Bussola

Decreto

Sommario

Inquadramento | Ambito applicativo | Requisiti di contenuto - forma | Efficacia | Prevalenza della sostanza sulla forma | Differenti forme di decreto |

 

Il decreto è uno dei provvedimenti che il giudice può emanare. I provvedimenti giudiziali possono assumere tre diverse forme: la sentenza, l'ordinanza ed il decreto. Si ritiene che sia un elenco tassativo, per cui il giudice non può pronunciare un provvedimento in una forma diversa da quella prevista dalla legge. Ne discende che se la legge nulla prevede in merito alla forma che il provvedimento deve assumere il giudice deve pronunciarlo nella forma più idonea al raggiungimento dello scopo, scegliendola pur sempre tra quelle indicate dalla legge (Mandrioli, Diritto processuale civile, Torino, 2012, 533). Il decreto è la forma più semplice ed elementare tra i provvedimenti giudiziali. Assolve per lo più ad una funzione lato sensu direttiva del processo come l'ordinanza dalla quale si distingue però perché di solito è emanato in assenza di contraddittorio. Si precisa tuttavia che pur essendo vero quanto poc'anzi asserito, non mancano ipotesi in cui la legge impone la pronuncia del decreto solo dopo che siano state ascoltate le parti, come previsto in materia di divisione ereditaria ex art. 736 c.c., o la persona nei confronti della quale il provvedimento stesso è pronunciato (art. 336 c.c.) o ancora il pubblico ministero (art. 738 c.p.c.).

Leggi dopo