Bussola

Difese

Sommario

Inquadramento | Le difese nell'ambito della posizione processuale del convenuto | La mera difesa quale contestazione dei fatti affermati dall'attore | Rapporto tra mere difese ed eccezioni | Casistica |

 

In generale le difese sono le posizioni assunte dal convenuto per contrastare la domanda attrice (Cass., Sez. Un., n. 2951/2016). Esse possono concretizzarsi tanto in controdeduzioni in diritto, quanto nella presa di posizione in merito alle affermazioni svolte dalla controparte ai fini della ricostruzione dei fatti dedotti a fondamento della domanda giudiziale. Nell'ambito delle difese si distingue tra la mera difesa o difesa semplice, consistente nella contestazione pura e semplice dei fatti costitutivi del diritto vantato dall'attore, e l'eccezione, costituita dall'allegazione di fatti con efficacia modificativa, impeditiva od estintiva rispetto al medesimo diritto. Tali attività difensive, che condividono la funzione di contrasto della domanda attrice, soggiacciono ad un diverso regime processuale, sotto il profilo del regime delle preclusioni assertorie e dell'onere probatorio. Rispetto alla domanda dell'attore il convenuto può, dunque, assumere una serie di atteggiamenti processuali caratterizzati da un grado crescente di autonomia e specificità e, quindi, diversamente incidenti sull'oggetto del processo e sul provvedimento giurisdizionale che lo definisce, che vanno dalla contumacia, all'adesione alla domanda attrice con riconoscimento della pretesa avversaria, al contr...

Leggi dopo