Bussola

Procura nel giudizio di cassazione

Sommario

Sottoscrizione del ricorso per cassazione | Specialità della procura | Il tempo della procura speciale | L'ubicazione della procura speciale | La certificazione di autenticità della firma del ricorrente | Il soggetto legittimato a rilasciare la procura | Riferimenti |

 

Il ricorso diretto alla Corte di Cassazione deve essere sottoscritto, a pena di inammissibilità, da un avvocato iscritto nell'albo speciale di cui all'art. 33 R.D.l. 27 novembre 1933, n. 1578 (artt. 365 e 82, comma 3, ult. parte, c.p.c.). È stata ritenuta dalla stessa Corte manifestamente infondata la questione di costituzionalità della normativa che impedisce la partecipazione al giudizio di cassazione dell'avvocato non iscritto all'albo dei difensori abilitati a difendere davanti alle giurisdizioni superiori, atteso che le particolari caratteristiche del giudizio di cassazione, che rilevano anche sul piano costituzionale (art. 11, comma 2 e 3, Cost.), esigono una difesa qualificata (Cass. civ., sez. I, 10 marzo 1992, n. 2873). Non essendo necessario che dell'iscrizione all'albo dei difensori abilitati al patrocinio davanti alle giurisdizioni superiori venga fatta espressa menzione nel ricorso (Cass. civ., sez. II, 13 settembre 2012, n. 15338), in caso di contestazione dello ius postulandi per mancanza di detta iscrizione, grava sul difensore interessato l'onere di allegare il contrario, producendo certificazione da cui risulti tale potere ai sensi dell'art. 372, comma 2, c.p.c., oppure allegandola in una memoria difensiva ai sensi dell'art. 378 c.p.c. (Cass. civ., sez. II, 3...

Leggi dopo