Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Va escluso dalla distribuzione del ricavato della vendita forzata il creditore intervenuto che ometta di depositare l'originale del titolo esecutivo

20 Luglio 2017 | di Valentina Baroncini

Cass. civ.

Distribuzione del ricavato

La questione affrontata dalla Cassazione concerne la necessità, per il creditore che effettui intervento in un'esecuzione sulla base di un titolo esecutivo, di produrre l'originale di tale titolo nel corso del procedimento esecutivo al fine di poter essere ammesso nel progetto di distribuzione.

Leggi dopo

Pregiudizialità e sospensione necessaria del processo

19 Luglio 2017 | di Francesco Bartolini

Cass. civ.

Questioni pregiudiziali

In tema di sospensione del giudizio ex art. 295 c.p.c., se nel giudizio pregiudicato si pone una questione pregiudiziale di rito idonea alla sua definizione, il giudice di tale giudizio non può adottare il provvedimento di sospensione senza avere prima esaminato e deciso tale questione.

Leggi dopo

La decorrenza del termine per proporre opposizione ex art. 617 c.p.c. al decreto di trasferimento nell'ipotesi di aliud pro alio

18 Luglio 2017 | di Rosaria Giordano

Cass. civ.

Opposizione agli atti esecutivi

La questione esaminata dai Giudici della Cassazione concerne il decorso del termine per la proposizione dell'opposizione agli atti esecutivi contro il decreto di trasferimento nell'ipotesi di aliud pro alio.

Leggi dopo

Finita locazione e opposizione alla fissazione della data del rilascio: si applica il termine per l’opposizione agli atti esecutivi?

17 Luglio 2017 | di Mauro Di Marzio

Trib. Roma

Esecuzione per consegna e rilascio

La speciale opposizione avverso il provvedimento di fissazione del giorno di esecuzione della condanna del conduttore al rilascio, previsto dal comma 3 dell'art. 56 l. 27 luglio 1978, n. 392 è soggetta al termine di proponibilità dell'opposizione agli atti esecutivi, di 20 giorni decorrenti dal provvedimento che ha disposto il rilascio.

Leggi dopo

Opposizione all’esecuzione estinta per rinuncia: viene meno l’interesse ad agire

14 Luglio 2017 | di Lorenzo Balestra

Cass. civ.

Opposizione all’esecuzione

L'estinzione dell'esecuzione per rinuncia, anteriore alla proposizione di un'opposizione avverso di essa in riferimento esclusivo alle spese di precetto, ne comporta la carenza di interesse originaria.

Leggi dopo

Esecuzione per rilascio: rimedi a disposizione del terzo non detentore

13 Luglio 2017 | di Rosaria Giordano

Cass. civ.

Esecuzione per consegna e rilascio

La questione affrontata dalla Cassazione nella sentenza in commento riguarda i rimedi a disposizione del terzo nell'esecuzione forzata per rilascio ove, peraltro, detto terzo non sia nella detenzione dell'immobile al momento della procedura esecutiva.

Leggi dopo

Inammissibile il regolamento di competenza promosso per dirimere questioni inerenti alla ripartizione delle cause tra giudici del medesimo ufficio giudiziario

11 Luglio 2017 | di Valentina Baroncini

Cass. civ.

Regolamento di competenza

La questione centrale affrontata dalla Cassazione in sede di regolamento di competenza, che si è rivelata assorbente rispetto alla decisione nel merito sui singoli motivi proposti, riguarda l'ammissibilità del rimedio nel caso in cui, come accaduto in quello sottoposto al suo esame, la censura non appare integrare una vera e propria questione di competenza, bensì un mero problema di distribuzione degli incarichi all'interno dello stesso ufficio giudiziario.

Leggi dopo

Spese del precetto notificato unitamente al titolo esecutivo

07 Luglio 2017 | di Lorenzo Balestra

Cass. civ.

Opposizione all’esecuzione

La sentenza in commento affronta la questione dell'esperibilità del rimedio dell'opposizione all'esecuzione anche in sede di ordinanza di assegnazione da parte del terzo pignorato.

Leggi dopo

Compensazione delle spese di lite e diritto dell'agente di riscossione al rimborso dall'ente impositore del compenso del proprio difensore

05 Luglio 2017 | di Vito Amendolagine

Opposizione a cartella di pagamento

La fattispecie esaminata dalla Cassazione attiene alla quaestio juris se l'intervenuta formazione del giudicato sulle statuizioni concernenti le spese processuali contenute nelle sentenze in cui il Concessionario è risultato essere soccombente a causa dell'accertata irregolarità degli atti emessi dall'Ente creditore possa costituire una causa idonea a pregiudicare la pretesa risarcitoria successivamente fatta valere dallo stesso Concessionario dei servizi di riscossione nei confronti dell'Ente creditore.

Leggi dopo

Non è revocabile la sentenza di cassazione che abbia erroneamente presupposto l'esistenza di un giudicato, trattandosi di errore di diritto e non di fatto

03 Luglio 2017 | di Sergio Matteini Chiari

Cass. civ.

Revocazione, impugnazione per

La questione giuridica sottoposta alla Corte Suprema di Cassazione e che interessa in questa sede è stata quella di stabilire se l'interpretazione di un giudicato costituisca un giudizio di fatto oppure sia da assimilare all'interpretazione di norme giuridiche e se, di conseguenza, la sentenza «interpretativa» sia da ritenere o meno revocabile.

Leggi dopo

Pagine