Bussola

Procura generale alle liti

Sommario

Inquadramento | Menzione e produzione della procura generale alle liti | Limiti all'impiego della procura generale alle liti | Procura generale rilasciata da persona organo di persona giuridica | Poteri del procuratore generale alle liti | Procura generale alle liti e forma del contratto di patrocinio nei riguardi della Pubblica Amministrazione | Riferimenti |

 

La procura generale alle liti (c.d. procura ad lites, contrapposta alla procura ad litem, ossia conferita per una sola lite e, in altri termini, alla procura speciale) conferisce al difensore la facoltà di patrocinare il cliente in tutte le liti che lo interessino, indipendentemente dall'esistenza di esse al momento del conferimento (a valere, dunque, anche per le liti future) e senza che la medesima, ovviamente, debba contenere menzione delle liti cui si riferisce: tale procura, secondo quanto espressamente stabilisce l'art. 83, comma 2, c.p.c., deve essere conferita « con atto pubblico o scrittura privata autenticata », e cioè, nell'ipotesi più comune, per atto di notaio.

Leggi dopo