Bussola

Revocazione delle sentenze della corte di cassazione

20 Settembre 2017 |

Sommario

Inquadramento | Revocazione per errore di fatto | Contrasto della sentenza di legittimità con un precedente giudicato | Revocazione “straordinaria” (ed opposizione di terzo) delle decisioni di merito della corte di cassazione | Riferimenti |

 

La l. 23 novembre 1990 n. 353 con l'emanazione dell'art. 391-bis c.p.c. ha introdotto il rimedio della revocazione, limitatamente agli errori di fatto ex art. 395 n. 4 c.p.c., nonché quello della correzione degli errori materiali e di calcolo, delle sentenze pronunciate dalla Corte di Cassazione. Il successivo d.lgs. 2 febbraio 2006 n. 40, ha in seguito esteso, mediante  l'art. 391-ter c.p.c., il rimedio della revocazione c.d. straordinaria e dell'opposizione di terzo alle pronunce di cassazione sostitutiva nel merito rese dalla stessa Corte di Cassazione. Lo stesso d.lgs. 2 febbraio 2006 n. 40 ha, sotto un distinto profilo,  modificato l'art. 391-bis c.p.c. disciplinandone il procedimento mediante rinvio alle disposizioni dell'art. 380-bis c.p.c. su quello in camera di consiglio.

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

News

News

Su Revocazione delle sentenze della corte di cassazione

Vedi tutti »

Focus

Focus

Su Revocazione delle sentenze della corte di cassazione

Vedi tutti »