Bussola

Controversie in materia di previdenza ed assistenza obbligatoria

Sommario

Inquadramento | Ambito di applicazione | Segue: casistica | Rilevanza del procedimento amministrativo | Il giudice competente | L'ATP in materia assistenziale | Le spese di giustizia |

 

Alle controversie in materia di previdenza e assistenza obbligatoria è dedicato il Capo II del Titolo IV del codice di rito. Ulteriori fondamentali disposizioni si rinvengono, poi, nelle disposizioni di attuazione al c.p.c., come gli artt. 152 e 152-bis, che dettano norme speciali in tema di regolamentazione di spese, diritti ed onorari nei relativi giudizi. L'individuazione della categoria è demandata alla disposizione di cui all'art. 442 c.p.c. che, con previsione ampia ed onnicomprensiva, include le controversie derivanti dall'applicazione delle norme riguardanti le assicurazioni sociali, gli infortuni sul lavoro, le malattie professionali, gli assegni familiari nonché ogni altra forma di previdenza ed assistenza obbligatorie. Il portato processuale dell'appartenenza al novero delle controversie assistenziali e previdenziali è rappresentato,  per effetto del rinvio agli artt. 409 e ss. c.p.c., in seno al comma 1 dell'art. 442 c.p.c., dall'applicazione del rito laburistico. Purtuttavia nell'ambito del capo II il legislatore ha previsto norme derogatorie e istituti speciali, che trovano applicazione preferenziale alle controversie assistenziali e previdenziali, rispetto agli istituti ordinari o previsti nel rito del lavoro. È il caso delle condizioni di proponibilità e proced...

Leggi dopo