Bussola

Conciliazione nelle controversie di lavoro

Sommario

Inquadramento | La conciliazione stragiudiziale facoltativa | Il nuovo sistema di conciliazione del cd. jobs act | La conciliazione stragiudiziale obbligatoria | La conciliazione giudiziale |

 

Inquadramento L'esigenza di una definizione conciliativa delle controversie è particolarmente avvertita in ambito giuslavoristico, in ragione delle peculiari esigenze di celere definizione delle controversie, tipiche di un sistema di gestione di diritti sensibili, quali il diritto al lavoro ed alla percezione della retribuzione che, secondo l'art. 36 Cost., deve essere proporzionata alla quantità e qualità del lavoro svolto ed in ogni caso sufficiente ad assicurare al lavoratore ed alla famiglia un'esistenza libera e dignitosa. Effetto indiretto della conciliazione è quello di deflazione del contenzioso giurisdizionale che consente, attraverso il controllo dei ruoli giurisdizionali e la conservazione di carichi esigibili, di provvedere ad una più celere definizione delle controversie pendenti. La summa divisio delle conciliazioni in ambito giuslavoristico è tra conciliazioni stragiudiziali e giudiziali. Le conciliazioni stragiudiziali (recte: antegiudiziali) sono quelle che avvengono prima che la controversia sia devoluta, mediante la proposizione del ricorso giurisdizionale, alla cognizione del giudice del lavoro. Le stesse possono avere luogo in sede amministrativa, dinanzi ad apposite commissioni costituite presso le Direzioni provinciali del lavoro (art. 410 c.p.c.), ovve...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento