Bussola

Notificazione a mezzo del servizio postale

24 Aprile 2016 |

Sommario

Inquadramento | Formalità | Avviso di ricevimento | Momento perfezionativo della notificazione | Invalidità della notificazione | Segue: Casistica | Processo tributario | Riferimenti |

 

La notifica a mezzo del servizio postale ha ad oggetto gli atti indicati nell'art. 107, comma 2, del d.P.R. 15 dicembre 1959, n. 1229, il quale stabilisce che tutti gli ufficiali giudiziari possono eseguire, a mezzo del servizio postale, senza limitazioni territoriali, la notificazione degli atti relativi ad affari di competenza delle autorità giudiziarie della sede alla quale sono addetti (oltre che del verbale di cui all'art. 492-bis c.p.c.) e degli atti stragiudiziali. L'ufficiale giudiziario ha facoltà di avvalersi del servizio postale anche se il destinatario si trovi nello stesso Comune nel quale è ubicato  il suo ufficio, salvo che l'autorità giudiziaria disponga o la parte chieda espressamente che la notificazione sia eseguita personalmente. La notifica nella forma in esame è obbligatoria per la notificazione degli atti fuori del Comune sede dell'ufficio dell'ufficiale giudiziario, salvo che la parte istante chieda che la notifica sia eseguita di persona (art. 107 cit.). Alla notificazione a mezzo del servizio postale fa altresì rinvio la l. 21 gennaio 1994, n. 53, concernente la facoltà di notificazioni di atti civili, amministrativi e stragiudiziali per gli avvocati.

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento