Bussola

Ispezione

26 Febbraio 2018 |

Sommario

Inquadramento | Limiti di ammissibilità | Oggetto | Svolgimento | Rifiuto di sottoporsi ad ispezione e conseguenze | Riproduzioni, copie ed esperimenti | Prova genetica ed ematologica | Ispezione dell'amministrazione della società | Casistica | Riferimenti |

 

L'ispezione è prevista, dall'art. 118 c.p.c., al fine di consentire al giudice di conseguire la cognizione di quegli elementi che per diverse ragioni possono essere oggetto solo di osservazione e non anche di acquisizione mediante i normali mezzi di prova. In particolare, il giudice può ordinare alle parti e ai terzi di consentire sulla loro persona o sulle cose in loro possesso le ispezioni che appaiono indispensabili per conoscere i fatti di causa, purchè ciò possa compiersi senza grave danno per la parte o per il terzo, e senza costringerli a violare uno dei segreti previsti negli artt. 200 (segreto professionale), 201 (segreto d'ufficio) e 202 (segreto di Stato) c.p.p.. Si tratta, quindi, di una prova diretta, la quale non ha per oggetto i documenti, che vanno acquisiti a mezzo dell'esibizione, ma circostanze o modi di essere relativi a cose, luoghi o persone, rilevanti per la decisione, delle cui caratteristiche consente al giudice di prendere immediata conoscenza.   In evidenza L'ispezione viene contrapposta all'esibizione, in quanto, a differenza di quest'ultima, non è un mezzo per l'acquisizione di prove, né mira a sopperire all'inerzia della parte, onerata dalla prova, bensì è uno strumento estremo di conoscenza esperibile per acquisire al processo, mediante indagi...

Leggi dopo