Bussola

Esecuzione delle pronunce sullo scioglimento del vincolo matrimoniale (reg. ce n. 2201/2003)

25 Settembre 2017 |

Sommario

Inquadramento | Giudice competente | Procedimento | Opposizione alla decisione sull'istanza di exequatur | Sospensione del procedimento a seguito dell'impugnazione della decisione | Riferimenti |

 

Le decisioni relative alla responsabilità genitoriale su un minore, emesse ed esecutive in uno Stato membro, possono, almeno di norma, essere eseguite in un altro Stato membro solo dopo un apposito procedimento di esecutività. Attualmente è invero prevista l'esecuzione “diretta” in base al sistema della certificazione da parte dell'autorità giudirisdizionale dello Stato membro nel quale è stata emanata la decisione esclusivamente per le pronunce sul diritto di visita e sul ritorno del minore oggetto di sottrazione internazionale. Peraltro, la proposta di riforma del Reg. CE n. 2201/2003 depositata dalla Commissione europea in data 30 giugno 2016 prevede l'abolizione dell'exequatur per tutte le decisioni in tema di responsabilità genitoriale. Pertanto, allo stato, sebbene operi anche per le pronunce in materia di responsabilità genitoriale il generale principio dell'immediata efficacia negli ordinamenti degli altri Stati Membri ai sensi dell'art. 21 del Regolamento in esame, tuttavia siffatte decisioni, a differenza di quelle in materia matrimoniale, di norma necessitano di un'attività concreta di esecuzione (Long, 1101). Sulla questione la Suprema Corte ha evidenziato che, in tema di riconoscimento ed esecuzione delle decisioni in materia di responsabilità genitoriale, nella d...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Giurisprudenza sovranazionale

Giurisprudenza sovranazionale

Su Criteri di collegamento della giurisdizione nelle controversie europee in materia di scioglimento del matrimonio (reg. ce n. 2201/2003)

Vedi tutti »