Bussola

Ordinanza successiva alla chiusura dell’istruzione

Sommario

Inquadramento | Ambito applicativo | Istanza e pronuncia del provvedimento | Effetti e regime dell'ordinanza | Effetti dell'estinzione del processo | Riferimenti |

 

L'art. 186-quater c.p.c. disciplina un provvedimento anticipatorio avente la finalità di evitare la necessità che, terminata l'istruttoria, le parti debbano attendere a lungo la decisione della causa con sentenza in ragione dell'eccessivo carico dei ruoli giudiziari (cfr. SANTANGELI,  1 ss.). La S.C. ha ritenuto manifestamente infondata l'eccezione di legittimità costituzionale relativa alla disposizione in esame, inquadrata come norma contemplante uno strumento processuale che determinerebbe la soppressione del diritto ad ottenere una pronuncia, in violazione degli art. 24 e 25 Cost., nel caso in cui le domande siano parzialmente accolte o respinte, avendo tale provvedimento anticipatorio esclusivamente la funzione di introdurre una forma di giudizio abbreviato ispirata a fini deflattivi che si realizza mediante il meccanismo di fare acquistare all'ordinanza (esecutiva ex lege) l'efficacia di sentenza a seguito di rinuncia alla pronuncia di merito da parte dell'intimato e rappresentando questa forma di giudizio l'estrinsecazione della potestà discrezionale del legislatore di conformare gli istituti processuali, razionalmente spiegabile in rapporta alla previsione dell'assorbimento dell'ordinanza nella sentenza o nell'acquisto dell'efficacia della sentenza impugnabile (Cass. c...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento