Bussola

Ricorso cautelare

Sommario

Inquadramento | Sui contenuti del ricorso cautelare | Allegazione del fumus boni iuris e del periculum in mora | Principio della domanda e corrispondenza tra il chiesto e il pronunciato | Vizi della domanda cautelare e sanatoria | Il ricorso cautelare ante causam. Indicazione della futura domanda sul merito | Cautela e A.D.R. obbligatorie | Domanda cautelare in corso di causa. Sulla necessità del ricorso | Domanda cautelare in via riconvenzionale | Effetti processuali e sostanziali della domanda cautelare | (segue) Effetti sostanziali | Riferimenti |

 

L'art. 669-bis c.p.c., nell'aprire la sezione sul procedimento cautelare “uniforme”, stabilisce che «la domanda si propone con ricorso depositato nella cancelleria del giudice competente». Quanto al contenuto, la disposizione fa implicito richiamo all'art. 125 c.p.c., che indica i requisiti generali di un ricorso. La forma del «ricorso depositato in cancelleria» chiarisce inoltre da quando decorrono gli effetti della domanda cautelare: anch'essi hanno notevole rilevanza, seppure in termini parzialmente diversi da quelli propri della domanda che introduce il processo di cognizione.

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento