Bussola

Forum contractus

20 Dicembre 2015 |

Sommario

Inquadramento | Cause relative a diritti di obbligazione | Competenza del giudice del luogo in cui è sorta l'obbligazione (forum contractus) | Foro delle obbligazioni contrattuali | Foro delle obbligazioni non contrattuali | Foro delle obbligazioni legali | Riferimenti |

 

Secondo la disciplina dell'art. 20 c.p.c., per le cause relative a diritti di obbligazione si prevedono due fori facoltativi e alternativi: quello del luogo in cui è sorta l'obbligazione e quello del luogo in cui l'obbligazione deve essere eseguita (Asprella, sub art. 20 c.p.c., 338 e ss.). Questo criterio determinativo della competenza si collega al luogo in cui è sorto il rapporto obbligatorio o in cui esso deve essere eseguito e, pertanto, ad un parametro oggettivo. Poiché la rubrica dell'articolo parla, testualmente, di «foro facoltativo» ed il testo fa riferimento al giudice «anche competente» non può residuare alcun dubbio sulla loro facoltatività (Asprella, sub art. 20, 338 e ss.). I fori previsti dalla norma dell'art. 20 c.p.c. concorrono fra di loro e con il foro generale ex artt. 18 e 19 (Cass. civ., 11 giugno 2014, n. 13223, in Guida al dir., 2014, 46, 60, s.m.; Cass. civ., 4 dicembre 1992, n. 12920). Inoltre, secondo parte della dottrina (Segré, Della competenza, 234; contra Andrioli, Commento, 91), anche con gli altri fori speciali di cui agli artt. 22 e ss. c.p.c., con la conseguenza che il convenuto, in una causa di responsabilità contrattuale o aquiliana, qualora intenda eccepire l'incompetenza per territorio del giudice adito, ha l'onere di contestare la comp...

Leggi dopo