Focus

Focus

Il sovraindebitamento: legge vigente e legge di riforma

22 Luglio 2020 | di Mauro Di Marzio

Consumatore

Nel 2012 il legislatore ha introdotto procedimenti volti a porre rimedio alle situazioni di sovraindebitamento riguardanti debitori non fallibili. I debitori hanno facoltà di concludere un «accordo» con i creditori attraverso una procedura di composizione della crisi. Il consumatore può inoltre proporre un piano di ristrutturazione. Nei casi stabiliti dalla legge, la procedura può essere convertita, su istanza del debitore o dei creditori, in una «procedura di liquidazione del patrimonio». L'articolo esamina la disciplina dettata dalla l. n. 3/2012, in raffronto con quella introdotta dal Codice della crisi di impresa, di prossima entrata in vigore, prestando attenzione alla giurisprudenza, anche più recente, formatasi in materia.

Leggi dopo

Alcune importanti novità in tema di pignoramento presso terzi presenti nel d.l. n. 34/2020

21 Luglio 2020 | di Giuseppe Lauropoli

Pignoramento presso terzi

Nel presente contributo ci si sofferma su alcuni interventi, contenuti nel d.l. n. 34/2020 (convertito, con modificazioni, in legge n. 77/2020), adottati dal legislatore nel quadro delle misure tese a stabilizzare e rafforzare il sistema economico e a tutelare la coesione sociale. In particolare ci si sofferma sull'art. 117, comma 4 e sull'art. 152, comma 1, di tale decreto legge, recanti misure in tema di procedure esecutive contro le ASL ed in tema di pignoramento esattoriale di pensioni e stipendi.

Leggi dopo

Il rito civile ai tempi del COVID-19. Questioni in tema di regolamentazione dei termini processuali, di trattazione scritta e di udienza da remoto

15 Luglio 2020 | di Michele Ruvolo

Avvocato

Il continuo ricorso allo strumento della decretazione di urgenza da parte del Governo italiano per far fronte all'inaspettata emergenza sanitaria che ha sconvolto il nostro Paese ha inciso profondamente sulla dinamica del processo.

Leggi dopo

La fine dell'emergenza processuale: note a prima lettura del d.l. 25 giugno 2020, n. 70, di conversione del d.l. 30 aprile 2020, n. 28

08 Luglio 2020 | di Roberto Masoni

Avvocato

Per effetto della conversione in legge del d.l. n. 28/2020 e quale conseguenza del corposo lavoro di maquillage compiuto in seno alla Commissione Giustizia del Senato, nell'innovato testo dell'art. 83 d.l. n. 28/2020 hanno trovato posto tematiche assai eterogenee.

Leggi dopo

Il documento informatico, il fax e la mail

01 Luglio 2020 | di Andrea Penta

Documento informatico

Ai sensi dell'art. 1, comma 1, lett. p), d.lgs. 7 marzo 2005, n. 82 la e-mail costituisce un "documento informatico", ovvero un "documento elettronico che contiene la rappresentazione informatica di atti, fatti o dati giuridicamente rilevanti". L'e-mail, pertanto, seppur priva di firma, rientra tra le riproduzioni informatiche, ovvero fra le rappresentazioni meccaniche indicate, con elencazione non tassativa, dall'art. 2712 c.c., e dunque forma piena prova dei fatti e delle cose rappresentate, se colui contro il quale viene prodotta non ne disconosca la conformità ai fatti o alle cose medesime. Il profilo della valenza probatoria delle mail e dei fax, al pari di quella del documento cd. informatico, è poco esplorato in giurisprudenza, nonostante non di rado, soprattutto nell'attuale era tecnologica, tali documenti possano avere una rilevanza di non secondaria importanza.

Leggi dopo

Fondo patrimoniale ed espropriazione forzata: il punto sulle posizioni della giurisprudenza

24 Giugno 2020 | di Pasqualina Farina

Esecuzione forzata (in generale)

Le limitazioni della responsabilità patrimoniale derivanti dal fondo patrimoniale, essendo di fatto rimesse alla discrezionalità dei coniugi, espongono da sempre il creditore ad un uso fraudolento dell'art. 170 c.c. Da qui la diffidenza della dottrina e soprattutto della giurisprudenza, sia di merito sia di legittimità, rispetto ad un uso distorto dell'istituto, rischio sempre attuale e talvolta prevalente sulla soddisfazione delle esigenze alle quali il fondo patrimoniale dovrebbe essere effettivamente destinato.

Leggi dopo

L’avvocato telematico ai tempi del Coronavirus. Tra soluzioni legislative e prospettive

17 Giugno 2020 | di Nicola Gargano

Processo civile telematico

L'emergenza epidemiologica che sta affrontando il nostro paese ha portato a drammatiche conseguenze anche nel settore della giustizia civile in parte mitigate dalle opportunità offerte dal processo civile telematico, quantomeno per quegli uffici ove è attivo ovvero Tribunali e Corti di Appello. Tuttavia alle già note norme che disciplinano il PCT si sono aggiunte parziali modifiche ed integrazioni contenute nell’art. 83 del Decreto Cura Italia in cui sono previste le cosiddette udienze da remoto. Scopo del Focus è analizzare questa legislazione emergenziale con particolare riguardo alle novità che influiscono sul lavoro dell’avvocato telematico.

Leggi dopo

Recenti contrasti sul principio della “ragione più liquida”

10 Giugno 2020 | di Cesare Taraschi

Decisione della causa

In linea di principio, il codice di rito pone una precisa gerarchia tra questioni pregiudiziali attinenti al processo e decisione sul merito, nel senso che il giudice non può pronunciare sulla fondatezza della domanda, se prima non ha deciso le questioni di rito e le ha respinte.

Leggi dopo

Le forme per il rilascio della procura speciale alle liti nel processo civile telematico

03 Giugno 2020 | di Ileana Fedele

Procura speciale alle liti

Le modalità di rilascio della procura speciale alle liti nell'ambito del processo civile telematico (PCT) sono descritte partendo dalle previsioni codicistiche per poi esaminare le prescrizioni dettate dalle regole e dalle specifiche tecniche, non senza soffermarsi sulle conseguenti implicazioni per il giudizio di cassazione.

Leggi dopo

Il punto sui provvedimenti d'urgenza

26 Maggio 2020 | di Vincenza Di Cristofano

Provvedimenti d’urgenza

L'intervento del giudice dell'urgenza copre un vastissimo panorama di materie giuridiche, tra le quali, a titolo d'esempio, la proprietà, il lavoro, i marchi e brevetti, il diritto di famiglia, i diritti della personalità, la tutela della salute ex art. 32 Cost. Il provvedimento d'urgenza si rivela quindi uno strumento di tutela prezioso per la salvaguardia dei diritti soggettivi (e anche per i diritti di credito), lì dove gli stessi siano minacciati da un “pregiudizio imminente ed irreparabile”. L'art. 700 c.p.c rappresenta la norma più interessante del nostro codice di rito, in riferimento alla quale la dottrina e la giurisprudenza trovano sempre nuovi spunti di riflessione e dibattito. Obiettivo precipuo di questo contributo è quello di operare una ricognizione dell'amplissima casistica giurisprudenziale formatasi al riguardo.

Leggi dopo

Pagine