Bussola

Giudice unico

14 Luglio 2017 |

Sommario

Inquadramento | Inosservanza relativa alla composizione collegiale o monocratica del tribunale | Giudizio di appello | Procedimento davanti al giudice unico: cenni e rinvio | Riferimenti |

 

A norma dell'art. 50-bis c.p.c. sono riservate alla decisione collegiale tutte le cause che già erano comprese nell'art. 48 ord. giud., ad esclusione dei giudizi di appello, dei giudizi divisori e di ogni altra controversia che sia relativa ai rapporti sociali nelle società, nelle mutue assicuratrici e società cooperative, nelle associazioni in partecipazione e nei consorzi. Alla decisione collegiale vengono, invece, ascritte le cause di impugnazione dei testamenti e di riduzione della lesione di legittima oltre che le cause relative alle impugnazioni delle delibere assembleari e del consiglio di amministrazione e le cause di ricusazione dei componenti del Tribunale o della Corte d'Appello. A norma del successivo art. 50-ter c.p.c., al di fuori dei casi previsti dall'art. 50-bis c.p.c., il tribunale giudica in composizione monocratica. Pertanto il rapporto tra la decisione collegiale e quella monocratica è un rapporto di regola ad eccezione. La regola è data dalla decisione monocratica, mentre le eccezioni sono quelle specificamente previste dalla legge (e sulle quali, per approfondimenti, rinvio alla Bussola su Giudice collegiale).   In evidenza Il rapporto tra la decisione collegiale e quella monocratica è un rapporto di regola ad eccezione. La regola è data dalla decisio...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Focus

Focus

Su Chiamata per ordine del giudice

Chiamata per ordine del giudice
di Francesco Agnino

Vedi tutti »