Bussola

Opposizione all’esecuzione

Sommario

Inquadramento | I motivi di opposizione | Opposizione all'esecuzione e impugnazione del titolo esecutivo | Legittimazione ad agire | Forma dell'opposizione | Competenza | Domanda riconvenzionale nell'opposizione all'esecuzione | La sospensione feriale e i termini per proporre opposizione | I provvedimenti urgenti: la sospensione dell'esecuzione in sede di opposizione a precetto prima dell'inizio dell'esecuzione | La decisione nella fase di merito e l'impugnazione | I motivi dell'opposizione | L'oggetto dell'opposizione | Casistica | Impignorabilità dei beni | Riferimenti |

 

L'art. 615 c.p.c. prevede due forme di opposizione e distingue il caso in cui l'opposizione venga proposta prima dell'inizio dell'esecuzione dal caso in cui venga proposta ad esecuzione iniziata. La prima forma di opposizione riguarda la contestazione del diritto di procedere ad esecuzione forzata e, dunque, coinvolgente l'an dell'esecuzione e l'altra, diretta a far valere un vizio di modalità di svolgimento del processo esecutivo: opposizione per impignorabilità dei beni. Preliminarmente è fondamentale considerare come l'opposizione all'esecuzione si differenzi nettamente dall'opposizione agli atti esecutivi; infatti la prima è volta all'accertamento dell'esistenza del diritto della parte istante a promuovere l'esecuzione, mentre la seconda concerne la regolarità formale del titolo esecutivo o del precetto, ovvero dei singoli atti dell'esecuzione (Cass. civ., sez. III, 27 novembre 2012, n. 20989, in CED Cassazione, 2012).   Può accadere, come sovente si verifica, che le contestazioni della parte si configurino, nello stesso procedimento, tanto come opposizione all'esecuzione quanto come opposizione agli atti esecutivi. In questo caso la decisione del giudice potrà coinvolgere aspetti, sia dell'opposizione all'esecuzione che di opposizione agli atti esecutivi: la sentenza, f...

Leggi dopo