Bussola

Procedimento cautelare “uniforme”

Sommario

Inquadramento | Competenza | Ricorso | Procedimento | Decisione e regime della stessa | Riferimenti |

 

La tutela cautelare è volta ad evitare che la parte che ha ragione subisca, nelle more dell'emanazione della sentenza di merito, un danno “marginale” in ragione della tardività ovvero dell'infruttuosità della tutela ed assume, pertanto,  rilevanza costituzionale, ai sensi dell'art. 24 Cost., nella misura in cui rende effettivo il diritto di ciascuno ad agire in giudizio per la tutela dei propri diritti soggettivi ed interessi legittimi (Corte Cost. 28 giugno 1985, n. 190, in Foro it., 1985, I, 1881, con nota di PROTO PISANI). Caratteri fondamentali dei provvedimenti cautelari sono la strumentalità e la provvisorietà. In particolare, la strumentalità dei provvedimenti cautelari denota la subordinazione funzionale degli stessi alla garanzia dell'effettività della tutela giurisdizionale ordinaria: l'obiettivo, coerente con l'esigenza di un'effettività della tutela giurisdizionale, è quello di rendere neutra per la parte che ha ragione la necessità di adire il giudice al fine di essere tutelata rispetto a quanto la stessa avrebbe ottenuto nell'ipotesi di adempimento spontaneo (FAZZALARI 1991, 4; MERLIN 1996, 393 ss.). In secondo luogo i provvedimenti cautelari sono caratterizzati dalla provvisorietà, ovvero dall'inidoneità a dettare una disciplina irreversibile del rapporto contro...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento