Bussola

Eccezioni di nullita’

09 Dicembre 2016 |

Sommario

Inquadramento | Rilevabilità d'ufficio | L'insegnamento delle sezioni unite della Corte di Cassazione | Rilievo della nullità e giudicato | Nullità di protezione | Riferimenti |

 

L'eccezione di nullità, per quanto qui interessa da intendere specificatamente come «eccezione di nullità del contratto», si colloca nell'ambito della più ampia e generale figura della eccezione, intendendosi per talequalsiasi richiesta che abbia, in senso lato, la funzione di contrastare la domanda dell'attore (o della controparte in genere). Posto che l'eccezione ha, in generale, ad oggetto i fatti estintivi, impeditivi o modificativi dei fatti costitutivi addotti dall'attore a fondamento della propria domanda, proprio in tale alveo di allegazioni (dunque di segno contrario a quelle positivamente allegate dall'attore) si pone l'eccezione di nullità del contratto, alla luce dell' art. 1421 c.c. che espressamente stabilisce «Salvo diverse disposizioni di legge, la nullità può essere fatta valere da chiunque vi abbia interesse e può essere rilevata d'ufficio dal giudice». La norma civilistica è invero rubricata «Legittimazione all'azione di nullità», ma pacificamente si ritiene che faccia riferimento non solo alla proposizione dell'azione, ma anche, appunto, alla proposizione dell'eccezione di nullità.

Leggi dopo