Bussola

Improcedibilità

Sommario

Inquadramento | Le ipotesi di improcedibilità: il giudizio di primo grado | Il tentativo di mediazione e di negoziazione assistita | L'esperimento del previo ricorso amministrativo | L'improcedibilità nei giudizi di impugnazione. a)- L'appello | Segue. La mancata comparizione dell'appellante | Il regime dell'improcedibilità dell'appello | b)- L'improcedibilità del processo in Cassazione | L'improcedibilità nel processo di esecuzione | Gli effetti dell'improcedibilità | Riferimenti |

 

Assai difficile è fornire una definizione univoca di improcedibilità del processo civile; in esso, infatti, la nozione di improcedibilità assume valenza ed effetti diversi a seconda del grado di giudizio in cui essa si è verificata. In generale ed in via di prima approssimazione, l'improcedibilità consiste nel verificarsi di una causa ostativa all'esame dell'atto introduttivo del giudizio da parte del magistrato, sia in primo grado, sia nelle fasi di gravame. Tali cause non sono sempre e solo ascrivibili a un'omessa attività della parte istante, come accade nel giudizio di appello in cui l'art. 348 c.p.c. sanziona la mancata costituzione dell'appellante nei termini prescritti dalla legge, ma possono rientrare, in un'ottica più ampia, anche ipotesi diverse, quali un'eventuale transazione intervenuta tra le parti, il perimento del bene, il pagamento della sanzione amministrativa; accedendo a questa nozione più ampia di improcedibilità, si constata facilmente come esse rispondano a una ratio diversa dall'inattività, e non riconducibile a unità: da qui la difficoltà di individuare con precisione il tratto caratterizzante l'istituto. Resta tuttavia fermo ed indiscusso che, a differenza delle ipotesi di inammissibilità, le cause di improcedibilità non sono mai riconducibili al conte...

Leggi dopo