Bussola

Inammissibilità

12 Aprile 2016 |

Sommario

Inquadramento | Inammissibilità e procedimento | Inammissibilità, improcedibilità, nullità | Inammissibilità come invalidità di ordine pregiudiziale | Inammissibilità dell'impugnazione | Inammissibilità dell'impugnazione e condizioni dell'azione | Inammissibilità come strumento di deflazione processuale | Riferimenti |

 

L'inammissibilità è una figura giuridica che la legge processuale utilizza ripetutamente senza fornirne, tuttavia, alcuna definizione. A differenza di quanto stabilito per le nullità, non è stata dettata nel codice di rito una regola che consenta di ricondurre  le cause dell'inammissibilità ad una nozione che ne accomuni le varie fattispecie di accadimento. Una definizione che consenta di averne un concetto sufficientemente descrittivo non può essere ottenuta se non astraendola dall'insieme dei casi nei quali il diritto positivo indica, come non ammissibili, alcuni atti privi dei requisiti previsti per porsi come fondamento di attività successive.  Dalle disposizioni che in tal senso pronunciano si desume che l'inammissibilità si risolve in una sanzione, nel contesto del processo, preclusiva di attività ulteriori rispetto a quella che, in quanto disforme dal dovuto, ne cagiona il verificarsi. In questo senso può dirsi che l'inammissibilità consiste nella inidoneità di un atto a essere preso in considerazione («essere ammesso») quale elemento utile ad aprire un corso successivo di eventi davanti al giudice. Tipicamente, essa riguarda le istanze che, in varia forma, sono rivolte al giudice, e che sono ammesse alla sua cognizione soltanto se rispettose delle condizioni in proposi...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Su Impugnazioni in generale

Vedi tutti »

Le Bussole correlate >