Autosufficienza (del ricorso per cassazione)

Nella pronuncia in esame, la Suprema Corte si è occupata della violazione del principio di autosufficienza nella redazione del ricorso in Cassazione e della conseguenze in tema di responsabilità aggravata ex art. 96, comma 3, c.p.c.

Leggi dopo

Il credito derivante dai contributi dei singoli condòmini è espropriabile dal creditore del condominio

02 Luglio 2019 | di Giacinto Parisi

Cass. civ.

Espropriazione presso terzi

La questione di diritto esaminata dalla Suprema Corte nella pronuncia in commento attiene alla possibilità per il creditore che abbia ottenuto un titolo esecutivo nei confronti di un condominio di procedere all'espropriazione dei crediti vantati dal medesimo condominio verso i singoli condòmini per i contributi dagli stessi dovuti.

Leggi dopo

Sezioni Unite: il processo penale non sospende quello civile qualora le parti non siano le medesime

01 Luglio 2019 | di Mattia Polizzi

Cass. civ.

Sospensione del processo

La sentenza analizza la questione della sospensione del processo civile in ragione della pendenza del processo penale, escludendola nel caso in cui non vi sia identità di soggetti tra i due giudizi: tale interpretazione restrittiva dell'art. 75, comma 3, c.p.p. è conseguenza diretta della sua natura derogatoria, non essendo più ravvisabile – alla luce dei principi informatori del codice di procedura penale del 1988 – un principio di unità delle giurisdizioni e di prevalenza del giudizio penale su quello civile.

Leggi dopo

Pagine