Bussola

Contenuto degli atti di parte

Sommario

Inquadramento | La citazione | Il ricorso | La comparsa | Il controricorso | Il precetto |

 

L'elenco degli atti di parte è fornito dall'art. 125 c.p.c. che, indicandone il contenuto-forma, provvede ad enumerarli: citazione, ricorso, comparsa, controricorso, precetto. Per tali atti il codice di rito prevede forme particolari, che fanno dunque eccezione al principio generale di libertà enunciato dall'art. 121 c.p.c.. Il cit. art. 125 c.p.c. fissa il contenuto minimo dei menzionati atti di parte (Andrioli, Commento al codice di procedura civile, Napoli, 1957, 356), ma, evidentemente, le prescrizioni da esso dettate vanno di volta in volta integrate con quelle specificamente poste per ciascuno dei singoli atti processuali ivi contemplati (in proposito si rinvia a G. Ianni, Citazione, in ilProcessoCivile.it; G. Fanelli, Controricorso, in ilProcessoCivile.it; V. Colandrea, Precetto, in ilProcessoCivile.it), dovendosi piuttosto notare in questa sede che la disposizione non stabilisce alcuna sanzione dipendente dall'inosservanza delle prescrizioni poste. Ed è proprio dei più recenti approdi in tema di invalidità degli atti di parte previsti dalla norma che occorre in sintesi occuparsi.

Leggi dopo