Bussola

Difesa tecnica

15 Ottobre 2018 |

Sommario

Inquadramento | Necessità e funzione della difesa tecnica | La natura della prestazione fornita dall'avvocato | Poteri e doveri del difensore | Procura alle liti | Poteri del procuratore | Revoca e rinuncia alla procura | Riferimenti |

 

Il legislatore statuendo la necessità della difesa tecnica per i giudizi di principale importanza ha assicurato alle parti, che hanno la capacità di stare in giudizio ai sensi dell'art. 75 c.p.c., un adeguato sostegno difensivo che può essere fornito soltanto da un esperto e ciò al fine di assicurare un più efficace esercizio del diritto di difesa. Infatti, secondo l'art. 1 del codice deontologico forense, l'avvocato tutela, in ogni sede, il diritto alla libertà, l'inviolabilità e l'effettività della difesa, assicurando, nel processo, la regolarità del giudizio e del contraddittorio. L'avvocato, nell'esercizio del suo ministero, vigila sulla conformità delle leggi ai principi della Costituzione e dell'Ordinamento dell'Unione Europea e sul rispetto dei medesimi principi, nonché di quelli della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali, a tutela e nell'interesse della parte assistita. Le parti del giudizio, quindi, non possono personalmente compiere gli atti del processo se non nei casi espressamente previsti. Salvi i casi in cui la legge dispone altrimenti, davanti al tribunale e alla Corte d'appello le parti debbono stare in giudizio col ministero di un procuratore legalmente esercente mentre davanti alla Corte di cassazione col ministe...

Leggi dopo