Bussola

Forza pubblica

17 Dicembre 2018 |

Sommario

Inquadramento | Il ricorso alla forza pubblica nella procedura di espropriazione mobiliare presso il debitore | L'ausilio della forza pubblica nell'esecuzione dell'ordine di liberazione ex art. 560 c.p.c. | Esecuzione forzata degli obblighi di fare e non fare e forza pubblica | Forza pubblica e gestione del processo | La regolamentazione degli interventi della forza pubblica in via amministrativa | Casistica | Riferimenti |

 

Il monopolio della forza da parte dell'autorità statale, come principio cardine del moderno Stato di diritto, comporta la possibilità da parte dell'autorità giudiziaria, nei limiti previsti dalla legge, di ricorrere alla forza pubblica per l'attuazione dei provvedimenti giurisdizionali. L'esigenza di richiedere l'ausilio della forza pubblica può sorgere con riferimento a disparate fattispecie: si pensi alla liberazione dell'immobile occupato in attuazione delle ordinanze di sfratto o licenza per finita locazione, o in generale all'attuazione di provvedimenti di rilascio o consegna di beni mobili, o all'attuazione dell'ordine di liberazione nelle procedure di espropriazione immobiliare. Anche nella gestione del processo è possibile che sia necessario, ad esempio per la corretta direzione dell'attività istruttoria, richiedere l'ausilio della forza pubblica. Il potere del giudice di avvalersi della forza pubblica per l'attuazione dei provvedimenti giurisdizionali è ricondotto pacificamente al principio di effettività della tutela giurisdizionale che trova fondamento, a livello di fonti sovranazionali, negli artt. 19 TUE e 6 CEDU, e a livello costituzionale, negli artt. 24 e 103 Cost.. Ad una prima ricognizione del quadro normativo, a livello di fonti primarie, il potere del giudi...

Leggi dopo