Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Il ricorso avverso il diniego della protezione internazionale sospende l’efficacia esecutiva dell’ordinanza ex art. 702 ter c.p.c.

23 Febbraio 2017 | di Isabella Piracci

App. Bologna

Riconoscimento della protezione internazionale (semplificazione dei riti)

In tema di protezione internazionale la proposizione del ricorso ex art. 19, d.lgs. n. 150/2001 sospende, nei casi previsti, l'efficacia esecutiva del provvedimento impugnato per tutta la durata del giudizio.

Leggi dopo

Il professionista delegato alla vendita può fissare ai creditori un termine di decadenza per il deposito dei titoli

22 Febbraio 2017 | di Francesco Bartolini

Cass. civ.

Espropriazione immobiliare

Nell'espropriazione immobiliare, legittimamente il progetto di distribuzione, prescinde dalle ragioni di credito per le quali il creditore non abbia prodotto i necessari documenti giustificativi entro il termine a tale scopo fissato dal giudice dell'esecuzione o dal professionista delegato, riferendosi l'eccezionale facoltà prevista dall'art. 566 c.p.c. al solo atto originale di intervento nella procedura e non a tutte le successive attività incombenti ai creditori.

Leggi dopo

Ricorso monitorio e tentativo obbligatorio di conciliazione sono compatibili?

20 Febbraio 2017 | di Vito Amendolagine

Cass. civ.

Tentativo di conciliazione

Non è conforme a diritto la pronuncia che assoggetta il ricorso monitorio, nelle materie riservate alle competenze dell'AGCOM, al previo esperimento del tentativo obbligatorio di conciliazione.

Leggi dopo

Nullità del contratto e portata precettiva della pronuncia del giudice

15 Febbraio 2017 | di Cristina Asprella

Cass. civ., sez. II, sent., 30 dicembre 2016, n. 27516

Motivazione della sentenza

Laddove non vi sia contrasto tra il dispositivo e la motivazione, la portata precettiva della pronuncia va individuata tenendo integrando il dispositivo con la motivazione.

Leggi dopo

I limiti all'esecuzione forzata degli obblighi di fare o di non fare

14 Febbraio 2017 | di Giuseppe Fiengo

Trib. Milano

Esecuzione forzata degli obblighi di fare e di non fare

L'esecuzione forzata degli obblighi di fare e di non fare può avere ad oggetto il solo compimento di opere materiali, non anche di atti giuridici.

Leggi dopo

È perentorio il termine per la notificazione del decreto di accoglimento della domanda di equa riparazione

13 Febbraio 2017 | di Franco Petrolati

Cass. civ.

Legge pinto: le opposizioni e le impugnazioni

In tema di equa riparazione, il termine di trenta giorni previsto per la notificazione del ricorso e del decreto di accoglimento della domanda ha carattere perentorio.

Leggi dopo

Privilegio per il credito relativo alle spese di giustizia: ribadita l'esclusione per le spese sostenute per il giudizio di merito

09 Febbraio 2017 | di Luca Caputo

Cass. civ.

Privilegio

Il privilegio di cui all'art. 2770 c.c. opera solo per i crediti per le spese di giustizia sostenute per ottenere l'emissione del sequestro conservativo idoneo a convertirsi in pignoramento.

Leggi dopo

L'ambito di applicazione del privilegio generale mobiliare ex art. 2776 c.c., in caso di infruttuosa esecuzione sui mobili

08 Febbraio 2017 | di Salvatore Ziino

Trib. S. Maria C.V.

Privilegio

La collocazione sussidiaria forma spesso oggetto di contestazioni in sede di ricavato; tuttavia non è agevole reperire precedenti giurisprudenziali specifici e recenti. L'ordinanza emessa dal tribunale di Santa Maria Capua Vetere inquadra correttamente le questioni giuridiche esaminate e perviene ad una conclusione che consente al creditore privilegiato di fare valere, in concreto, il diritto alla collocazione sussidiaria.

Leggi dopo

Novazione e ricognizione di debito in caso di consolidamento dei debiti pregressi e di nuovo finanziamento

07 Febbraio 2017 | di Francesco Bartolini

Cass. civ.

Poteri istruttori del giudice

Quando in giudizio è dedotta, come titolo per vantare un credito, l'avvenuta novazione di un precedente rapporto, il giudice deve verificare che gli indicati mutamenti del rapporto rivestano i requisiti dell'aliquid novi, dell'animus novandi e della causa novandi: requisiti che differenziano la novazione dalle semplici modificazioni dei modi di adempimento delle prestazioni o di obblighi accessori che non comportano novazione.

Leggi dopo

Contrordine delle Sezioni Unite: l'omesso deposito della sentenza impugnata non renderà improcedibile il ricorso per cassazione

06 Febbraio 2017 | di Mauro Di Marzio

Cass. civ.

Impugnazioni in generale

Le Sezioni Unite hanno posto le premesse perché venga ribaltato un orientamento pluridecennale, quello secondo cui il ricorso per cassazione è improcedibile, ai sensi del secondo comma, n. 2, dell'art. 369 c.p.c., se il ricorrente non deposita la copia autentica della sentenza o della decisione impugnata con la relazione di notificazione, se questa è avvenuta, senza che siano applicabili congegni di sanatoria di qualunque specie.

Leggi dopo

Pagine