Focus

Focus

La costituzione nella fase presidenziale vale anche per la fase contenziosa dei procedimenti di separazione e divorzio

22 Maggio 2017 | di Cesare Trapuzzano

Procedimenti di separazione e divorzio

Con l'ord. 4 maggio 2017 n. 97, il Giudice delle leggi ha affrontato la questione relativa alle conseguenze che derivano dalla natura bifasica dei procedimenti di separazione e divorzio, escludendo che la costituzione del convenuto già nella fase presidenziale, con l'eventuale proposizione di domande riconvenzionali, esiga la rinnovata costituzione nella fase contenziosa davanti al giudice istruttore, a pena di decadenza delle domande già spiegate dal resistente.

Leggi dopo

I riflessi di accertamento, non contestazione e dichiarazione sull'ordinanza di assegnazione nell'espropriazione presso terzi

12 Maggio 2017 | di Alberto Crivelli

Espropriazione presso terzi

Le riforme del codice di procedura civile, dal 2012 al 2015, hanno profondamente innovato la materia dell'espropriazione presso terzi ed in particolare hanno stravolto la disciplina dell'accertamento dell'obbligo del terzo. È noto anzitutto che se in precedenza l'art.548 c.p.c. prevedeva un accertamento demandato ad un autonomo giudizio di cognizione ordinaria, oggi tale accertamento avviene nell'ambito di un subprocedimento endoesecutivo definito con ordinanza.

Leggi dopo

Quando il procedimento di liquidazione degli onorari forensi si estende dal quantum all'an della prestazione

03 Maggio 2017 | di Alessandra Riccio

Liquidazione dei compensi di avvocato (semplificazione dei riti)

Oggetto del presente elaborato è la disciplina dettata dal legislatore per la liquidazione dei compensi forensi, come modificata dal d.lgs. n. 150/2011 e alla luce dei recenti sviluppi giurisprudenziali sul punto.

Leggi dopo

La consulenza tecnica contabile

20 Aprile 2017 | di Salvatore Ziino

Consulente tecnico d’ufficio

Numerose norme del codice civile regolano l'efficacia dei documenti che rappresentano, mediante dati numerici, operazioni o rapporti di dare ed avere.

Leggi dopo

L'autorizzazione all'esecuzione immediata di cui all'art. 482 c.p.c.

13 Aprile 2017 | di Giuseppe Lauropoli

Esecuzione forzata (in generale)

L'atto di precetto contiene l'intimazione, rivolta al debitore, ad adempiere entro un termine fissato dal creditore (termine, comunque, non inferiore a dieci giorni), essendo quindi ordinariamente precluso l'inizio dell'esecuzione prima del decorso di un tale termine dilatorio previsto nell'atto di precetto. Il medesimo art. 482 c.p.c. prevede, tuttavia, la possibilità di richiedere ed ottenere un decreto che autorizzi l'inizio dell'esecuzione anteriormente al decorso di un tale termine, ogni volta che esista un pericolo nel ritardo, ossia allorché l'attesa del decorso di un tale termine possa pregiudicare le ragioni del creditore.

Leggi dopo

La riforma della mediazione secondo la commissione Alpa

04 Aprile 2017 | di Giampaolo Di Marco

Mediazione (in generale)

La riforma della disciplina sulla mediazione civile e commerciale, così come prefigurata dalla Commissione Alpa, si fonda sulla rimozione di quegli aspetti che, nella prassi giurisprudenziale, hanno generato le maggiori incertezze interpretative.

Leggi dopo

Il regime delle spese di lite nelle controversie in materia di previdenza ed assistenza: il punto sull'art. 152 disp. att. c.p.c.

03 Aprile 2017 | di Ida Ponticelli

Controversie in materia di previdenza ed assistenza obbligatoria

Il regime delle spese di lite nelle controversie previdenziali e assistenziali è disciplinato in modo diverso rispetto a quanto previsto in generale per le fattispecie che seguono il rito ordinario e il rito lavoro: mentre, infatti, l'art. 91 c.p.c. dispone che la parte soccombente rimborsi le spese del giudizio alla controparte vittoriosa, nel processo previdenziale viene in rilievo una disciplina particolare, centrata sul diverso principio della esenzione dal pagamento di spese, diritti ed onorari per la parte che, pur risultando soccombente, si trovi nelle condizioni indicate dall'art. 152 disp. att. c.p.c., che sono oggetto di apposita autocertificazione.

Leggi dopo

Il giudicato esterno nelle imposte periodiche

30 Marzo 2017 | di Federico Sorrentino

Giudicato

In quali limiti e a quali condizioni al giudice tributario è precluso l'esame del caso concreto a fronte di una sentenza passata in giudicato sulla medesima questione sia pure vertente su una diversa annualità? La presente analisi offre uno spaccato della giurisprudenza di legittimità sul delicato tema dell'applicazione del giudicato esterno nelle imposte periodiche, tema che dalla storica apertura delle Sezioni Unite del 2006 continua ad agitarsi nelle concrete fattispecie presenti nel contenzioso tributario non solo con riferimento alla “comunanza” della questione passata in giudicato, ma soprattutto in punto di “durevolezza” della questione già decisa.

Leggi dopo

Sospensione dell'espropriazione forzata e ricorso del sovraindebitato ex l. n. 3/2012: un rapporto complesso

20 Marzo 2017 | di Pasqualina Farina

Espropriazione forzata

Per rimediare alla situazione di eccessivo indebitamento delle famiglie e, più in generale, dei soggetti non sottoponibili a fallimento, la legge 27 gennaio 2012, n. 3 ha introdotto nel nostro ordinamento il procedimento di composizione delle crisi da sovraindebitamento, incrinando in maniera significativa il suddetto sistema dualistico. Il legislatore del 2012 ha così configurato, accanto a quello della legge propria del fallimento, un nuovo e diverso regime, in deroga alla disciplina di diritto comune.

Leggi dopo

Legge Gelli-Bianco: l'ATP obbligatorio nelle controversie di risarcimento dei danni derivanti da responsabilità sanitaria

14 Marzo 2017 | di Massimo Vaccari

Accertamento tecnico preventivo

La nuova disciplina in tema di responsabilità sanitaria, cd. legge Gelli-Bianco, ha introdotto nel nostro ordinamento una nuova ipotesi di giurisdizione condizionata, quella del tentativo obbligatorio di conciliazione, da espletarsi nelle forme del procedimento di cui all'art. 696-bis c.p.c..

Leggi dopo

Pagine